Pressano e le 16 medaglie in 5 anni che hanno lanciato una favola

Non può essere un caso. Il percorso sportivo della Pallamano Pressano CR Lavis sta vivendo nelle ultime stagioni un periodo d’oro, fatto di successi e piazzamenti fra giovanili e senior che hanno portato la società trentina di diritto ai vertici nazionali della disciplina. Era il 5 luglio 2014 quando per la prima volta nella storia un giallonero sollevava un titolo nazionale: lo scudetto Under 14. Il tricolore più “modesto” in Italia sul piano agonistico ma in realtà il più importante: da lì una lunga serie di risultati che hanno permesso alla società giallonera di scalare le classifiche e portare a casa un totale di 16 piazzamenti ai vertici. Dieci provengono dalle gesta del settore giovanile: sei scudetti, un secondo posto e tre terzi posti nazionali spalmati su 5 stagioni; dalla Serie A1 gli altri 6: un secondo posto scudetto a cui si aggiunge quello del 2013, una coppa Italia vinta e due perse in finale, una Supercoppa italiana vinta ed una persa.

Una panoramica che il popolo giallonero della piccola frazione trentina osserva con orgoglio e stupore: “A vedere i numeri – commenta entusiasta il presidente Lamberto Giongo – facciamo fatica a crederci. Pochi o nessuno soltanto dieci anni fa avrebbero pensato ad un percorso sportivo fin qui così prolifico”. L’etica del lavoro, della “formica che lavora con pazienza e costanza” ha presentato i propri frutti “e quello che fa specie – sottolinea il presidente – è la distribuzione dei titoli o piazzamenti divisi equamente fra giovanili e senior. C’è chi fa man bassa solo in Serie A1 e chi invece domina soprattutto fra i giovani: noi siamo riusciti nell’impresa di portarci al vertice sia con il settore giovanile, sia con la squadra di Serie A1 nello stesso periodo.” Due generazioni diverse che sono riuscite a vincere contemporaneamente con la maglia della stessa società: ”Questo significa aver fatto le scelte giuste con il giusto materiale e soprattutto aver operato nella direzione corretta in due contesti profondamente diversi come quello senior e quello dei giovani. Per una società ‘operaia’ come la nostra non può esserci soddisfazione migliore del vedere tradotti in vittorie i sacrifici di tanti anni, assieme anche alla formazione di tanti talenti che ora militano all’estero ed in nazionale.

La strada però non è fatta soltanto di rose e fiori: ”Viviamo ogni giorno alla ricerca di sostegno per la nostra attività, cosa sempre più difficile di questi tempi per lo sport. Dietro ai successi ci sono anche moltissimi sacrifici ma noi lavoriamo a testa bassa fuori dal campo per poi vedere tradotto questo sforzo dai nostri atleti e tecnici sul campo.” Sedici piazzamenti in cinque anni, una media di oltre 3 a stagione: ”Verrebbe da dire che nel bene o nel male – conclude Giongo – a Pressano ogni stagione qualcosa si porta a casa ma forse l’errore più grande sarebbe proprio questo, sentirsi arrivati e troppo sicuri. Non bisogna mai fermare il processo di crescita: noi andremo avanti sempre con umiltà, consapevoli del nostro potenziale ma sicuri di poter continuare a migliorare in primis noi stessi; soltanto così potremo sognare di allungare ancora quella striscia di medaglie, sperando siano sempre ben divise in egual misura fra giovani e senior.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Nicola Rossi approda alla Pallamano Pressano

A poco meno di 3 settimane dal via alla preparazione per la stagione 2019/2020 – fissata per lunedì 29 luglio – comincia ad assumere una forma definitiva la rosa che la Pallamano Pressano CR Lavis presenterà al via della Serie A1 il prossimo 7 settembre. Con cadenza regolare il sodalizio giallonero presieduto da Lamberto Giongo sta inserendo tutti i tasselli in vista della prossima stagione: dopo aver cambiato la guida tecnica e confermato in blocco la rosa dell’anno passato – ad eccezione di Bolognani – la società trentina ufficializza il primo dei due innesti che completeranno il rooster del prossimo anno sportivo.

Si tratta di Nicola Rossi, proveniente dalla Pallamano Mezzocorona: il talentuoso classe 1997, dopo oltre 13 anni con la maglia gialloverde con cui è nato e cresciuto pallamanisticamente, passa in forze alla Pallamano Pressano. Un innesto che rinfresca la rosa giallonera e che rinforza il pacchetto tecnico a disposizione di mister Neven Andreasic. Di ruolo terzino destro di mano ma spesso utilizzato anche nella posizione di ala sinistra o centrale, Rossi è giocatore duttile e determinato: ha debuttato in Serie A d’Elite nella stagione 2011/2012 alla giovanissima età di 14 anni, si è poi affermato stagione dopo stagione come pilastro della Metallsider Mezzocorona. In grande spolvero nella stagione di Serie A1 2015/2016, Rossi si è affermato definitivamente negli ultimi due anni sportivi dove ha superato quota 100 presenze in massima serie e le 200 reti, con l’ultimo anno giocato in Serie A2 dove ha contribuito alla salvezza della propria squadra.

Nicola Rossi vestirà la maglia numero 23 e si è gia unito al gruppo: assieme agli storici gialloneri compagni di generazione Matteo e Nicola Moser, Marco Chistè e Simone Facchinelli, Rossi allarga ulteriormente il gruppo appena oltre i 20 anni pronto a fare il salto di qualità. “Sono molto felice di intraprendere questa mia nuova avventura – commenta Rossi – con la maglia di una squadra forte e piena di esperienza come la Pallamano Pressano. Mi metto in gioco al servizio della squadra consapevole del potenziale che questo gruppo possiede: voglio contribuire al massimo per poterci togliere delle belle soddisfazioni. Obiettivi personali? Migliorare continuamente come giocatore – conclude Rossi – imparare il più possibile e continuare a coltivare i sogni per farli diventare realtà, come giocare in nazionale e vincere i titoli con la maglia del club.”

La rosa della prima squadra giallonera è quindi pressochè completa ma come annunciato la società attende l’ufficialità per l’ingaggio di un acquisto di peso che possa rinforzare e completare definitivamente il rooster.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

La Pallamano Pressano torna da Misano con un gran bagaglio d’esperienza

Concluso il Festival della Pallamano di Misano Adriatico, la stagione 2018/2019 della Pallamano Pressano è ufficialmente finita. Anche i più giovani gialloneri hanno disputato la loro esperienza nazionale ed ora per le file giallonere una meritatissima pausa estiva dopo le fatiche della stagione. Due sono state le squadre presenti sulla riviera romagnola, l’Under 15 per le finali nazionali e l’Under 11 per il torneo promozionale. Una settimana intensa, fatta di un alto numero di gare che ha permesso ai gialloneri di sfidare le maggiori società italiane. A partire dall’Under 15 che, dotata di un team molto giovane, giungeva a Misano con l’obiettivo di portare a casa il maggior bagaglio d’esperienza possibile: obiettivo raggiunto per i ragazzi guidati per l’occasione da Francesco Devigili che hanno mostrato cose straordinarie alternate a qualche fisiologico scivolone. Alla fine i gialloneri si sono classificati al 12º posto su 16 partecipanti: il tutto grazie alla brillante vittoria all’esordio contro il Petrosino, a cui hanno fatto seguito le sconfitte contro le potenze di Tortona e Carpine, entrambe semifinaliste. Salvo il terzo posto nel girone, la partita migliore è stata quella degli ottavi scudetto contro il Palazzolo (poi terzo assoluto) dove Pressano ha condotto per più di metà partita. Esaurite le energie anche mentali, la manifestazione si è poi spenta per la truppa trentina che ha chiuso con 1 vittoria e 2 sconfitte. Divertimento puro invece per l’Under 11 di Flavia Michelon e Leonardo Dallabona: i piccolissimi gialloneri della formazione mista fra maschi e femmine hanno trascorso una settimana all’insegna della pallamano divertente e spontanea. Tante fatiche ma anche tante soddisfazioni, fra vittorie e sconfitte, che hanno reso i piccoli pallamanisti davvero orgogliosi: fra gli incontri con i campioni della Serie A1 e le sfide a squadre di tutta Italia, la Pallamano Pressano Under 11 è tornata a casa entusiasta del proprio percorso, con l’arrivederci al prossimo anno come sempre assicurato.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano Under 11 ed Under 15 di scena al Festival di Misano

Con una folta delegazione di oltre 30 partecipanti, la Pallamano Pressano CR Lavis si appresta a chiudere ufficialmente la stagione 2018/2019. Dopo 10 mesi fra Serie A, campionati regionali, attività promozionale e finali nazionali arriva l’ultimo atto agonistico dell’anno, il Festival della pallamano di Misano Adriatico al via oggi (martedì) fino a sabato sera. La società giallonera parteciperà con due squadre: in primis l’Under 15 che disputerà la manifestazione “regina” dell’evento, le finali nazionali di categoria dislocate fra Misano, Rimini e Riccione. Conquistato il titolo provinciale, i ragazzi guidati da Dedovic e Merlo durante l’anno e da Devigili in queste finali chiuderanno il lungo ciclo di campionati nazionali iniziato a giugno con l’Under 19. I giovani atleti gialloneri saranno chiamati a lottare contro squadre più quotate per la categoria: obiettivo vendere cara la pelle. A partire dal girone eliminatorio che vedrà Pressano opposto ai campioni di Sicilia del Petrosino, ai campioni di Emilia-Romagna del Carpine ed ai campioni del Piemonte del Tortona. Tre squadre da vertice con le quali lottare per cercare il passaggio del turno, dedicato alle prime 3 del girone (di cui la 1^ classificata direttamente ai quarti di finali. Non sarà un compito facile come sottolinea mister Francesco Devigili:”Le partite come quelle delle finali Under 15, servono innanzitutto per far innamorare i ragazzi a questo sport meraviglioso. Ognuno deve fare il pieno di entusiasmo per iniziare a costruire il lungo percorso verso la prima squadra. Affronteremo un girone che sarà sicuramente impegnativo e rappresenta un’incognita; sarà una manifestazione straordinaria, il numero di 16 iscritte la rende davvero di ottima qualità. Noi ce la metteremo tutta per mostrare le nostre qualità ed avremo come primo obiettivo quello di imparare e crescere.”

A Misano scenderà anche l’Under 11 giallonera, guidata da Flavia Michelon e Leonardo Dallabona: i piccolissimi affronteranno un torneo a 9 squadre con ben 8 partite contro formazioni da tutta Italia. Una vetrina importantissima per il movimento e per la società giallonera che darà la possibilità anche ai più piccoli pallamanisti di confrontarsi con le migliori formazioni sul territorio nazionale. Si comincia a giocare già oggi: per l’Under 15 esordio sul campo principale di Misano alle 20.00 contro il Petrosino, mentre l’Under 11 aprirà la competizione alle 18.30 contro i veneti del Torri. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Mercato, la Pallamano Pressano parte dalle conferme

Ad un mese esatto dalla conclusione della stagione 2018/2019, terminata con la finale scudetto, per la Pallamano Pressano CR Lavis già da qualche settimana è tempo di mercato. Dopo il cambio alla guida tecnica che ha visto l’italo-croato Neven Andreasic subentrare a Branko Dumnic dopo 6 stagioni, la società trentina vicecampione d’Italia si è focalizzata sull’allestimento della rosa della prima squadra che si presenterà ai nastri di partenza della massima serie nazionale il prossimo 7 settembre. La dirigenza giallonera in sintonia con il nuovo tecnico Andreasic ha cercato innanzitutto di confermare tutti gli effettivi della stagione passata: operazione riuscita con tutti gli atleti ad eccezione di Simone Bolognani che ha deciso di sospendere l’attività agonistica. Il classe ’90 lavisano DOC, da sempre in maglia giallonera, non vestirà più il numero 7 dopo 311 presenze in prima squadra ed 870 reti nel corso di 11 anni solari: all’atleta, fra i simboli dell’ultimo decennio giallonero, va il più caloroso in bocca al lupo con la fiducia di ritrovarlo nell’ambiente fuori dal campo durante la prossima stagione. Un’unica defezione dunque per la squadra giallonera, mentre hanno rinnovato il rapporto per il secondo anno Argentin, ormai pilastro difensivo della nazionale italiana ed il bosniaco Dedovic; per la 10^ stagione consecutiva saranno ancora in giallonero anche Sampaolo e Di Maggio. Per quest’ultimo proprio ieri operazione al crociato del ginocchio (rotto in finale scudetto) perfettamente riuscita ad opera del dr. Giorgio Benigni ed il suo staff: tempi di recupero per il ritorno in campo che si attestano attorno ai 6 mesi. A loro si aggiunge Dallago assieme al folto gruppo locale con capitan Giongo, Alessandrini, Folgheraiter e D’Antino seguiti a ruota dai più giovani Simone Facchinelli e Marco Chistè assieme ai cugini Nicola e Matteo Moser, autori nella passata stagione di notevoli passi importanti in termini di minutaggio e qualità. Non mancherà infine la propulsione del vivaio giovanile, con gli atleti fra il 2000 ed il 2003 che rimpingueranno in termini di freschezza e talento la rosa della prima squadra agli ordini di mister Andreasic. Perfezionata l’iscrizione alla Serie A1, la società giallonera pensa ora a puntellare il rooster con due innesti, nell’ottica di mantenere il buon livello qualitativo dimostrato dalla squadra nelle ultime stagioni.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Due gialloneri all’European Open con la nazionale Under 17

Chiusa la prima serie di finali nazionali, dedicata ad Under 19 ed Under 17 tornano a tenere banco gli impegni delle nazionali: la selezione senior ha chiuso il proprio percorso di qualificazione ad Euro 2020 senza successo ma a testa altissima ed ora tocca ai più giovani. La nazionale Under 17, in vista degli Europei 2020 a cui – questa volta sì – è qualificata, disputerà la prestigiosa manifestazione dell’European Open alla Partille Cup in quel di Göteborg, in Svezia, il torneo più famoso al mondo. Assieme ad altre 23 nazionali quindi gli azzurrini giocheranno questo “europeo” non ufficiale ma che da anni ormai assume a tutti gli effetti le sembianze della manifestazione continentale. Per i ragazzi guidati da Riccardo Trillini e Boris Popovic raduno previsto già il 24 giugno prossimo, con 7 giorni di allenamenti e poi la kermesse in Svezia dall’1 al 5 luglio. Saranno due i gialloneri presenti in azzurro: si tratta di Nicola Fadanelli e Gabriele Sontacchi. I due, premiati anche alle finali nazionali di Cassano Magnago rispettivamente come miglior centrale e pivot della manifestazione nazionale, sono nel giro azzurro ormai da mesi e sono stati confermati nella lista preliminare di 20 atleti da cui verranno poi selezionati i 18 che andranno in Svezia. Non convocato il terzo giallonero nel giro azzurro, Jonas Walcher, nonostante l’ottimo smalto mostrato alle finali nazionali di categoria ed il premio individuale come miglior terzino sinistro ottenuto. Per il giallonero, sempre convocato dallo scorso anno con il gruppo del biennio 2002-2003 una pausa che servirà per conquistarsi nuovamente il posto in azzurro a partire dai prossimi impegni. La nazionale affronterà nel Preliminary Round le nazionali di Romania, Austria, Montenegro, Islanda ed Olanda: un banco di prova di altissimo livello che darà un giudizio sullo stato di forma del team azzurro.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra