Archivio mensile:febbraio 2018

Pressano parte bene: Bologna battuto in un Palavis da incorniciare!

Una serata che resterà scritta nella storia della Pallamano Pressano. Si apre con un successo la Poule PlayOff Scudetto dei gialloneri, freschi vincitori della Coppa Italia. Un Palavis gremito come raramente visto nella storia ha accolto la squadra con un bagno di folla incredibile sotto gli occhi del Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Ugo Rossi. Il boato all’entrata di capitan Giongo con la Coppa fa venire i brividi: una carica incredibile per la squadra trentina che ha saputo volare sulle ali dell’entusiasmo durante tutto il match, superando la concorrenza di un Bologna mai arrendevole così come era avvenuto in Coppa Italia. Subito due punti e festa grandissima in casa Pressano: festeggiamenti che proseguiranno oggi, domenica, nella Piazza di Pressano dalle ore 10.30 per una bicchierata generale. Entusiasmo alle stelle, Palavis infernale come era stato richiesto dalla società fin da lunedì ed il primo tempo prende subito la strada giallonera. Senta e compagni passano subito a condurre sul 4-1: artefici del break iniziale un Sampaolo strepitoso, in serata miracolosa, ed una difesa impenetrabile che si somma ad un attacco performante quanto basta per le maglie di casa. Bologna nulla può contro la retroguardia di casa: il Palavis spinge indietro le iniziative rossoblù e di contro accompagna le gesta di Pressano che tuttavia non mostra la miglior serata offensiva. Qualche pallone perso ed alcuni tiri sbagliati tengono in partita la squadra ospite che impedisce a Pressano di fuggire nel punteggio e la prima frazione termina con un bassissimo 10-6 per i gialloneri. Nella ripresa parte ancora col piglio giusto la squadra di Dumnic: trascinata da un incontenibile Senta la compagine giallonera resta avanti nello score. Ancora una volta è l’ottima difesa ad arginare tutto ciò che passa e per Pressano è facile giocare col tempo, nonostante la prestazione offensiva ancora sottotono. Nella parte centrale della ripresa però i gialloneri si scatenano: la difesa continua ad erigersi impenetrabile, mentre l’attacco per un breve tratto comincia a funzionare a dovere. Bastano 6 minuti di ottima pallamano a Pressano per chiudere la contesa: due contropiedi di Giongo e Bolognani fanno esplodere letteralmente il palasport di casa, con il tabellone che segna 20-13. Divario ormai incolmabile: è gioia pura sugli spalti lavisani per i gialloneri. Accumulato il massimo vantaggio della partita i padroni di casa tuttavia si rilassano troppo, confidando nel cronometro: rete su rete Bologna recupera mai ormai il tempo non gioca a favore della squadra felsinea che deve arrendersi. Pressano gestisce come può e porta a casa i due punti sul 21-19, punteggio che poteva essere ben più largo ma che rispecchia una partita combattuta è dominata dalle due difese e dai due portieri. Bagno di folla a fine gara per Pressano: vengono letteralmente giù le tribune del Palavis, ad omaggiare una squadra autrice di un’impresa senza precedenti. La società si gode letteralmente il momento, coronato con la prima vittoria ai PlayOff. Due punti che hanno il sapore più dolce di sempre: ora i gialloneri potranno regalarsi altri momenti di grande festa ma con la testa fissa sul campionato. Già sabato la trasferta di Fasano costringerà Giongo e compagni a fare gli straordinari.

h 20:45 | Pressano – Bologna United 21-19 (p.t. 10-6)
Pressano: Fadanelli 1, Dallago, Moser M, Bolognani 5, Chistè, D’Antino 2, Di Maggio 4, Fadanelli, Giongo 4, Sampaolo, Alessandrini, Folgheraiter 1, Senta 7, Moser. All: Branko Dumnic
Bologna United: Bonassi, Pedretti 1, Garau 3, Argentin 2, Savini 3, Rossi, Racalbuto, Tedesco 1, De Notariis 1, El Hayek, Cimatti, Gherardi 3, Santolero, Bosnjac 5. All: Giuseppe Tedesco
Arbitri: Castagnino – Manuele 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, esordio nei PlayOff: arriva Bologna in un Palavis vestito a festa

Sarà un bagno di folla per la Pallamano Pressano CR Lavis il primo appuntamento dei PlayOff Scudetto 2017/18. Ad una settimana dalla conquista della Coppa Italia, riprende infatti il campionato di Serie A1 con la Poule che porterà verso le semifinali scudetto. Il calendario offre a Pressano la migliore occasione per mostrarsi davanti al pubblico amico: si partirà infatti questa sera dal Palavis. In programma c’è Pressano-Bologna, esordio nei PlayOff che avrà il prestigio anche della diretta TV su Sportitalia, la prima diretta di campionato dell’anno. A contendersi lo Scudetto sono rimaste in 6, le sei grandi del campionato: Bolzano, Pressano, Bologna, Cingoli, Conversano e Fasano disputeranno un girone con gare di andata e ritorno da oggi fino al 28 aprile. Quella di oggi sarà quindi la prima di dieci partite: una gara che si preannuncia spettacolare sia per quanto riguarda il tasso tecnico in campo che per quanto riguarda la cornice attorno al match. Al Palavis si attende infatti il pubblico delle grandi occasioni, pronto ad abbracciare Giongo e compagni che sfileranno con la Coppa Italia.  Ci saranno quindi circa 15 minuti di cerimoniale prima dell’incontro, poi dalle 20.45 scatterà la pallamano giocata di fronte alle telecamere di Sportitalia. Le due squadre si affronteranno 8 giorni dopo l’ultimo precedente: Pressano e Bologna si sono infatti sfidate ai quarti di finale in Coppa Italia. I rossoblù dominarono per 50 minuti, salvo poi subire la rimonta giallonera: Sampaolo e compagnia vinsero ai rigori, spianando la strada verso il trionfo. A Lavis la squadra bolognese di Beppe Tedesco arriverà con l’intenzione di ripetere esattamente la grande partita disputata a Conversano: con le due punte di diamante Savini e Bosnjak il team felsineo vuole sfruttare i punti deboli di Pressano ma dall’altra parte del campo ci sarà una comunità intera. La squadra di casa, guidata da Dumnic e sospinta dal Palavis, vuole cominciare col piede giusto i PlayOff a tutti i costi: l’obiettivo è quello di arrivare nei primi 4 posti della Poule per accedere in semifinale scudetto. Ci sarà un clima di grande festa, un vero e proprio show della pallamano che i padroni di casa vogliono onorare al meglio. L’appuntamento è fissato per le ore 20.45 ma il clima delle grandi occasioni sarà già caldo ampiamente prima del fischio d’inizio: arbitra l’incontro la coppia Castagnino-Manuele.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Via ai PlayOff Scudetto: sabato Pressano in passerella al Palavis con la Coppa

Ancora nel pieno dei festeggiamenti, la Pallamano Pressano CR Lavis guarda ai prossimi impegni che dovrà affrontare da qui alla primavera inoltrata. La conquista della Coppa Italia che sta tutt’ora mandando in estasi la comunità alle porte della Rotaliana – e non solo – rappresenta un punto indelebile della storia di questa stagione e della società giallonera in generale ma da questo sabato, come da calendario, prenderanno il via i PlayOff Scudetto conquistati col sudore di mesi di lavoro in Regular Season. Un regalo del destino concede alla Pallamano Pressano la più bella occasione per festeggiare: la Poule Scudetto infatti comincerà proprio dal Palavis. Sabato sul parquet lavisano scenderanno infatti in campo Pressano e Bologna, avversarie pochi giorni fa nei quarti di finale di Coppa Italia. Sarà l’occasione per creare la festa sportiva più importante della storia del Comune di Lavis: un evento che coinvolgerà tutta la comunità, autorità ed appassionati. Il Palavis è pronto ad accogliere trionfante la squadra giallonera e l’abbraccio sarà quello di tutto il pubblico presente: dopo qualche anno ci si attende il tutto esaurito al palasport lavisano, dove verrà celebrata una delle favole più affascinanti degli ultimi tempi. Un momento che lascerà sicuramente il segno ma il piatto forte della serata sarà la gara di PlayOff: con il prestigio della diretta su SportItalia, Pressano-Bologna farà da nucleo a tutta la struttura architettata dalla società giallonera. Una gara che si preannuncia appassionante come quella disputata una settimana fa a Conversano fra le due squadre: lì terminò in parità e successivamente ai rigori vinse Pressano. In questa occasione i gialloneri, sull’onda dell’entusiasmo, vorranno mostrare il loro lato migliore per portare a casa fin da subito due punti prezioni a caccia della semifinale scudetto: quello che di disputa ora è infatti un girone a sei squadre (Bolzano, Pressano, Fasano, Conversano, Bologna e Cingoli) su dieci giornate; le prime quattro saranno le semifinaliste. Tanta attesa dunque per un evento che tutti a Pressano hanno sognato: la Coppa Italia sfilerà al Palavis, nelle mani del capitano Alessio Giongo, davanti al pubblico giallonero festante. Tutto è pronto per una serata di gioia, di festa e di pallamano. Un grande momento per grandi e piccoli, un’invasione giallonera che si stringerà attorno alla squadra, assieme a momenti di celebrazione e premiazioni ufficiali. Si gioca alle 20.45 ma già dalle 20.15 l’evento entrerà nel vivo. Il Palavis sarà ancora una volta teatro della più grande pallamano sul suolo nazionale.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, vetta d’Italia! Bolzano al tappeto, la Coppa è giallonera

A coronamento di una favola, la Pallamano Pressano CR Lavis compie l’impresa della propria storia al Pala San Giacomo, vincendo la Coppa Italia contro i Campioni d’Italia del Bolzano. Dopo anni di lavoro e successi sfiorati, arriva il primo titolo in 42 anni di esistenza che ha un sapore incredibile: i gialloneri hanno infatti sfoderato la prestazione dell’anno proprio nel momento più importante. Maturità, rabbia agonistica e spettacolo sono le tre costanti della finalissima che Giongo e compagni hanno meritato ampiamente. Una gara che manco a dirlo resterà negli annali della società trentina: oggi Pressano lo può dire, è sul tetto d’Italia. Pochi lo avrebbero immaginato alla vigilia ma la squadra di Dumnic capisce l’occasione che ha di fronte; una chance rara nella storia, dopo 3 finali perse proprio contro Bolzano. E che ci sia l’occasione di portare a casa il tanto agognato primo titolo lo si capisce alla presentazione delle squadre: il boato del Pala San Giacomo accoglie i gialloneri ed in particolare gli eroi ex Conversano Di Maggio, Sampaolo e Dumnic. I fischi avvolgono un Bolzano stremato dalle due partite precedenti, vinte entrambe ai rigori contro Fasano e proprio Conversano ma in avvio giocano solo gli altoatesini. I gialloneri soffrono terribilmente in attacco: zero reti in 11 minuti, un record negativo, consentono ai biancorossi di Fusina di portarsi sul 4-0. Uno score netto che spaventa Pressano ma proprio nel momento del bisogno i trentini mostrano le unghie. Spariscono tutti i timori reverenziali e grazie ad una difesa straordinaria la squadra di Dumnic reagisce, eccome. Parziale pazzesco di 7-1 con capitan Giongo sugli scudi, a coronare una carriera di 25 anni all’inseguimento di una medaglia d’oro. Proprio il capitano scuote i compagni da vero condottiero e la squadra lo segue: Bolzano non rientrerà più in partita. Senta, Dallago e Bolognani regalano spettacolo: Volarevic nulla può ed i biancorossi arrancano. Un continuo crescendo di Pressano porta tutto sul 14-9 di fine primo tempo e nella ripresa una timida reazione in superiorità di Bolzano rimette in discussione la partita. Nulla da fare, Pressano è superiore: l’attacco funziona a meraviglia e salgono in cattedra proprio i due fenomeni di casa: Di Maggio inventa numeri a ripetizione, fa impazzire il proprio pubblico mentre Sampaolo dimostra la propria serata positiva chiudendo tutto. Gli uomini di Fusina si arrendono, Pressano è campione. Per la prima, storica volta. Il coronamento di decenni di impegni è compiuto: lacrime negli occhi dei tanti ragazzi gialloneri, sempre costretti ad inseguire ed oggi campion. Tutto ora guardano dall’alto, dal Presidente Giongo al Direttore Sportivo Chistè: quarant’anni di sacrifici ripagati con gli interessi. L’eroe della serata, a casa propria, è Adriano Di Maggio, natìo di Conversano: una storia incredibile. “Ce l’abbiamo fatta, non ci credo ancora – commenta l’ala destra – Abbiamo disputato una partita clamorosa contro un avversario fortissimo come il Bolzano. Oggi ha prevalso il nostro cuore ed il cuore della mia Conversano che non dimenticherò mai. Un’impresa sportiva pazzesca: vincere un titolo è qualcosa di straordinario ed il Pressano oggi ha fatto qualcosa di impensabile. Forse siamo solo all’inizio!”

h 20:00 | Pressano – Bolzano 26-20 (p.t. 14-9)
Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Moser M, Bolognani 1, Chistè 1, D’Antino 4, Di Maggio 5, Giongo 5, Bertolez 1, Sampaolo, Alessandrini 1, Folgheraiter, Senta 4, Moser N. 1. All: Branko Dumnic
Bolzano: Volarevic, Moretti 4, Sonnerer 2, Riccardi, Dapiran 7, Waldner, Mittersteiner, Kammerer, Stricker 3, Sporcic 1, Gufler, Pescador, Mbaye, Gaeta 1, Innerebner 1, Turkovic 1. All: Alessandro Fusina
Arbitri: Simone – Monitillo

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano supera il Siracusa: è in finale di Coppa Italia!

Per la quarta volta in 42 anni di storia, la Pallamano Pressano CR Lavis raggiunge l’ultimo atto di una competizione senior nazionale. Con la vittoria ottenuta ieri ai danni del Siracusa, i gialloneri si sono conquistati infatti la finalissima di Coppa Italia maschile, la seconda di sempre dopo quella di Siracusa 2015. Pressano quindi si porta ad un passo dal tanto inseguito primo titolo: la società giallonera infatti non ha mai vinto un trofeo nazionale nonostante 7 anni ormai ai vertici. Grandissima emozione in tutto l’ambiente giallonero per un traguardo straordinario che consacra la squadra trentina ai vertici nazionali in una stagione dove l’equilibrio regna sovrano: un sogno che la squadra di Dumnic sta cavalcando ormai da alcune settimane e che dovrà ora coronare. Dopo il sorteggio – piuttosto favorevole – la truppa trentina non ha sbagliato il tiro, raggiungendo la finalissima nello storico teatro del Pala San Giacomo di Conversano che sta ospitando la Final 8. Questa sera alle ore 20.00 (in diretta esclusiva su Sportitalia) i trentini affronteranno l’ultimo atto contro i Campioni d’Italia del Bolzano, avversari di tutte le finali raggiunte dai gialloneri e vera bestia nera di Pressano: i biancorossi infatti hanno sempre vinto i titoli contesi con i trentini. Per quanto riguarda la semifinale i gialloneri hanno avuto un compito più agevole rispetto al quarto di finale vinto ai rigori contro Bologna: di fronte a Giongo e compagni si è presentato un Siracusa rimaneggiato ma grintoso, che per 45’ ha tenuto aperto l’incontro complice l’ulteriore giornata negativa dell’attacco di Pressano. Di contro la squadra trentina ha mostrato una buona vena difensiva, con un Sampaolo sempre presente e pronto fra i pali, agevolato dalla solidità della propria retroguardia. L’avvio di match è tutto targato Pressano: Giongo e compagni mostrano di avere tutt’altro piglio rispetto al giorno precedente e mostrano subito i muscoli. Dopo 13’ infatti il tabellone segna 7-1 per Pressano, punteggio eloquente costruito a turno da tutto il reparto offensivo giallonero. Uno score che rassicura fin troppo la squadra trentina che non affonda il colpo fin da subito e l’attacco si inceppa. In fase offensiva infatti Senta e compagnia racimolano soltanto 3 reti nei restanti 17’ di gioco del primo tempo e consentono a Siracusa di restare in partita: pur segnando col contagocce di fronte ad una buona difesa giallonera, la truppa aretusea di mister Vinci chiude il primo tempo sul 10-6 in favore di Pressano. Nella prima metà di ripresa il trend non cambia: Pressano attacca con difficoltà e mantiene il vantaggio soltanto grazie alla solida difesa ed alle parate di Sampaolo che chiude anche su due rigori avversari. Siracusa riesce infatti ad accorciare prima sul 12-9 e poi sul 15-12, mettendo grande pressione sulle spalle di Pressano che perde Alessandrini per un colpo al volto e Giongo a rischio “rosso” per somma di esclusioni. Una situazione non del tutto favorevole per la squadra di Dumnic che comunque nell’ultima parte di match si toglie di dosso le paure e mette il piede sull’acceleratore: il binomio palla recuperata – contropiede funziona a meraviglia e con un attacco ben più prolifico Pressano allunga definitivamente, chiudendo la partita sul 23-15.

Final 8 di Coppa Italia  – Semifinale

Albatro Siracusa – Pressano 15-23 (p.t. 6-10)

Albatro Siracusa: Vinci 4, Lo Bello 1, Carini, Argentino, Sortino, Grande, Rosso 1, D’Urso 2, Cantore 1, Alvarez 5, Murga 1, Santoro, Nobile, Giuffrida. All. Vinci

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Moser M., Bolognani 3, Chistè 1, D’Antino 2, Di Maggio 4, Giongo 4, Bertolez, Sampaolo, Alessandrini 2, Folgheraiter 1, Senta 2, Moser N. All. Dumnic

Arbitri: Alperan-Scevola

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, è semifinale! Bologna rimontato e battuto ai rigori

Vince ai rigori al termine di una lunghissima battaglia la Pallamano Pressano CR Lavis che supera il Bologna United nei quarti di finale della Final Eight di Coppa Italia maschile partita ieri (venerdì, ndr) a Conversano. Senza mai essere stati in vantaggio lungo tutti i 60’, i gialloneri hanno portato a casa la semifinale di Coppa Italia che mancava da Siracusa 2015. Partita da dimenticare quella disputata dalla squadra di Dumnic che ha mostrato molti lati negativi durante tutto l’arco del match. Incredibile pensare come si sia sviluppata la gara e soprattutto come Pressano abbia fatto a portarla a casa: con 35 attacchi sbagliati durante la partita, una media disastrosa, Giongo e compagni hanno comunque conquistato l’obiettivo. In avvio Bologna parte col piede sull’acceleratore e per Pressano sono dolori: l’attacco felsineo con Bosnjak buca la molle difesa giallonera, mai vista così fuori fase in tutta la stagione. Dopo 15’ lo score dice 10-4 per Bologna, un punteggio pesantissimo che scompone le file giallonere. Pressano tuttavia non crolla definitivamente e limita i danni, sorretta dalle reti di Senta: i gialloneri tornano a -2 ma vengono prontamente ricacciati indietro dagli avversari, con Giongo che sulla sirena del primo tempo fissa il parziale a 15-11. La tegola è soprattutto il cartellino rosso diretto sventolato ad Alessandrini, sanzione che taglia le gambe alla difesa di Pressano. Nel secondo tempo infatti i gialloneri risentono, scivolano a -6 sul 19-13 e la partita sembra finita ma proprio qui la grinta trentina emerge e con un break di 0-6 Di Maggio mattatore trascina i suoi verso il primo pareggio della partita, 19-19. Con due palloni del possibile vantaggio però Pressano sbaglia ancora e regala il nuovo break a Bologna che grazie ad una doppietta di Tedesco si riporta sul 23-20 a 4’ dalla fine. Sembra definitivamente in archivio il risultato ma la formazione felsinea perde la testa e regala numerosi palloni a Pressano che prima pareggia sul 24-24 e riesce anche a sciupare due occasioni del gol-partita negli ultimi secondi. Si va ai rigori dove Sampaolo para su Tedesco, poi sbaglia Gherdardi ed un infallibile Pressano (4/4) vola in semifinale dove affronterà alle ore 18.00 la formazione siciliana del Siracusa, in diretta su Pallamano TV per accedere ad una storica finale di Coppa Italia.

Final Eight Coppa Italia 2018 – Quarti di finale

Bologna – Pressano 25-28 d.t.r (15-11 p.t., 24-24 s.t.)

Pressano: Sampaolo, Facchinelli, Dallago 2, Moser M., Bolognani 4, Chistè, D’Antino 5, Di Maggio 6, Giongo 3, Bertolez 1, Alessandrini, Folgheraiter 1, Senta 6, Moser N. All. Dumnic

Bologna: Rossi, Leban, Cimatti, Savini 4, Santolero 2, Tedesco 2, Garau 4, El Hayek, Bosnjak 7, Argentin 2, Bonassi, Gherardi 4, Racalbuto, De Notariis, Mula. All. Cocchi

Arbitri: Simone – Monitillo

Note: Squalificato al 21’ pt Alessandrini (P)

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano all’esordio in Coppa Italia: c’è il Bologna ai quarti

È tempo di Final Eight di Coppa Italia per la Pallamano Pressano CR Lavis che si affaccia al primo appuntamento clou dell’anno. Raggiunti gli obiettivi stagionali grazie ad un grande mese di gennaio, i gialloneri sono ora chiamati a confermare quanto di buono fatto vedere fino ad oggi nell’ambito delle finali di Coppa Italia che assegneranno il primo titolo del 2018. Sul campo dello splendido Pala San Giacomo di Conversano, teatro di battaglie fra le più famose della storia dell’handball italiano, i gialloneri prenderanno il via nel proprio cammino dai quarti di finale contro il Bologna United. Una conformazione del tabellone sicuramente meno ostica di altre per i gialloneri che tuttavia si troveranno davanti subito un’avversaria di grande caratura: dominatrice del girone centrale della Serie A1, Bologna arriva a Conversano con la voglia di giocare il ruolo della sorpresa. Formazione giovane ed agguerrita, figlia del progetto di rinascita che Bologna ha istituito e portato a termine negli ultimi 6 anni, la squadra felsinea rispetta i gialloneri ma si presenta con tutta la voglia di fare propria la semifinale, consapevole poi di potersi giocare molte carte verso la finalissima. Gli ultimi precedenti fra le due squadre risalgono al campionato di Serie A d’Elite 2011/2012 con due vittorie di Pressano, oltre ad un’amichevole prestagionale la scorsa estate. Dall’altra parte del campo saranno desiderosi di vittoria anche i gialloneri di Dumnic, decisi a ritrovare la Top4 di Coppa Italia che manca da 3 anni (nelle ultime due edizioni il cammino giallonero si è fermato al primo atto del venerdì). Una voglia di riscatto che mischiata con una rosa al completo ed in buono stato di forma configura un presupposto positivo per la competizione: la Final Eight tuttavia è sempre stata una manifestazione particolare, ricca di sorprese e pronostici ribaltati. Ogni partita ha una storia a sé e mai come in questo caso Pressano dovrà mettere in campo la migliore prestazione, facendo valere la difesa migliore della Serie A1 ed un attacco capace di pungere contro la grintosa squadra rossoblù, priva per l’occasione di mister Beppe Tedesco impegnato con la nazionale Under 18. Fischio d’inizio del quarto di finale fissato per oggi (venerdì) alle ore 16.00: diretta streaming integrale sulla piattaforma online federale PallamanoTV per uno spettacolo unico in stagione.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra