Archivi categoria: Prima Squadra

Pressano squilla prima della pausa: Conversano KO al Palavis

La seconda vittoria stagionale della Pallamano Pressano CR Lavis addolcisce un avvio di stagione stentato. Tornati fra le mura amiche del Palavis dopo oltre un mese, i gialloneri hanno saputo far valere il fattore campo contro i pugliesi del Conversano secondi in classifica. Le due squadre, in lotta lo scorso anno per la finale scudetto, hanno saputo offrire un’altra epica battaglia sul parquet lavisano: di fronte al pubblico delle grandi occasioni, nella serata dedicata alla memoria per Giorgio Chistè, la squadra di casa ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, conquistando i due punti con un sudatissimo 23-21. Una vittoria obbligata e conquistata con rabbia da parte dei gialloneri, costretti a tornare al successo per non perdere il treno delle posizioni di vertice. La sfida ha messo in mostra un Pressano ancora non al top in fase offensiva ed un Conversano quadrato e performante come annunciavano i risultati positivi delle ultime gare: alla fine l’hanno spuntata Nikocevic e compagni, bravi a far valere la maggior freddezza nei momenti decisivi. Tanta tensione caratterizza la prima parte del match: dopo 6’ di gara il punteggio sosta sullo 0-0, frutto degli errori offensivi gialloneri e delle parate di un super Sampaolo nella prima parte di gara. Una volta sbloccato lo score le reti arrivano comunque col contagocce: due splendide difese frenano gli attacchi ma il piglio migliore lo hanno i padroni di casa che passano a condurre fin sul 7-4 fallendo la rete del +4. Conversano resta così in scia e con una prova corale gli uomini di Tarafino non lasciano scappare i padroni di casa: la prima frazione va così chiudendosi sul 10-8 ed in avvio di ripresa i pugliesi sembrano avere il piglio migliore. È qui che la gara si fa vivace: senza esclusione di colpi le squadre si affrontano a viso aperto, le difese si aprono e Conversano ne approfitta con Giannoccaro. Break di 2-6 e punteggio ribaltato sul 12-14 dopo 8’ del secondo tempo ma Pressano ha carattere da vendere e grazie alle reti di Nikocevic (score pazzesco di 11 marcature per lui) la risposa dei locali è disarmante: 8-2 rifilato agli avversari, difesa insuperabile e 20-16 che quando mancano 7’ di gara sembra indirizzare il match. Non è così, perché due contropiede fanno tornare velocemente Conversano in partita: la gara si riapre definitivamente con la rete del 22-21 siglata a 2’ dal termine ma Pressano è più freddo e chiude i conti ad una manciata di secondi dalla fine siglando il definitivo 23-21 che fa esplodere il palasport lavisano e suona come liberatorio dopo un avvio di campionato difficile. La vittoria, dedicata chiaramente alla memoria di Chistè, lascia spazio ora ad una lunga pausa: si riprende il 2 novembre da Fasano.

Pressano – Conversano 23-21 (p.t. 10-8)

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Moser M., Dedovic 4, D’Antino, Sontacchi G., Fadanelli 1, Sontacchi D., Giongo 1, Nikocevic 11, Sampaolo, Rossi, Alessandrini, Argentin 2, Folgheraiter, Moser N. All. Andreasic

Conversano: Hermones, Corcione, Laera 3, Giannoccaro 5, Degiorgio 4, Di Giandomenico, Carso, Sperti 4, Iballi E., Iballi A. 1, Dainese 3, Stosljievic 1. All. Tarafino

Arbitri: Cosenza-Schiavone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano-Conversano, gara dal peso d’oro per i gialloneri

Relegata al decimo posto della classifica dopo cinque estenuanti giornate, la Pallamano Pressano CR Lavis cerca il definitivo sorriso in campionato. Nella fitta serie di impegni complicati che hanno martellato a suon di risultati negativi la squadra di Andreasic, ecco che arriva l’ultimo impegno prima di una lunga pausa di ottobre. Al Palavis sarà di scena infatti il Conversano secondo in classifica: i gialloneri non toccano il parquet di casa dalla prima giornata contro Cassano e dovranno far subito tesoro delle mura amiche per andare a caccia di una vittoria pressochè obbligata. Una sfida che racchiude molti significati: a partire dall’ultimo precedente fra le due squadre, la semifinale scudetto giocata a maggio e vinta da Pressano che infiammò la Serie A1. Sarà una partita delicata: in caso di vittoria i gialloneri darebbero un bel segnale di riscossa, mentre in caso di sconfitta la squadra trentina rischierebbe di dire addio ai vertici della classifica già dopo un solo spicchio di stagione. Sarà anche e soprattutto la serata di ricordo a Giorgio Chistè: per la prima volta dopo la scomparsa i gialloneri giocheranno al Palavis e l’occasione si è presentata per ricordare nel più caloroso dei modi lo storico fondatore giallonero. L’ingresso sarà libero con possibilità di offerta ad AIRC. Sul campo poi le due squadre sapranno regalare spettacolo: con una grande mole di motivazione Giongo e compagni sono chiamati alla vittoria ma di fronte ci sarà un Conversano diverso rispetto allo scorso anno ma altrettanto performante. Secondi in classifica in virtù di una sola sconfitta patita a Bressanone, gli uomini di Tarafino hanno mostrato amalgama e ottime individualità, infliggendo proprio sabato scorso la prima sconfitta a Cassano Magnago, team accreditato per i vertici. Sarà quindi gara insidiosa e certificata come match clou della giornata con entrambi gli schieramenti al completo pronti a darsi battaglia al Palavis: servirà quindi tutto il calore giallonero e tutta la determinazione possibile per scacciare i fantasmi di un avvio di stagione negativo e rialzare la testa. Fischio d’inizio affidato alla coppia siciliana Cosenza-Schiavone alle ore 20.00. Alle ore 19.45 avrà inizio un momento di commemorazione in campo alla memoria di Giorgio Chistè.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Sabato al Palavis il ricordo di Giorgio Chistè

Dopo più di un mese di assenza, questo sabato la Pallamano Pressano tornerà a calcare il parquet amico del Palavis, toccato quest’anno ufficialmente soltanto alla prima giornata. Un ritorno “in casa” importante sotto molteplici aspetti ma in particolare per un motivo. Sarà infatti la prima gara disputata nel palasport giallonero dalla scomparsa di Giorgio Chistè: lo storico fondatore, dirigente, giocatore ed allenatore della Pallamano Pressano, venuto a mancare lo scorso 21 settembre, ha lasciato un grande vuoto in tutto l’ambiente della pallamano e la società giallonera ha atteso proprio il ritorno al Palavis per dedicare il giusto ricordo al proprio pilastro. La partita che si giocherà in campo, un Pressano-Conversano dalle grandi emozioni (fischio d’inizio ore 20.00), sarà anche la riproposizione della semifinale scudetto dello scorso anno, l’ultima vittoria giallonera a cui Chistè ha assistito. Per l’occasione la Pallamano Pressano ha voluto organizzare un momento di ricordo avallato dalla FIGH nei 15 minuti antecedenti alla gara dove si alterneranno i ricordi legati a Giorgio e tutto il popolo giallonero potrà stringersi attorno alla sua figura in quella che a tutti gli effetti è la “casa” della Pallamano Pressano. L’ingresso all’incontro sarà totalmente libero con possibilità di offerta per la Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro. Tutta la comunità è invitata a partecipare a questo momento di sentito ricordo racchiuso nella cornice di una delle gare di cartello del campionato di Serie A1 maschile. Lasciare un pensiero a Giorgio tutti insieme davanti ad una splendida gara di pallamano è il modo più genuino per ricordare lui ed i risultati del suo operato sportivo e sociale. La Pallamano Pressano si è mobilitata già da qualche giorno per la serata di sabato dove saranno presenti tutti i tesserati della società: l’invito è già stato esteso alla comunità lavisana, alla comunità sportiva trentina ed al mondo italiano dell’handball per una sincera e sentita serata di commemorazione. Prima del match verrà osservato un minuto di silenzio ed i giocatori gialloneri vestiranno il lutto al braccio.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Troppo poco Pressano a Bolzano, i Campioni d’Italia si impongono

È bastato un tempo pesantemente negativo alla Pallamano Pressano CR Lavis per incassare la terza sconfitta stagionale. Dopo gli scivoloni sui campi di Bressanone e Siena, ancora una volta la trasferta si è rivelata indigesta per la truppa di Neven Andreasic che è uscita sconfitta per 27-22 dal campo dei campioni d’Italia del Bolzano. Niente riscatto e niente colpaccio per Dallago e compagni, decisamente insufficienti soprattutto nel primo tempo: di fronte alla corazzata biancorossa gli errori sono costati caro ed il team di Dvorsek ha portato a casa una meritata vittoria. Galeotta fu la prima frazione: dopo un avvio equilibrato ma stentato, con moltissimi errori offensivi, la partita si è spaccata poco dopo metà primo tempo. Dal 9-6 una pioggia di errori ha tagliato le gambe alla squadra giallonera che ha subito l’impeto dei padroni di casa. Chiamati alla vittoria considerate le due sconfitte all’attivo, i bolzanini hanno inflitto un pesante break a cavallo fra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo toccando il massimo vantaggio sul 20-9. Di qui i gialloneri hanno cambiato volto ma ormai troppo tardi: la difesa ha cominciato a lavorare a dovere, recuperando palloni che in fase offensiva, nonostante ancora qualche errore di troppo, sono valsi una lenta rimonta. Nei minuti finali di partita tre guizzi improvvisi della truppa trentina hanno accorciato il punteggio fin sul 24-20 mettendo pressione ad un Bolzano che, spaventato, ha saputo ristabilire le distanze e portare a casa l’intera posta in palio sul 27-22 finale. Prestazione ancora una volta da rivedere quella dei gialloneri che ora cominciano davvero a non potersi più permettere passi falsi se l’obiettivo di alta classifica rimarrà intatto. A partire da sabato quando al Palavis arriverà la seconda della classe Conversano nel rematch della semifinale scudetto dello scorso anno.

Bolzano – Pressano 27-22 (p.t. 16-8)

Bolzano: Starcevic 4, Sonnerer 5, Gufler, Viehweider, Singh, Sporcic, Halilkovic 1, Martinati, Mathà 1, Arcieri 6, Gaeta 5, Innerebner, Turkovic 5, Udovicic, Volarevic. All. Dvorsek

Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Moser M. 2, D’Antino, Sontacchi, Fadanelli 3, Giongo, Nikocevic 5, Sampaolo, Rossi, Alessandrini 2, Argentin 3, Folgheraiter 1, Moser N. 1, Dedovic 2. All. Andreasic
Arbitri: Simone-Monitillo 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, altro big match: in campo a Bolzano

Nel turbine di un avvio stagionale difficile e concitato, la regina delle partite arriva all’appello in Serie A1 maschile alla quinta giornata. Il PalaResia di Bolzano sarà infatti teatro del big match fra Loacker Bozen e Pressano: la sfida che lo scorso anno ha fatto da finale di Coppa Italia e finale Scudetto si riproporrà quindi al panorama della pallamano italiana con tutto il fascino che i due club portano con sé. Una partita delicatissima che, per la prima volta di sempre, non varrà un posto d’elite nella classifica oppure un titolo nazionale: entrambe le squadre infatti stanno vivendo un avvio di stagione al rallentatore. Campioni d’Italia e vicecampioni d’Italia infatti sono passati sotto le gesta di Cassano Magnago e Siena con cui Bolzano ha rimediato due sconfitte e Pressano un solo punto. Rispettivamente a quota 4 e 3 in classifica, Bolzano e Pressano rischiano seriamente di perdere una fetta di treno-vetta per la Regular Season. Ecco che quindi il match del Palasport comunale di via Resia diventa uno snodo per il rilancio di un campionato partito col freno a mano: a due gare dalla sosta che fermerà la Serie A1 fino a novembre, le due prime classificate della passata stagione sapranno così dare spettacolo in cerca di omogeneità e conferme. Entrambi gli schieramenti si presenteranno all’appuntamento al completo: Neven Andreasic cerca continuità nei suoi e soprattutto la brillantezza di un gruppo con tante qualità mostrate solo a tratti. Dall’attacco alla difesa tante sono le cose da puntellare in casa Pressano, mentre il Bolzano di Dvorsek appare più compatto e semplicemente in attesa di nuovi stimoli. Fra stelle affermate, nuove promesse e tante incognite Bolzano-Pressano promette anche quest’anno pallamano di altissimo livello: in campo due dei team di punta del campionato di Serie A1, diretti dalla coppia arbitrale di punta dell’handball italiano, i pugliesi internazionali Simone-Monitillo. Fischio d’inizio fissato alle ore 19.00.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano torna a vincere: battuto Gaeta 34-22

Dopo un lungo periodo di digiuno torna alla vittoria in Serie A1 la Pallamano Pressano CR Lavis che sul campo del PalaFornai di Mezzocorona – causa l’indisponibilità del Palavis – supera agevolmente la Carburex Gaeta col punteggio di 34-22 e conquista il primo successo stagionale, dopo un pareggio e due sconfitte consecutive. Un sospiro di sollievo soprattutto morale per i gialloneri che, nel giorno del ricordo a Giorgio Chistè, hanno saputo giocare da squadra vera ed attrezzata. Fra rotazioni e numeri il match non è mai stato in discussione: in avvio subito allungo dei padroni di casa di Neven Andreasic che si portano sul 6-2, per poi lottare nella parte centrale del primo tempo con un Gaeta determinato e tanti errori. Nel finale di frazione tuttavia Pressano mostra gli artigli e si porta a condurre fin sul 14-8 di fine primo tempo, grazie ad una difesa pregevole ed un Sampaolo attento. La musica non cambia nemmeno in avvio di secondo tempo: i gialloneri spingono subito sull’acceleratore e trovano la rete con continuità, portandosi sul +9. L’unica reazione gaetana arriva al 10’ del secondo tempo quando grazie alle reti di Bliznov e Lombardi il team pontino accorcia sul 22-16 ma proprio in quel momento fra numeri da spettacolo e tanta concentrazione i padroni di casa si riportano definitivamente sul +10. Spazio nel corso dell’ultima parte del match anche per tutta la panchina, con prestazioni positive da parte di tutti e soprattutto da parte del secondo portiere Simone Facchinelli che si concede anche la gioia del primo gol in Serie A1 da porta a porta. La partita va così chiudendosi sul 34-22, un +12 netto per la squadra giallonera che ora deve fare tesoro di questi punti importanti perché sabato c’è il classico: a Bolzano è rematch della finale scudetto dell’anno passato e l’incertezza del campionato di quest’anno promette spettacolo.

Pressano – Gaeta 34-22 (p.t. 14-8)

Pressano: Facchinelli 1, Dallago 7, Chistè 1, Dedovic 1, D’Antino, Sontacchi, Cipriani, Fadanelli 6, Giongo 2, Nikocevic 8, Sampaolo, Rossi 3, Alessandrini 3, Argentin 1, Folgheraiter, Moser N. 1. All. Andreasic

Gaeta: Scavone, Ciccolella, Cascone 2, Lombardi 7, Viggiano, Uttaro 1, Santinelli 2, Bottino 2, La Monica, Sarenac 2, Gulam, Panzarini, Bliznov 6, Randes. All. Onelli

Arbitri: Amendolagine-Potenza

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

A Mezzocorona la Pallamano Pressano sfida Gaeta con il lutto al braccio

Quarta giornata di Serie A1 in programma e per la Pallamano Pressano CR Lavis è già bivio: così come lo scorso anno, i gialloneri trentini a corto di punti dopo le prime tre dure uscite della stagione sono chiamati alla vittoria contro la Carburex Gaeta. La gara, che andrà in scena al Palasport di Mezzocorona alle ore 20.00 per indisponibilità del Palavis, pesa già parecchio sulla classifica della squadra di Andreasic. Con il ricordo di Giorgio Chistè vivo nel cuore i gialloneri scenderanno con il lutto al braccio: la società sta allestendo per sabato 12 ottobre, prima data disponibile al Palavis (Pressano-Conversano) un momento di commemorazione ma già questo sabato al Palasport di Mezzocorona il match sarà occasione per onorare la figura dello storico dirigente giallonero. Una gara che si preannuncia combattuta e tesa: bisognose di punti in classifica, Pressano e Gaeta non si risparmieranno: i gialloneri devono trovare la prima vittoria stagionale dopo un pareggio e due sconfitte, per creare un punto di ripartenza e continuare a competere in classifica. Con il team al completo la squadra di Andreasic vuole riscattare la beffa di Siena e di fronte si troverà un Gaeta rinnovato ed ambizioso, come i gialloneri reduce da due sconfitte consecutive. La squadra pontina guidata da Salvatore Onelli ritroverà il bosniaco Sarenac in rientro dalla squalifica e con buona probabilità anche il russo Bliznov reduce da infortunio. Sarà quindi grande match ad armi pari, una delle tante battaglie che il campionato di Serie A1 ha già preannunciato con un inizio all’insegna dell’incertezza. Sarà quindi il campo a dare il responso definitivo: chi vince resta nella pancia della classifica, chi perde rischia già di subire un divario difficile da colmare nel corso della Regular Season. Fischio d’inizio quindi previsto al PalaFornai di Mezzocorona, “casa” della Pallamano Pressano per questa occasione, alle ore 20.00: arbitrano l’incontro i sig. Amendolagine e Potenza. Prima della gara verrà osservato un minuto di silenzio in ricordo di Giorgio Chistè.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra