Archivio mensile:gennaio 2021

Milan Szep saluta la Pallamano Pressano a metà stagione

Ripartirà con un effettivo in meno la stagione 2020/2021 della Pallamano Pressano Cassa di Trento. Nel corso del mese di pausa invernale, infatti, l’ungherese Milan Szep ha manifestato la necessità di rientrare in patria per motivi familiari e personali. Il centrale/terzino classe 1999, giunto in giallonero la scorsa estate assieme a Nicolas Dainese, ha ricevuto l’immediato ok del club e pertanto non vestirà la maglia giallonera numero 24 per il resto della stagione. In undici apparizioni con la maglia giallonera in Serie A Beretta, Szep ha segnato 38 reti (secondo marcatore della squadra). La situazione imprevista ha mobilitato immediatamente il club giallonero che sta valutando se intervenire sul mercato per sostituire l’assenza del centrale ungherese, oppure se dare completa fiducia alla rosa già consolidata, fin qui promossa a pieni voti ma con tanta strada ancora da fare. Di fronte ci sono infatti ancora 3 partite del girone d’andata, per definire qualificazione ed eventuale piazzamento in Final Eight di Coppa Italia ed a seguire altre 14 gare di ritorno in Serie A. Un totale di circa 20 potenziali impegni da qui a fine stagione nei quali, dunque mancherà l’apporto tecnico e fisico di Milan Szep. A partire da questa domenica, 17 gennaio, quando al Palavis arriverà il Cassano Magnago per il primo match del 2021, recupero dell’11^ giornata di andata.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa di Trento

Fadanelli e Sontacchi ancora in azzurro sognando il Mondiale

Foto ©FIGH

In azzurro con il sogno Mondiale nel cuore. Nicola Fadanelli e Gabriele Sontacchi, rispettivamente classe 2002 e 2003, sono ormai due elementi fissi delle nazionali giovanili, oltre che della prima squadra di Serie A Beretta della Pallamano Pressano Cassa di Trento: da ormai 3 anni i due Under 19 figurano stabilmente in maglia azzurra. Un percorso fatto di talento ed impegno che doveva fiorire la scorsa estate con gli Europei U18 in Slovenia, prima rinviati e poi annullati. Sfumata la rara e prestigiosa occasione di giocare un Europeo di fascia “A”, l’obiettivo ora è diventato ancor più pesante per gli azzurrini che fra Natale e Capodanno hanno svolto un raduno di allenamento presso il Centro Federale di Chieti: nel mirino c’è infatti la qualificazione ai Mondiali Under 19 di Grecia 2021.

Sotto la guida del tecnico Boris Popovic, i due giovani di Pressano hanno vestito la maglia azzurra dopo tanti mesi: ”Nonostante il COVID – commentano all’unisono i due atleti – vivere la nazionale ha sempre il sapore di un ritorno alla normalità. Abbiamo lavorato sotto ogni aspetto e lo faremo con frequenza sempre maggiore; ormai questo gruppo è come una famiglia.” Quattro mesi o poco meno per giungere all’appuntamento fin qui più importante per questa nazionale e, se dovessero essere convocati, anche per i due talenti gialloneri in azzurro. Dal 30 aprile al 2 maggio infatti in Austria si giocherà un torneo spareggio di qualificazione al Mondiale con Italia, Austria, Russia ed Israele; girone all’italiana a 4 squadre, le prime due volano alla manifestazione per il trofeo iridato: ”Saranno avversari decisamente di alto livello – sottolinea Fadanelli – ma noi venderemo cara la pelle e siamo assolutamente decisi a qualificarci.” Una qualificazione che avrebbe dei contorni storici in un torneo che vale doppio: le due squadre che falliranno il pass per i Mondiali (3^ e 4^ del raggruppamento) retrocedono pure nella fascia “B” delle competizioni europee per il biennio successivo.

Sulle spalle degli azzurrini quindi un fardello di fondamentale importanza per il futuro della pallamano italiana: “C’è una voglia incredibile di conquistare questo obiettivo – risponde questa volta Gabriele Sontacchi – Siamo a conoscenza dell’importanza della posta in palio e questo sarà per noi motivo di stimolo nei mesi a venire.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa di Trento