Pressano ed Euregio, la pallamano si unisce in un torneo

Alle porte dell’estate, nel mezzo delle tante incognite che l’emergenza Coronavirus sta lasciando sulla propria strada, una notizia positiva sta prendendo forma giorno dopo giorno. In risposta alla crisi infatti le più importanti squadre dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino fanno quadrato, e lo fanno in un modo raramente visto: unite per rilanciare la pallamano. Come? Con un prestigioso torneo la cui organizzazione ha preso il via la scorsa settimana. Su iniziativa spontanea, i sodalizi più in vetrina da Borghetto a Kufstein si sono ritrovati con lo stesso obiettivo: ripartire con ambizione e determinazione. Il progetto, che attende solo di essere messo in atto, prevede un torneo in apertura di stagione: per evitare lunghe trasferte nell’ambito delle amichevoli prestagionali, i team dell’Euregio hanno deciso di sfruttare il proprio potenziale e restare nella macroregione, ad oggi patria di pallamano fra le più floride.

Al via ci saranno le due tirolesi MEDALP Tirol e Sparkasse Schwaz, assieme alle cinque squadre di Serie A1 maschile della regione Trentino-Alto Adige vale a dire Pressano Cassa di Trento, Alperia Meran, Loacker Bozen, Sparer Eppan e SSV Brixen. Sette compagini pronte a fare fronte comune per rilanciare la pallamano al meglio e tutte di livello assoluto per cominciare l’anno sportivo con i migliori propositi dopo l’interruzione di marzo. Sulla carta quindi tutto è pronto per essere messo in pratica ma dipenderà dall’evolversi della situazione sanitaria e dalle relative restrizioni: per questo motivo i club si sono accordati per programmare il “Campionato dell’Euregio” in agosto, con un girone unico a 7 squadre da disputare in 6 giornate, mediamente una gara ogni 3 giorni a partire dal 12 agosto.

Il Presidente della THV (Tiroler Handball Verband) Thomas Czermin è stato fra i più attivi promotori dell’iniziativa:”Vogliamo rendere questo torneo permanente, per dare un segnale al nostro territorio dell’Euregio e dimostrare l’unità e la collaborazione che c’è fra noi società e comitati.” Non è la prima collaborazione fra diverse regioni: la squadra maschile dell’Innsbruck milita nel campionato di Serie A2 maschile italiana e dal prossimo anno la UHT Telfs Meinhardinum è indirizzata verso l’iscrizione dalla Serie A2 femminile, mentre è ormai pluriennale la partecipazione di Innsbruck e Schwaz ai campionati giovanili del Trentino Alto Adige. Un’iniziativa di grande prestigio che dimostra la compattezza del movimento pallamanistico nell’Euregio e che farà da rompighiaccio per testare tutte le nuove norme in materia di comunicazione e marketing che i club di Serie A1 maschile dovranno osservare:”Se le norme sanitarie ci permetteranno di giocare, sarà una manifestazione importantissima – commenta mister Fusina – e sarà molto importante per noi, per confrontarci con club del nostro campionato e rodare da subito i meccanismi di squadra”.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa di Trento

Porta ellenica per Pressano, Nikos Loizos è il nuovo portiere giallonero!

Colpo di mercato estero per la Pallamano Pressano Cassa di Trento in pieno allestimento del rooster 2020/2021 che parteciperà alla Serie A1 maschile. La società del presidente Giongo ha coperto i propri pali sostituendo Valerio Sampaolo con un importante innesto da fuori nazione: si tratta del portiere greco Nikolaos Loizos, classe 1990 con una grande esperienza alle proprie spalle. Un acquisto di grande caratura che mantiene alto il livello fra i pali gialloneri del Palavis, che dopo 10 anni saranno difesi dall’estremo difensore ellenico per tutti semplicemente “Nikos”. Da lungo tempo portiere della nazionale greca e fra i più noti estremi difensori della propria nazionale, Loizos vanta 50 presenze in nazionale ed una lunga serie di gare europee disputate con i propri club. Dagli anni nelle file del Diomidis Argous fino alle stagioni con il PAOK, Loizos ha vinto Scudetto e Coppa di Grecia e nella stagione 2017/2018 ha vestito la maglia lussemburghese del Kaerjeng, vincendo il campionato.

Due metri di altezza per 90 kg di peso fanno di Loizos un portiere che si potrà adattare in maniera decisa alla squadra giallonera ed i presupposti sono i migliori:”Sono felice ed impaziente di cominciare questa nuova avventura – le prime parole di Nikos in giallonero – Ho scelto la Pallamano Pressano perché all’età di 30 anni era tempo di mettermi in gioco in modo ancor più professionale e fare una nuova esperienza all’estero, provando un campionato in cui non ho mai giocato.

Seguito nell’ultimo periodo da mister Fusina, Loizos ha così sposato il progetto giallonero:”Le idee societarie e dell’allenatore mi hanno convinto subito – prosegue Loizos – Mi stimola molto potermi confrontare con le realtà italiane e con i migliori giocatori in Italia, tanti già affrontati nei match fra nazionali.” A Pressano arriva quindi un sostituto di peso fra i pali, per mantenere alta la qualità in rosa e dare la caccia agli obiettivi stagionali:”Sono sicuro che quest’anno ci divertiremo – rilancia il portiere ellenico – e che la Pallamano Pressano farà ogni giorno grandi passi verso i propri obiettivi.

Nikolaos Loizos farà coppia in porta con Simone Facchinelli, classe ’98 da 4 stagioni fedele scudiero di Sampaolo, per formare una coppia di estremi difensori di livello. L’estremo difensore ellenico vestirà la maglia numero 28 della squadra e si presenta come un acquisto di peso per i colori gialloneri.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa di Trento