Luce ancora spenta, Pressano sconfitto a Sassari

Di fronte alla Raimond Sassari si interrompe la striscia positiva della Pallamano Pressano CR Lavis in Serie A1. Dopo tre vittorie consecutive i gialloneri di Andreasic si sono dovuti arrendere al Pala Santoru di Sassari col punteggio di 22-18 che testimonia una serata ai limiti del disastroso per la truppa trentina. Mai in partita, la squadra giallonera ha sofferto terribilmente in attacco, complice la serata negativa di quasi tutti gli effettivi ed anche in difesa diverse amnesie hanno spianato la strada al team sassarese, capace di riscattarsi fra le mura amiche. Che sarebbe stata una trasferta insidiosa lo si sapeva ma in campo Pressano ha dato decisamente meno rispetto al proprio potenziale: a partire dall’approccio alla gara, 4-0 per Sassari dopo 9’ ed attacco giallonero in totale blackout. Le reti arrivano col contagocce da ambo le parti ma Pressano non riesce ad imporsi e dal 9-4 del 22’ si passa al laconico 11-5 di fine primo tempo. Peggior score in un solo tempo da tempo immemore e divario durissimo da colmare soprattutto in trasferta: Sassari infatti ci crede e continua nella propria partita lineare, superiore quanto basta ai gialloneri per conquistare i due punti. Gli unici due sussulti di Pressano nella ripresa arrivano sul 14-10 prima e sul 20-16 poi con Giongo e Folgheraiter a provare a scuotere la squadra trentina ma la serata è decisamente negativa ed in entrambi i casi Sassari riesce a sfruttare gli errori offensivi trentini per garantirsi ossigeno e ristabilire sempre le distanze fra le 5 e le 7 reti, non lasciando appello al risultato finale, 22-18 e peggior score offensivo della stagione per Pressano. Una pagina da cancellare ed un trend da invertire: troppo grezza la manovra giallonera che quest’anno non ha ancora dato segnali di brillantezza. Alla squadra ora il compito di riscattarsi: la classifica continua a restare cortissima grazie ai numerosi colpi di scena; fra il 2º e l’8º posto (occupato ora da Pressano) ci sono 5 punti ed ora il calendario obbliga la squadra di Andreasic quantomeno a mantenere la posizione a partire da sabato al Palavis quando arriverà il Merano per uno scontro diretto in chiave playoff.

Sassari – Pressano 22-18 (p.t. 11-5)

Sassari: Bomboi, Braz 4, Brzic 1, Cirilli 2, Del Prete, Delogu, Guggino, Manca, Mbaye, Nardin 6, Pereira 5, Spanu, Stabellini 2, Taurian 2, Voliuvach, Vosca. All. Passino

Pressano: Alessandrini, Argentin 1, D’Antino 2, Dallago 2, Dedovic 3, Facchinelli, Folgheraiter 2, Giongo 3, Moser M., Moser N. 1, Nikocevic 4, Sampaolo, Sontacchi. All. Andreasic

Arbitri: Di Domenico – Fornasier

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

A Sassari crocevia dell’andata per la Pallamano Pressano

Una trasferta più che insidiosa attende la Pallamano Pressano CR Lavis, impegnata nella 9^ giornata di Serie A1 sul campo sardo della Raimond Sassari. Neopromossa d’eccellenza, roccaforte storica della pallamano italiana, Sassari rappresenta una delle squadre più attrezzate del campionato e con un progetto ambizioso ha tutta l’intenzione di piazzarsi nelle posizioni che contano in graduatoria. Rispettivamente al 7º ed 8º posto in classifica, le due squadre si giocheranno quindi uno scontro diretto vero e proprio. Un banco di prova impegnativo per la squadra di Andreasic che dovrà dimostrare di aver voltato pagina cercando punti pesanti, nell’ottica di restare aggrappata al treno di testa. Dall’altra parte del campo Sassari cerca la propria prima vittoria d’eccellenza per rilanciare una stagione fin qui fatta di alti e bassi. Sarà quindi partita da “all in” quella del PalaSantoru, ricca di significati e dalla posta in palio importante in vista dell’ultimo spicchio di 2019. I gialloneri ritroveranno l’ex Stabellini, passato in maglia Raimond, nonché altri grandi nomi della pallamano come il centrale Brzic ed il terzino sinistro italo-brasiliano Allan Pereira, dalla scorsa settimana abilitato a scendere in campo. In casa Pressano lo stato di forma è positivo così come il clima, dopo 3 vittorie consecutive serve ora dare un netto segnale: ogni gara che passa è occasione per testare le ambizioni giallonere. Una sconfitta a Sassari complicherebbe e non poco la rincorsa alla Top4, mentre un successo, in vista del fitto programma di impegni casalinghi, potrebbe fare da trampolino di lancio. In mezzo c’è una gara tutta da giocare e da vivere, sicuramente fra le più impegnative ed emozionanti della stagione: fischio d’inizio a Sassari alle ore 18.30 ad opera della coppia Di Domenico – Fornasier. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano buono quanto basta: Fondi superato al Palavis

Una prova più che sufficiente basta alla Pallamano Pressano CR Lavis per superare l’HC Fondi e cogliere la terza vittoria consecutiva nel campionato di Serie A1. Un successo meritato quello portato a casa dai gialloneri che sul parquet amico del Palavis non si sono lasciati sorprendere dalla buona compagine fondana, mai doma per tutto l’incontro. Due punti in tasca quindi per la squadra trentina che resta nella parte alta della classifica, in coda al numeroso e compatto gruppo all’inseguimento di Siena. Al Palavis l’ottava giornata di Serie A1 è un continuo tira e molla: dopo il doppio vantaggio improvviso in avvio di gara ad opera di Fondi lo score si fa equilibrato. È ancora una volta il montenegrino Nikocevic (anche ieri top scorer della serata con 10 reti) a trascinare in attacco la squadra giallonera con 5 dei primi 6 gol che portano la sua firma. Dal 5-6 Pressano compie il primo strappo con un bel break gestito grazie ad una difesa più attenta che porta il punteggio sul 10-7 in favore dei padroni di casa. Senza allungare ulteriormente, complice qualche errore in fase offensiva, Pressano resta comunque al comando delle operazioni con Fondi sempre vivo ed il primo tempo si chiude sul 15-12. A spaccare la partita è l’inizio del secondo tempo: l’attacco giallonero gira a meraviglia e grazie a due palloni rubati la squadra di Andreasic piazza subito il break di 3-0 che vale il +6, 18-12 dopo appena 6’. La partita però non si fa tranquilla perchè Fondi con un buon Oliveira sul settore mancino risponde presente e torna a 3 reti di distacco sul 20-17 con il pallone del -2. Di qui è un continuo tira e molla con Pressano nuovamente in accelerazione con capitan Giongo sugli scudi fin sul 25-18 prima di subire un nuovo contraccolpo ma senza mai rischiare la gara. Finisce così 31-25 con una buona prova corale e quasi tutti gli effettivi a segno. Ora l’asticella si alza: in vista c’è la trasferta di Sassari.

Pressano – Fondi 31-25 (p.t. 15-12)

Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Chistè, Moser M. 3, Dedovic, D’Antino 2, Sontacchi 1, Fadanelli 1, Giongo 5, Nikocevic 10, Sampaolo, Rossi, Alessandrini 2, Argentin 3, Folgheraiter, Moser N. 1. All. Andreasic

Fondi: Marino 1, Sciorsci, Miceli 1, Arena 1, Zanghirati, Leal 2, Macera 3, Pola 3, Rosso 4, Soliani, Oliveira 10, Pestillo. All. De Santis

Arbitri: Cardone-Cardone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Al Palavis arriva il Fondi, Pressano a caccia di conferme

Dopo la doppietta pugliese intervallata dalla lunga pausa di ottobre, la Pallamano Pressano CR Lavis torna a calcare il parquet amico del Palavis per affrontare nell’ottavo turno di Serie A1 il Fondi. Sfida delicata quella in programma per capitan Giongo e compagni che, dopo l’avvio di stagione altalenante, sembrano ora poter assumere un ritmo più costante. Rimasti in scia al gruppone di testa in graduatoria, i gialloneri devono ora sudare per recuperare il “minibreak” patito nelle prime giornate e quella contro Fondi sarà una delle insidiose gare da portare a casa con l’intera posta in palio. Vero e proprio scontro diretto di metà classifica, l’incontro con la squadra allenata da Giacinto De Santis sarà tutt’altro che agevole: a quota 6 punti contro i 7 di Pressano, il team fondano arriva al Palavis per tentare il primo vero colpaccio della stagione. Rinnovata e rinforzata, la squadra di Fondi ha di fatto steccato soltanto la partita a Bressanone, lottando fino all’ultimo in tutte le altre partite compresa l’ultima gara giocata sabato contro il forte Cassano Magnago che solo nel finale è riuscito ad imporsi. Attenzione massima quindi per un incontro ricco di trappole da evitare: i gialloneri sono consapevoli del proprio percorso di crescita e, soprattutto in casa, sanno di non poter sbagliare il colpo in questo novembre cominciato bene a Fasano e che ora deve proseguire nel migliore dei modi. Al completo le due squadre che potranno così esprimere tutto il loro potenziale sul parquet del Palavis e far divertire il pubblico giallonero in un’altra equilibratissima sfida di un campionato di Serie A1 fino ad ora illeggibile ed emozionante. Fischio d’inizio fissato a Lavis per le ore 19.00, eccezione rispetto all’orario di gara di quest’anno fissato alle 20.00: arbitrano l’incontro i fratelli Cardone di Napoli.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano riparte bene: espugnata Fasano 30-35

Riprende con un successo la marcia in Serie A1 della Pallamano Pressano CR Lavis. Dopo le tre settimane di pausa dedicata alla nazionale i gialloneri guidati da Neven Andreasic hanno ricominciato il cammino nella massima serie da dove lo avevano lasciato, superando una pugliese. Lo scorso 12 ottobre fu Conversano a cadere sul parquet del Palavis, questa volta è toccato alla Junior Fasano arrendersi alle gesta dei gialloneri, scesi in terra pugliese con l’obiettivo di fare punti pienamente centrato. Il punteggio finale recita 30-35 per la squadra trentina che ha così messo in campo nella stessa gara la peggior prestazione difensiva stagionale (trenta gol subiti) ma al contempo la miglior prestazione in termini di realizzazioni (trentacinque) che ha garantito i due punti a Giongo e compagni. Sempre in vantaggio per tutto l’incontro, i ragazzi gialloneri hanno più volte rischiato di rimettere in gioco il match ma proprio nei momenti cruciali, contrariamente a quanto accaduto altre volte, la squadra di Andreasic ha mostrato freddezza. Dopo 10’ di gioco in avvio l’equilibrio regna sovrano: dal 4-4 tuttavia Nikocevic (top scorer anche in questa occasione con ben 11 reti) e compagni spingono sull’acceleratore portandosi a condurre 5-9. Lo strappo però non dura, perché Fasano trascinata dall’intramontabile capitan Messina (9 reti) reagisce, resta in scia ed a cavallo fra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo torna prepotentemente col fiato sul collo dei gialloneri. La partita resta incerta fin sul 22-23 ma Pressano non molla mai il vantaggio e nel cuore della ripresa infila il break decisivo: due palloni recuperati valgono le reti di Nikocevic, Dedovic e Dallago che fissano lo score sul 24-28. Nel finale Fasano prova a rientrare ma la difesa lavora bene, Sampaolo chiude alcune conclusioni e Pressano può allungare sul 26-31 a 7’ dalla fine, score che diventerà poi senza patemi d’animo 30-35 alla seconda sirena. Due punti fondamentali che fanno restare Pressano attaccato al treno di testa nel cuore della classifica: obiettivo ora sarà confermarsi, a partire dall’impegno di sabato al Palavis contro il Fondi.

Fasano – Pressano 30-35 (p.t. 13-15)

Fasano: Pavani, De Leonardis, De Santis P. 1, Angiolini 5, Angeloni, Palmisano, Colella, Bargelli 4, Beharevic, Errico, Gallo, Notarangelo 3, Pignatelli 4, Pugliese 4, De Santis L., Messina 9. All. Ancona

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Moser M., Dedovic 8, Sontacchi 1, Cipriani, Fadanelli 3, Giongo 2, Nikocevic 11, Sampaolo, Rossi, Alessandrini 3, Argentin, Moser N. 3. All. Andreasic

Arbitri: Manuele-Castagnino

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Da Fasano riprende la Serie A1 della Pallamano Pressano

Dopo 3 settimane di sosta, nel mezzo del ponte di Ognissanti riprende il campionato di Serie A1 maschile della Pallamano Pressano CR Lavis. Di pugliese in pugliese, i gialloneri saranno impegnati sul duro campo della Palestra Zizzi di Fasano per la 7^ giornata di Regular Season dopo aver superato nell’ultimo turno di campionato disputato il 12 ottobre l’altra pugliese di Serie A1, il Conversano. Nonostante lo stacco temporale fra una gara e l’altra, la squadra trentina dovrà dimostrare un netto cambio di passo rispetto alla prima fetta di campionato: per balzare in piena zona playoff e restarci non ci si potrà più concedere grossi errori ed ecco che le gare soprattutto in trasferta diventano preziose occasioni per fare bottino. Di fronte a Giongo e compagni ci sarà una delle gare esterne più insidiose e proprio il coefficiente di difficoltà dovrà spingere ulteriormente la squadra di Pressano per cercare di portare a casa due punti su un campo dove hanno già vinto altre due regionali, Bressanone e Merano. Una giovane ma volenterosa Junior Fasano tuttavia non farà sconti e dopo una prima parte di stagione da alti e bassi, nonostante la rosa rivoluzionata, la squadra di mister Francesco Ancona proverà in tutti i modi a fermare i gialloneri. Pronostico quindi apertissimo per una sfida che vale punti importanti nel mezzo della classifica di Serie A1: una vittoria consentirebbe a Pressano di stabilirsi a metà classifica, mentre una sconfitta di contro taglierebbe le gambe alle ambizioni di alta graduatoria. Lo sanno bene i ragazzi in campo, che faranno visita alla squadra pugliese senza D’Antino e Folgheraiter. Fra loro il montenegrino Bozidar Nikocevic presenta così la sfida:”Finalmente riprendiamo il cammino in campionato. Lo faremo contro una squadra di grande tradizione come il Fasano che quest’anno si presenta come giovane e piena di energie. Sarà una partita insidiosa ma noi sappiamo di dover far bene per portare a casa la vittoria.” Fischio d’inizio a Fasano alle ore 19.00, arbitra la coppia Castagnino-Manuele.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano squilla prima della pausa: Conversano KO al Palavis

La seconda vittoria stagionale della Pallamano Pressano CR Lavis addolcisce un avvio di stagione stentato. Tornati fra le mura amiche del Palavis dopo oltre un mese, i gialloneri hanno saputo far valere il fattore campo contro i pugliesi del Conversano secondi in classifica. Le due squadre, in lotta lo scorso anno per la finale scudetto, hanno saputo offrire un’altra epica battaglia sul parquet lavisano: di fronte al pubblico delle grandi occasioni, nella serata dedicata alla memoria per Giorgio Chistè, la squadra di casa ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, conquistando i due punti con un sudatissimo 23-21. Una vittoria obbligata e conquistata con rabbia da parte dei gialloneri, costretti a tornare al successo per non perdere il treno delle posizioni di vertice. La sfida ha messo in mostra un Pressano ancora non al top in fase offensiva ed un Conversano quadrato e performante come annunciavano i risultati positivi delle ultime gare: alla fine l’hanno spuntata Nikocevic e compagni, bravi a far valere la maggior freddezza nei momenti decisivi. Tanta tensione caratterizza la prima parte del match: dopo 6’ di gara il punteggio sosta sullo 0-0, frutto degli errori offensivi gialloneri e delle parate di un super Sampaolo nella prima parte di gara. Una volta sbloccato lo score le reti arrivano comunque col contagocce: due splendide difese frenano gli attacchi ma il piglio migliore lo hanno i padroni di casa che passano a condurre fin sul 7-4 fallendo la rete del +4. Conversano resta così in scia e con una prova corale gli uomini di Tarafino non lasciano scappare i padroni di casa: la prima frazione va così chiudendosi sul 10-8 ed in avvio di ripresa i pugliesi sembrano avere il piglio migliore. È qui che la gara si fa vivace: senza esclusione di colpi le squadre si affrontano a viso aperto, le difese si aprono e Conversano ne approfitta con Giannoccaro. Break di 2-6 e punteggio ribaltato sul 12-14 dopo 8’ del secondo tempo ma Pressano ha carattere da vendere e grazie alle reti di Nikocevic (score pazzesco di 11 marcature per lui) la risposa dei locali è disarmante: 8-2 rifilato agli avversari, difesa insuperabile e 20-16 che quando mancano 7’ di gara sembra indirizzare il match. Non è così, perché due contropiede fanno tornare velocemente Conversano in partita: la gara si riapre definitivamente con la rete del 22-21 siglata a 2’ dal termine ma Pressano è più freddo e chiude i conti ad una manciata di secondi dalla fine siglando il definitivo 23-21 che fa esplodere il palasport lavisano e suona come liberatorio dopo un avvio di campionato difficile. La vittoria, dedicata chiaramente alla memoria di Chistè, lascia spazio ora ad una lunga pausa: si riprende il 2 novembre da Fasano.

Pressano – Conversano 23-21 (p.t. 10-8)

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Moser M., Dedovic 4, D’Antino, Sontacchi G., Fadanelli 1, Sontacchi D., Giongo 1, Nikocevic 11, Sampaolo, Rossi, Alessandrini, Argentin 2, Folgheraiter, Moser N. All. Andreasic

Conversano: Hermones, Corcione, Laera 3, Giannoccaro 5, Degiorgio 4, Di Giandomenico, Carso, Sperti 4, Iballi E., Iballi A. 1, Dainese 3, Stosljievic 1. All. Tarafino

Arbitri: Cosenza-Schiavone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra