Archivio dell'autore: pallamanopressano

Mercato, a Pressano ritorna Paulo Da Silva

La sessione di mercato invernale ha portato novità anche in casa Pallamano Pressano CR Lavis: la società giallonera infatti ha deciso di ritoccare la rosa con un gradito ed improvviso ritorno. Vestirà infatti nuovamente la maglia giallonera Paulo Da Silva, portoghese protagonista del boom di Pressano dal 2010 al 2015. Una vecchia conoscenza, fra le bandiere dell’ultimo decennio giallonero, che ritornerà al servizio di mister Branko Dumnic dopo 3 anni lontano dal suolo italiano. Terzino sinistro classe 1982, Da Silva ricopre un ruolo – quello del tiratore – molto importante per i gialloneri: nel corso della finestra di mercato invernale la società presieduta da Lamberto Giongo ha così colto l’occasione di riportare in terra trentina il portoghese per aggiungere un tassello di esperienza alla rosa. Con oltre 130 presenze e 720 reti con la maglia della Pallamano Pressano, Da Silva è stato uno dei marcatori più prolifici nella storia della società. Dopo il saluto del maggio 2015, il terzino portoghese era volato in massima serie in Lussemburgo agli ordini dell’attuale CT della nazionale Riccardo Trillini con la squadra del Käerjeng, prima di fare ritorno in Portogallo dove ha militato nelle ultime due stagioni in prima lega con le maglie di Fafe e Fermentoes. La società trentina ha perfezionato nella scorsa settimana il tesseramento: una lieta novità per i colori gialloneri che potranno contare su un elemento in più da qui alla fine della stagione; il giocatore vestirà la storica maglia numero 28. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano sul velluto anche a Fondi: 22-29 in trasferta

HC Fondi – Pressano 22-29 (p.t. 12-17)
HC Fondi: Crosara, Soliani, Nardin 3, Travar 3, Leal 6, Rosso 2, Conte, Dall’Aglio 1, Iballi 2, Pola 2, D’Ettorre 2, Mangiocca 1, Pinto, Morreale, Tenore, Macera. All. De Santis
Pressano: Alessandrini 2, Argentin, Bolognani 4, D’Antino 1, Dallago 6, Dedovic 4, Di Maggio 5, Folgheraiter 1, Giongo 3, Moser N., Sampaolo, Chistè 2, Facchinelli, Moser M. 1. All. Dumnic
Arbitri: Corioni-Falvo

Settima vittoria consecutiva inanellata dalla Pallamano Pressano CR Lavis che espugna il Palasport di Fondi imponendosi per 22-29 sugli uomini guidati da mister Giacinto De Santis. Una vittoria netta e mai in discussione quella ottenuta in trasferta che mantiene i gialloneri al secondo posto in classifica. Fin dai primi minuti sono stati gli uomini di Dumnic infatti a condurre l’incontro, tutt’altro che scontato alla vigilia. Con una buona pallamano ed un’ottima percentuale offensiva i trentini hanno saputo superare la squadra di casa con grande abilità e precisione, pur privi ancora del perno difensivo Argentin. Gara dunque dal voto ampiamente positivo per i gialloneri che allungano così a +2 sul terzo posto in classifica, occupato ora dal Conversano. In terra pontina Pressano sa di dover disputare una partita di carattere per portare a casa i punti e l’approccio è dei migliori: una tripletta di Dallago in avvio (6 reti totali per lui, top scorer del match) aprono le danze e consentono a Pressano di partire col piede giusto. In difesa i gialloneri soffrono inizialmente la rimessa veloce dei padroni di casa ma col passare dei minuti la truppa di Dumnic scava un netto solco. È ancora Dallago a propiziare il break che dal 5-5 porta gli ospiti sul 5-11 con un netto 0-6. Di fatto, la partita si segna qui: Sampaolo para a dovere e la difesa di Pressano regge bene le iniziative fondane, aumentando il divario in contropiede fino al 7-14 del 20’. Qui Di Maggio sbaglia il contropiede del possibile +8 e Fondi torna sotto, sfiorando il -3: la prima frazione va comunque chiudendosi in netto favore degli ospiti che al riposo si trovano avanti 12-17. L’avvio di ripresa è da applausi per Pressano: con concentrazione ed ottima pallamano i gialloneri chiudono di fatto la partita, infilando un altro break di 1-6 fatto di palloni recuperati e perfezione offensiva. Sul 13-23 la gara è segnata: la squadra trentina deve solo controllare, giocando col cronometro in maniera ottimale. Un Fondi spento non riesce a trovare la via del gol e per Di Maggio e compagni è facile portare a casa il match: raggiunto il massimo vantaggio sul 15-26 firmato Alessandrini gira tutta la panchina giallonera, impegnata con ottimo minutaggio. Nell’ultimo spicchio di match però Pressano resta in doppia inferiorità per ben 6 minuti e soffre alcuni errori tecnici, permettendo ai padroni di casa di alleggerire il passivo fin sul 22-29 finale. Vittoria esterna importante dunque per Pressano che mantiene la striscia positiva e si affaccia ora al match casalingo contro la matricola Siena, prima della trasferta di Cingoli che farà da antipasto alla lunga serie di scontri diretti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra

Pressano a Fondi per sfatare il tabù e mantenere il secondo posto

Nuovo impegno lontano dal Palavis per la Pallamano Pressano CR Lavis, impegnata a Fondi nella terza giornata di ritorno del campionato di Serie A1. I gialloneri di Branko Dumnic saranno di scena in terra pontina, là dove hanno subito l’ultima sconfitta registrata, poco meno di due mesi fa. Allora fu il Gaeta a stoppare la squadra trentina: ora sarà l’HC Banca Popolare di Fondi ad impegnare Pressano nell’ennesima trasferta insidiosa di stagione. Conquistato il secondo posto in classifica a suon di scontri diretti vinti, i gialloneri sono chiamati ora a difendere la posizione con i denti e davanti a loro non si paleserà certo la più facile delle occasioni. Giongo e compagni, ancora con il dubbio Argentin fra le loro file, si presenteranno a Fondi con un bel filotto di 6 vittorie consecutive alle spalle ma sanno di dover tenere altissima la guardia per cercare di portare a casa punti dalla terza trasferta del 2019: il Palasport fondano è infatti elemento decisamente positivo per i padroni di casa guidati da Giacinto De Santis che quest’anno hanno subito soltanto 2 sconfitte (entrambe per 1 rete) fra le mura amiche. Un dato significativo che costringerà i gialloneri a sfoderare un’altra prestazione di livello: la posta in palio, fra l’altro, è decisamente alta. Pressano come detto dovrà difendere il secondo posto dall’assalto di Cassano Magnago e Conversano (rispettivamente staccate di 1 e 2 punti) che si sfideranno fra loro in contemporanea, mentre Fondi sosta nella pancia della cortissima classifica (7 squadre in 5 punti). Sarà quindi lotta totale per afferrare l’intera posta in palio, con i padroni di casa determinati a vendicare il 27-20 in favore giallonero maturato lo scorso settembre al Palavis. Forti dell’esperienza dei vari Travar e Leal, trascinatori entrambi nella Top10 dei marcatori in massima serie, i rossoblù saranno ostacolo decisamente duro da superare: Pressano dovrà riproporre la difesa di ferro e l’attacco creativo mostrato nelle ultime uscite per mettere un altro mattone nel discorso di accesso alle semifinali Scudetto. Fra gli altri dati del match, questo sarà un assaggio dei quarti di finale di Coppa Italia che fra un mese esatto a Trieste vedranno opposte proprio Fondi e Pressano. Fischio d’inizio al Palasport di Fondi alle ore 19.00, arbitra la coppia Corioni-Falvo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano vince la battaglia con Cassano: è secondo posto

Undicesima vittoria stagionale per la Pallamano Pressano CR Lavis che corona il proprio periodo di grazia sconfiggendo al Palavis la formazione lombarda del Cassano Magnago: con questo successo i gialloneri scavalcano proprio gli amaranto al secondo posto, issando così alla seconda piazza della graduatoria nazionale. Un trionfo fondamentale per Giongo e compagni, capaci di imporre il proprio gioco per lunghi tratti nei confronti di un Cassano mai domo, capace di passare in vantaggio proprio negli ultimissimi minuti. La squadra trentina però ha dimostrato anche di saper soffrire e con un colpo di reni finale è riuscita a portare a casa l’intera posta in palio sul 26-25 finale che fa esplodereil Palavis, gremito per l’occasione. Una partita davvero combattuta quella disputata fra la seconda e la terza forza della Serie A1: in avvio manca smalto a Bolognani e compagni che nei primi 4 minuti perdono 5 palloni e permettono agli ospiti di comandare lo score, 1-3. Una situazione difficile che si protrae fino al 4-6: è l’ala Saitta nelle file cassanesi a far male alla difesa di casa che lascia troppi varchi. In attacco le cose non migliorano ma quando Dallago (8 reti e top scorer) affina la mira la squadra di casa risorge e passa a condurre. Perentorio il parziale di 7-1 che vale il massimo vantaggio giallonero a 10’ dal termine, 11-7. Mister Kolec chiama timeout e Cassano si scuote ma la squadra di casa con due reti di Giongo torna avanti e chiude la prima frazione sul 14-11. Un vantaggio comunque insignificante, ma nella ripresa è ancora Pressano a fare meglio: la difesa tiene, recupera palloni ed in attacco i padroni di casa riescono a bucare Monciardini con Di Maggio. Cassano, da miglior difesa d’Italia, mette infatti in seria difficoltà le iniziative di casa e Pressano soffre ma sembra tenere il mano il match: sul 19-15 Folgheraiter ha il pallone del possibile +5 ma Monciardini para e gli ospiti si scuotono. Il portiere amaranto continua a chiudere le conclusioni dai 6 metri dei padroni di casa e Cassano comincia una lenta ma inesorabile rimonta. Rete su rete i lombardi tornano sotto e solo qualche soluzione individuale mantiene Pressano avanti: l’aggancio si concretizza proprio nel finale. A 5’ dal termine Cassano pareggia ancora con Saitta, 23-23: tutto da rifare per i gialloneri che si scompongono e passano anche ad inseguire sul 24-25. La situazione sembra critica ma Bolognani sfodera una doppietta dal cilindro negli ultimi 2 minuti, la difesa di casa regge ed i gialloneri fanno valere la legge del Palavis, trionfando sul 26-25.

Pressano – Cassano Magnago 26-25 (p.t. 14-11)

Pressano: Alessandrini 2, Bolognani 3, D’Antino, Dallago 8, Dedovic 3, Di Maggio 6, Folgheraiter, Giongo 4, Moser N., Sampaolo, Chistè, Facchinelli, Sontacchi, Fadanelli, Moser M., Mazzucchi. All. Dumnic

Cassano Magnago: Ilic, Scisci, Fantinato, Moretti 7, Monciardini, Saitta 5, Milanovic 2, Ilinca, Bassanese 2, Cenci, Gallazzi 3, Possamai 1, Dorio, Bortoli 4, Luoni, La Mendola 1. All. Kolec

Arbitri: Cosenza-Schiavone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano all’assalto del secondo posto: al Palavis c’è Cassano Magnago

Seconda sfida d’alta quota consecutiva in programma per la Pallamano Pressano CR Lavis che affronterà (ore 20.00) al Palavis i lombardi del Cassano Magnago. Un vero e proprio scontro diretto quello fra gialloneri ed amaranto che sostano rispettivamente al 3º e 2º posto in classifica, divisi soltanto da un punto. Tutto in sessanta minuti quindi per muovere una classifica che ormai da due mesi viaggia sull’onda dell’equilibrio: in palio c’è la seconda piazza, fondamentale in ottica PlayOff per fattore campo e non solo. Pressano e Cassano sono sicuramente due delle squadre più in salute del periodo: entrambe vengono da una vittoria (il brillante successo in casa della capolista Bolzano per i gialloneri e la vittoria casalinga contro Cingoli per il team cassanese) ed hanno tutta l’intenzione di confermare il trend positivo per proseguire la marcia in classifica; all’andata finì 29-26 per la squadra varesina. Tutti in equilibrio i fattori della gara: un punto divide le due squadre, 8 sono le reti segnate di differenza (364 di Cassano contro 372 di Pressano) e soltanto 2 la differenza fra le reti subite (328 quella cassanese e 330 quella giallonera). Obbligatorio attendersi dunque un match stellare, fissato come “Match of the Week” da parte della FIGH: in campo squadre al completo e sfida anche in panchina fra l’esperto Branko Dumnic e la nuova leva Davide Kolec, classe 1992. Sarà partita vera sul parquet del Palavis, che torna ad ospitare i gialloneri dal 15 dicembre scorso: nel mezzo la vittoria in Supercoppa e due successi esterni per la squadra capitanata da Alessio Giongo, consapevole dell’importanza delle gare casalinghe. L’obiettivo è infatti quello di mantenere inviolato il campo lavisano, espugnato solo alla prima giornata lo scorso 9 settembre: di lì solo successi per Pressano in casa ed ora nel mirino c’è la seconda piazza in classifica, in vista dei mesi di febbraio e marzo che impegneranno notevolmente la truppa trentina. Fischio d’inizio ad orario inedito, fissato alle 20.00 per esigenze organizzative, e direzione di gara affidata alla coppia siciliana Cosenza-Schiavone.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano perfetto, Bolzano si inchina: 25-32 in casa della capolista!

Il primo capolavoro del 2019 è targato Pallamano Pressano: il team trentino confeziona una vera e propria perla sul campo della capolista Bolzano, schiantando nettamente i biancorossi per 25-32. Una partita magistrale quella condotta dai gialloneri, avanti per tutto il match e meritatamente in trionfo a fine gara. Grazie ad un attacco in serata di grazia e ad una difesa fenomenale, i ragazzi guidati da mister Branko Dumnic hanno messo in campo decisamente la miglior prestazione della stagione. In mezzo a tante incognite, Pressano ha saputo mostrare i muscoli con grande esperienza: vendicato con gli interessi il 21-26 bolzanino di settembre al Palavis, quando la squadra di Dvorsek dominò toccando anche il +12. Questa volta le parti sono invertite e l’orchestra giallonera ha saputo seguire la partitura come raramente visto. Se lo scorso anno fece rumore la vittoria di Pressano a Bolzano per 5 reti (non accadeva in assoluto dal 1990 ai biancorossi di perdere in casa con 5 o più reti di scarto), oggi la notizia è ancor più marcata. La truppa trentina c’è e continua a dimostrarlo a suon di prestazioni: encomiabile la partita giocata da Bolognani e compagnia, capaci di annullare le iniziative dei locali, imbattuti in stagione fino ad oggi (ieri per chi legge, ndr). Il match parte con una buona dose di studio fra le due squadre: l’iniziativa la prendono comunque i gialloneri che mostrano fin dai primi minuti le proprie armi. Sono Bolognani ed Alessandrini a scaricare in campo tutta la grinta: il terzino giallonero sigla 8 reti, mentre il pivot di Pressano con 5 segnature è perfetto dalla linea dei 6 metri. A suon di reti il collettivo giallonero tiene alto il ritmo ma un buon Gaeta fra le maglie bolzanine rintuzza e la partita resta in parità, 6-6 a metà primo tempo. Col passare dei minuti però gli ospiti innestano una marcia superiore: la difesa fa buona guardia, Sampaolo para ed in attacco con grande eleganza e precisione Pressano buca Volarevic con continuità. È un crescendo continuo per Giongo e compagni che proprio nel finale della prima frazione infilano il break che si rivelerà decisivo: Bolognani, Dedovic (8 reti e top scorer alla pari di Bolognani) e Dallago firmano lo strappo, portando avanti i gialloneri 10-15 dopo 30 minuti. Gli ospiti si trovano quindi fra le mani un bottino considerevole e non abbassano la guardia: la squadra giallonera fiuta il colpaccio e scende in campo nella seconda frazione nel migliore dei modi. È capitan Giongo ad aprire le marcature nella ripresa, siglando il 10-16 in inferiorità numerica: un segnale ben assestato che smorza già in partenza le speranze dei padroni di casa. Bolzano da grande squadra sa di possedere le carte in regola per ribaltare tutto e prova ad accelerare il ritmo ma la volontà non basta di fronte all’arcigna difesa ospite, capace di ricacciare indietro sistematicamente gli attacchi locali. È Udovicic a spingere in fase offensiva ma l’attacco di Pressano orchestrato a turno dagli effettivi in maglia giallonera è incontenibile: grazie ad una percentuale in attacco stellare la ciurma trentina non va mai sotto alle 5 reti di vantaggio e gioca con il cronometro a proprio favore. Gli ultimi 10’ sono una passerella inedita per Pressano che amministra con sicurezza in casa della capolista: con superiorità la squadra di Dumnic si concede anche qualche rete strappa applausi e chiude la partita in crescendo, firmando il massimo vantaggio proprio allo scadere: un 25-32 roboante che regala un altro sorriso alla società del Presidente Lamberto Giongo. Due punti pesantissimi quindi quelli conquistati da Pressano che fa bottino pieno e si mantiene al terzo posto in classifica: nessun balzo e nessun miracolo, ma l’importanza di conquistare punti soprattutto in trasferta è cosa nota nel campionato di quest’anno ed i gialloneri hanno davvero confezionato un capolavoro da ricordare. Superato un grande ostacolo come quello bolzanino, la Pallamano Pressano CR Lavis ora non può abbassare la guardia: sabato al Palavis arriva la seconda forza in classifica Cassano Magnago ed i gialloneri dovranno giocare il match come una finale per entrare sempre più nel mezzo della zona PlayOff.

Bolzano – Pressano 25-32 (p.t. 10-15)

Bolzano: Volarevic, Sonnerer 5, Udovicic 3, Brzic, Viehwieder, Kammerer, Sporcic, Halilkovic 4, Bertagnolli, Mathà, Arcieri, Gaeta 4, Pircher 1, Innerebner 1, Turkovic 6. All. Dvorsek

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Chistè, Bolognani 8, Dedovic 8, Di Maggio 2, Sontacchi, Fadanelli, Giongo 5, Sampaolo, Alessandrini 5, Argentin, Folgheraiter, Moser. All. Dumnic

Arbitri: Zendali-Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Sfida alla capolista per Pressano: è big match a Bolzano

Si apre con una sfida d’alta quota il girone di ritorno della Pallamano Pressano CR Lavis, impegnata sul campo della capolista Bolzano. Dopo la positiva chiusura di andata sabato scorso, i gialloneri sono chiamati ora ad affrontare le tredici gare di ritorno della Regular Season che definiranno il quadro PlayOff Scudetto. Il primo appuntamento è, come detto, fra i più duri della stagione se non proprio il più ostico: la squadra di mister Branko Dumnic farà infatti visita ai biancorossi del Bolzano, attualmente in vetta alla graduatoria con 25 punti, 5 di vantaggio sulla seconda classificata Cassano Magnago e con un solo pareggio e 12 vittorie in 13 partite alle spalle. Un filotto impressionante, che ha proiettato Bolzano ad essere la netta favorita per i titoli in palio in questo 2019. A provare ad interrompere la corsa bolzanina ci saranno i gialloneri capitanati da Giongo, desiderosi di accumulare punti importanti in chiave classifica. L’obiettivo è quello delle prime 4 posizioni per entrare nei PlayOff ma la classifica stretta ed il calendario duro da qui a maggio costringono Pressano a ridurre al minimo di passi falsi. Ecco che il big match di Bolzano assume quindi un contorno di particolare importanza: in primis per il fascino legato alla sfida, ormai da anni partita di cartello della pallamano italiana ed anche per la posta in palio. In casa Pressano c’è da riscattare il risultato dell’andata, quando al Palavis Bolzano dominò in lungo ad in largo, comandando anche di 11 reti per poi “accontentarsi” del 21-26 finale. A caccia di conferme ed in cerca del colpaccio, una Pallamano Pressano in discreta forma proverà quindi a mettere i bastoni fra le ruote alla squadra di Dvorsek: la certezza è quella di assistere ad uno spettacolo della pallamano, fra le mura della Gasteiner. Fischio d’inizio fissato alle ore 19.00 ed affidato alla coppia internazionale Zendali-Riello. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra