Archivio mensile:gennaio 2019

Pressano vince la battaglia con Cassano: è secondo posto

Undicesima vittoria stagionale per la Pallamano Pressano CR Lavis che corona il proprio periodo di grazia sconfiggendo al Palavis la formazione lombarda del Cassano Magnago: con questo successo i gialloneri scavalcano proprio gli amaranto al secondo posto, issando così alla seconda piazza della graduatoria nazionale. Un trionfo fondamentale per Giongo e compagni, capaci di imporre il proprio gioco per lunghi tratti nei confronti di un Cassano mai domo, capace di passare in vantaggio proprio negli ultimissimi minuti. La squadra trentina però ha dimostrato anche di saper soffrire e con un colpo di reni finale è riuscita a portare a casa l’intera posta in palio sul 26-25 finale che fa esplodereil Palavis, gremito per l’occasione. Una partita davvero combattuta quella disputata fra la seconda e la terza forza della Serie A1: in avvio manca smalto a Bolognani e compagni che nei primi 4 minuti perdono 5 palloni e permettono agli ospiti di comandare lo score, 1-3. Una situazione difficile che si protrae fino al 4-6: è l’ala Saitta nelle file cassanesi a far male alla difesa di casa che lascia troppi varchi. In attacco le cose non migliorano ma quando Dallago (8 reti e top scorer) affina la mira la squadra di casa risorge e passa a condurre. Perentorio il parziale di 7-1 che vale il massimo vantaggio giallonero a 10’ dal termine, 11-7. Mister Kolec chiama timeout e Cassano si scuote ma la squadra di casa con due reti di Giongo torna avanti e chiude la prima frazione sul 14-11. Un vantaggio comunque insignificante, ma nella ripresa è ancora Pressano a fare meglio: la difesa tiene, recupera palloni ed in attacco i padroni di casa riescono a bucare Monciardini con Di Maggio. Cassano, da miglior difesa d’Italia, mette infatti in seria difficoltà le iniziative di casa e Pressano soffre ma sembra tenere il mano il match: sul 19-15 Folgheraiter ha il pallone del possibile +5 ma Monciardini para e gli ospiti si scuotono. Il portiere amaranto continua a chiudere le conclusioni dai 6 metri dei padroni di casa e Cassano comincia una lenta ma inesorabile rimonta. Rete su rete i lombardi tornano sotto e solo qualche soluzione individuale mantiene Pressano avanti: l’aggancio si concretizza proprio nel finale. A 5’ dal termine Cassano pareggia ancora con Saitta, 23-23: tutto da rifare per i gialloneri che si scompongono e passano anche ad inseguire sul 24-25. La situazione sembra critica ma Bolognani sfodera una doppietta dal cilindro negli ultimi 2 minuti, la difesa di casa regge ed i gialloneri fanno valere la legge del Palavis, trionfando sul 26-25.

Pressano – Cassano Magnago 26-25 (p.t. 14-11)

Pressano: Alessandrini 2, Bolognani 3, D’Antino, Dallago 8, Dedovic 3, Di Maggio 6, Folgheraiter, Giongo 4, Moser N., Sampaolo, Chistè, Facchinelli, Sontacchi, Fadanelli, Moser M., Mazzucchi. All. Dumnic

Cassano Magnago: Ilic, Scisci, Fantinato, Moretti 7, Monciardini, Saitta 5, Milanovic 2, Ilinca, Bassanese 2, Cenci, Gallazzi 3, Possamai 1, Dorio, Bortoli 4, Luoni, La Mendola 1. All. Kolec

Arbitri: Cosenza-Schiavone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano all’assalto del secondo posto: al Palavis c’è Cassano Magnago

Seconda sfida d’alta quota consecutiva in programma per la Pallamano Pressano CR Lavis che affronterà (ore 20.00) al Palavis i lombardi del Cassano Magnago. Un vero e proprio scontro diretto quello fra gialloneri ed amaranto che sostano rispettivamente al 3º e 2º posto in classifica, divisi soltanto da un punto. Tutto in sessanta minuti quindi per muovere una classifica che ormai da due mesi viaggia sull’onda dell’equilibrio: in palio c’è la seconda piazza, fondamentale in ottica PlayOff per fattore campo e non solo. Pressano e Cassano sono sicuramente due delle squadre più in salute del periodo: entrambe vengono da una vittoria (il brillante successo in casa della capolista Bolzano per i gialloneri e la vittoria casalinga contro Cingoli per il team cassanese) ed hanno tutta l’intenzione di confermare il trend positivo per proseguire la marcia in classifica; all’andata finì 29-26 per la squadra varesina. Tutti in equilibrio i fattori della gara: un punto divide le due squadre, 8 sono le reti segnate di differenza (364 di Cassano contro 372 di Pressano) e soltanto 2 la differenza fra le reti subite (328 quella cassanese e 330 quella giallonera). Obbligatorio attendersi dunque un match stellare, fissato come “Match of the Week” da parte della FIGH: in campo squadre al completo e sfida anche in panchina fra l’esperto Branko Dumnic e la nuova leva Davide Kolec, classe 1992. Sarà partita vera sul parquet del Palavis, che torna ad ospitare i gialloneri dal 15 dicembre scorso: nel mezzo la vittoria in Supercoppa e due successi esterni per la squadra capitanata da Alessio Giongo, consapevole dell’importanza delle gare casalinghe. L’obiettivo è infatti quello di mantenere inviolato il campo lavisano, espugnato solo alla prima giornata lo scorso 9 settembre: di lì solo successi per Pressano in casa ed ora nel mirino c’è la seconda piazza in classifica, in vista dei mesi di febbraio e marzo che impegneranno notevolmente la truppa trentina. Fischio d’inizio ad orario inedito, fissato alle 20.00 per esigenze organizzative, e direzione di gara affidata alla coppia siciliana Cosenza-Schiavone.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano perfetto, Bolzano si inchina: 25-32 in casa della capolista!

Il primo capolavoro del 2019 è targato Pallamano Pressano: il team trentino confeziona una vera e propria perla sul campo della capolista Bolzano, schiantando nettamente i biancorossi per 25-32. Una partita magistrale quella condotta dai gialloneri, avanti per tutto il match e meritatamente in trionfo a fine gara. Grazie ad un attacco in serata di grazia e ad una difesa fenomenale, i ragazzi guidati da mister Branko Dumnic hanno messo in campo decisamente la miglior prestazione della stagione. In mezzo a tante incognite, Pressano ha saputo mostrare i muscoli con grande esperienza: vendicato con gli interessi il 21-26 bolzanino di settembre al Palavis, quando la squadra di Dvorsek dominò toccando anche il +12. Questa volta le parti sono invertite e l’orchestra giallonera ha saputo seguire la partitura come raramente visto. Se lo scorso anno fece rumore la vittoria di Pressano a Bolzano per 5 reti (non accadeva in assoluto dal 1990 ai biancorossi di perdere in casa con 5 o più reti di scarto), oggi la notizia è ancor più marcata. La truppa trentina c’è e continua a dimostrarlo a suon di prestazioni: encomiabile la partita giocata da Bolognani e compagnia, capaci di annullare le iniziative dei locali, imbattuti in stagione fino ad oggi (ieri per chi legge, ndr). Il match parte con una buona dose di studio fra le due squadre: l’iniziativa la prendono comunque i gialloneri che mostrano fin dai primi minuti le proprie armi. Sono Bolognani ed Alessandrini a scaricare in campo tutta la grinta: il terzino giallonero sigla 8 reti, mentre il pivot di Pressano con 5 segnature è perfetto dalla linea dei 6 metri. A suon di reti il collettivo giallonero tiene alto il ritmo ma un buon Gaeta fra le maglie bolzanine rintuzza e la partita resta in parità, 6-6 a metà primo tempo. Col passare dei minuti però gli ospiti innestano una marcia superiore: la difesa fa buona guardia, Sampaolo para ed in attacco con grande eleganza e precisione Pressano buca Volarevic con continuità. È un crescendo continuo per Giongo e compagni che proprio nel finale della prima frazione infilano il break che si rivelerà decisivo: Bolognani, Dedovic (8 reti e top scorer alla pari di Bolognani) e Dallago firmano lo strappo, portando avanti i gialloneri 10-15 dopo 30 minuti. Gli ospiti si trovano quindi fra le mani un bottino considerevole e non abbassano la guardia: la squadra giallonera fiuta il colpaccio e scende in campo nella seconda frazione nel migliore dei modi. È capitan Giongo ad aprire le marcature nella ripresa, siglando il 10-16 in inferiorità numerica: un segnale ben assestato che smorza già in partenza le speranze dei padroni di casa. Bolzano da grande squadra sa di possedere le carte in regola per ribaltare tutto e prova ad accelerare il ritmo ma la volontà non basta di fronte all’arcigna difesa ospite, capace di ricacciare indietro sistematicamente gli attacchi locali. È Udovicic a spingere in fase offensiva ma l’attacco di Pressano orchestrato a turno dagli effettivi in maglia giallonera è incontenibile: grazie ad una percentuale in attacco stellare la ciurma trentina non va mai sotto alle 5 reti di vantaggio e gioca con il cronometro a proprio favore. Gli ultimi 10’ sono una passerella inedita per Pressano che amministra con sicurezza in casa della capolista: con superiorità la squadra di Dumnic si concede anche qualche rete strappa applausi e chiude la partita in crescendo, firmando il massimo vantaggio proprio allo scadere: un 25-32 roboante che regala un altro sorriso alla società del Presidente Lamberto Giongo. Due punti pesantissimi quindi quelli conquistati da Pressano che fa bottino pieno e si mantiene al terzo posto in classifica: nessun balzo e nessun miracolo, ma l’importanza di conquistare punti soprattutto in trasferta è cosa nota nel campionato di quest’anno ed i gialloneri hanno davvero confezionato un capolavoro da ricordare. Superato un grande ostacolo come quello bolzanino, la Pallamano Pressano CR Lavis ora non può abbassare la guardia: sabato al Palavis arriva la seconda forza in classifica Cassano Magnago ed i gialloneri dovranno giocare il match come una finale per entrare sempre più nel mezzo della zona PlayOff.

Bolzano – Pressano 25-32 (p.t. 10-15)

Bolzano: Volarevic, Sonnerer 5, Udovicic 3, Brzic, Viehwieder, Kammerer, Sporcic, Halilkovic 4, Bertagnolli, Mathà, Arcieri, Gaeta 4, Pircher 1, Innerebner 1, Turkovic 6. All. Dvorsek

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Chistè, Bolognani 8, Dedovic 8, Di Maggio 2, Sontacchi, Fadanelli, Giongo 5, Sampaolo, Alessandrini 5, Argentin, Folgheraiter, Moser. All. Dumnic

Arbitri: Zendali-Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Sfida alla capolista per Pressano: è big match a Bolzano

Si apre con una sfida d’alta quota il girone di ritorno della Pallamano Pressano CR Lavis, impegnata sul campo della capolista Bolzano. Dopo la positiva chiusura di andata sabato scorso, i gialloneri sono chiamati ora ad affrontare le tredici gare di ritorno della Regular Season che definiranno il quadro PlayOff Scudetto. Il primo appuntamento è, come detto, fra i più duri della stagione se non proprio il più ostico: la squadra di mister Branko Dumnic farà infatti visita ai biancorossi del Bolzano, attualmente in vetta alla graduatoria con 25 punti, 5 di vantaggio sulla seconda classificata Cassano Magnago e con un solo pareggio e 12 vittorie in 13 partite alle spalle. Un filotto impressionante, che ha proiettato Bolzano ad essere la netta favorita per i titoli in palio in questo 2019. A provare ad interrompere la corsa bolzanina ci saranno i gialloneri capitanati da Giongo, desiderosi di accumulare punti importanti in chiave classifica. L’obiettivo è quello delle prime 4 posizioni per entrare nei PlayOff ma la classifica stretta ed il calendario duro da qui a maggio costringono Pressano a ridurre al minimo di passi falsi. Ecco che il big match di Bolzano assume quindi un contorno di particolare importanza: in primis per il fascino legato alla sfida, ormai da anni partita di cartello della pallamano italiana ed anche per la posta in palio. In casa Pressano c’è da riscattare il risultato dell’andata, quando al Palavis Bolzano dominò in lungo ad in largo, comandando anche di 11 reti per poi “accontentarsi” del 21-26 finale. A caccia di conferme ed in cerca del colpaccio, una Pallamano Pressano in discreta forma proverà quindi a mettere i bastoni fra le ruote alla squadra di Dvorsek: la certezza è quella di assistere ad uno spettacolo della pallamano, fra le mura della Gasteiner. Fischio d’inizio fissato alle ore 19.00 ed affidato alla coppia internazionale Zendali-Riello. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Le giovanili di Pressano in grande spolvero a metà stagione

Si avviano al giro di boa i campionati giovanili della pallamano regionale in Trentino AltoAdige: in casa Pallamano Pressano CR Lavis è tempo di tracciare un primo bilancio stagionale e come ormai avviene pressochè tutti gli anni il commento riguardo al cammino delle giovanili è ampiamente positivo. A partire dalla coppia Under 19 ed Under 17 che sta vivendo un’annata da ricordare: il nutrito gruppo giallonero diviso sulle due categorie ha compiuto fin qui un percorso immacolato, vincendo tutte le gare disputate. Netto e pulito il filotto dell’Under 19 che con 8 vittorie in 8 partite, a metà campionato sosta chiaramente in vetta alla classifica: a pesare sono soprattutto i due scontri diretti vinti sulla diretta e storica avversaria del Merano, distante 4 lunghezze in classifica. Allungo in graduatoria anche per l’Under 17 che infila 6 vittorie in 6 gare: di queste fanno parte le due vittorie in due gare contro Merano e l’importante sfida al vertice sul campo del Bressanone, vinta 29-33. Un successo che ha portato Pressano a +4 sulle dirette avversarie in vista della seconda metà di stagione. I gialloneri hanno dunque nelle loro mani il destino dei titoli regionali, obiettivi che renderebbero davvero dolce la stagione giovanile dei trentini in vista delle finali nazionali. Un plauso giunge anche per l’Under 15 che sosta al quarto posto in classifica in coabitazione con Mezzocorona: a farla da padrone nel campionato più lungo di tutti quelli giovanili è il Merano, primo a punteggio pieno, seguito a ruota da Bressanone ed Innsbruck; a 6 punti la coppia trentina vuole provare a ricucire il distacco nella seconda metà di stagione. A chiudere il quadro dei campionati giovanili è l’Under 13 che si trova anch’essa in vetta alla classifica assieme a Merano e Bolzano: un trio delle meraviglie che sta facendo corsa a sé in un campionato che si deciderà curando i minimi dettagli negli scontri diretti. A metà dell’opera dunque le giovanili 2018/2019 di Pressano si confermano sempre all’avanguardia regionale ma non solo: in arrivo gli impegni in nazionale per alcuni atleti e le sfide fuori dal confine regionale che cercheranno di confermare i colori gialloneri ancora ai vertici italiani.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, a marzo la Coppa Italia partirà contro il Fondi

L’ultima giornata di andata del campionato di Serie A1 maschile giocata sabato scorso ha sancito il giro di boa per la massima serie nazionale dell’handball. Come da regolamento, le posizioni in classifica al termine dell’andata hanno anche definito il tabellone della Final Eight di Coppa Italia che si disputerà al PalaChiarbola di Trieste dall’1 al 3 marzo. Il tempio della pallamano italiana ospiterà quindi le migliori otto squadre: la Pallamano Pressano CR Lavis, detentrice del trofeo, si è qualificata già lo scorso dicembre ed approderà alla manifestazione come terza in classifica alle spalle di Bolzano e Cassano Magnago. Un tabellone insidioso da tutte le parti, che saprà ricalcare il grande equilibrio visto in campionato: ci sarà spazio per conferme e sorprese, così come fu a sorpresa il trionfo giallonero dello scorso anno a Conversano. La 34^ edizione della manifestazione partirà venerdì 1 marzo e per Pressano ai quarti di finale ci sarà l’HC Banca Popolare di Fondi, sesta in graduatoria. Pirotecnica la parte sinistra del tabellone che offrirà due derby attesissimi e più che mai accesi: in campo infatti si riproporranno le sfide Bolzano(1^) contro Bressanone (8^) e Conversano (4^) contro Fasano (5^). Due piatti forti serviti già al primo giorno che sapranno accendere fin dal primissimo minuto la kermesse: nella parte sinistra della competizione, quella dove stazionano anche i gialloneri, spazio ai match fra Pressano (3^) e Fondi (6^) e fra i padroni di casa del Trieste (7^) opposti ai lombardi del Cassano Magnago (2^). Pochi i conti da fare: sebbene la corazzata Bolzano e le protagoniste pugliesi siano tutte dall’altro lato del tabellone esattamente come avvenne lo scorso anno, servirà come in ogni Final Eight un mix di esperienza e fortuna per andare più in là possibile. Ad attendere Giongo e compagni ci sarà quindi la compagine del Fondi di mister Giacinto De Santis, squadra che ha mostrato compattezza e qualità meritando ampiamente il sesto posto in classifica: si riproporrà dunque il quarto di finale del 2014, quando Pressano sconfisse proprio Fondi nella prima gara della Final Eight; altro precedente in Coppa Italia fra Fondi e Pressano nel 2017, nella semifinale per i piazzamenti dove prevalsero ancora una volta i gialloneri ai rigori. Spettacolo, tradizione, storia e grande pallamano attendono quindi gli appassionati dall’1 al 3 marzo sul parquet di Chiarbola, a caccia della coccarda tricolore attualmente sul petto dei gialloneri trentini.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Bologna espugnata, Pressano ancora terzo

Comincia con una vittoria il 2019 della Pallamano Pressano CR Lavis che ha ripreso il cammino nel campionato di Serie A1 allo stesso modo in cui si era fermato lo scorso dicembre. I gialloneri hanno infatti conquistato i due punti sul campo del Bologna United ultimo in classifica con una gara amministrata e ben orchestrata per tutti i sessanta minuti di gioco. Il successo incamerato dalla squadra trentina porta così a 19 le lunghezze in classifica e mantiene  Pressano al terzo posto. Una chiusura di girone d’andata positiva quindi per i colori gialloneri che mantengono il trend positivo in vista delle durissime sfide in arrivo, a partire dal big match contro la capolista Bolzano in programma sabato in terra altoatesina. L’avvio di gara in quel di Bologna è targato Pressano: tre sette metri di D’Antino conquistati da Alessandrini consentono ai gialloneri di portarsi sull’1-3, grazie anche e soprattutto alle parate di un Sampaolo monumentale nella prima frazione di gioco. È il portiere giallonero a dare ossigeno ad un attacco spento che colleziona solo 7 reti nei primi 15’: il 2-7 del primo “quarto” di gara dà comunque fiducia alla squadra di Dumnic che tuttavia appena si scompone subisce le iniziative di Garau e compagni che infilano un 3-0 e portano tutto sul 5-7. Subito lo sfogo felsineo, gli ospiti tornano ad accelerare ma la gara resta sempre apertissima e sono due soluzioni di Folgheraiter nel finale di frazione a tenere avanti Pressano sul 9-12 di metà gara. Nella ripresa Pressano riprende in mano il pallino del gioco e placa i ritmi del match, conducendo in sicurezza. La difesa continua a lavorare a dovere e l’attacco si scioglie grazie anche alle iniziative di un Argentin in serata (6 reti come D’Antino) che toglie le castagne dal fuoco e permette a Pressano di mantenere saldamente in mano il controllo della gara. Un Bologna senza speranze comincia a mollare la presa e per i gialloneri è facile raggiungere il +9 sul 16-25 che chiude di fatto la contesa. Un successo rotondo quindi per la squadra di Dumnic che ha fatto il proprio dovere raccogliendo altri due punti in trasferta, elemento chiave dell’equilibratissimo campionato di Serie A1. Pur senza stupire, Giongo e compagnia sono stati abili a non sottovalutare l’incontro, dimostrando la propria superiorità. Definiti anche gli incroci della Final Eight di Coppa Italia: Pressano affronterà il Fondi nei quarti di finale, venerdì 1 marzo 2019 a Trieste.

Bologna United – Pressano 22-28 (p.t. 9-12)

Bologna United: Leban, Bonassi 2, Nardo 2, Garau 6, Pasini, Savini 7, Rossi, Racalbuto, Tedesco, Mula 1, Zaltron, Norfo, Martini, Riccardi 3, Cimatti, Hari 1. All. Cocchi

Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Chistè M. 1, Bolognani 2, Dedovic 2, D’Antino 6, Di Maggio 2, Fadanelli, Giongo 2, Sampaolo, Alessandrini 1, Argentin 6, Folgheraiter 3, Moser N. All. Dumnic

Arbitri: Corioni-Falvo

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra