Archivio dell'autore: pallamanopressano

Ecco Bozidar Nikocevic, Pressano completa la rosa

A poche settimane dal via alla Serie A1 2019/2020, la rosa dei vicecampioni d’Italia della Pallamano Pressano CR Lavis è finalmente completa. La società del presidente Giongo ha infatti individuato nel montenegrino Bozidar Nikocevic quello che sarà il giocatore ad occupare il secondo posto da straniero: si tratta di un centrale destro di mano classe 1993 con doti anche da terzino sinistro che andrà a valorizzare le qualità offensive della rosa guidata da Neven Andreasic. Dopo un lungo periodo alla ricerca di un giocatore dalle spiccate qualità offensive dunque il sodalizio giallonero ha finalmente chiuso il rooster per la nuova stagione e superato il Ferragosto potrà dare il via allo sprint verso l’esordio in campionato del 7 settembre a ranghi compatti. Per quanto riguarda il nuovo acquisto nelle file trentine, Nikocevic si presenta come un volto già visto in Italia: nella stagione 2013/2014 infatti ha vestito la maglia del Teramo per poi passare in Svizzera, prima di 4 stagioni in Turchia dove come ultima maglia ha vestito quella del Batman Spor Kulubu chiudendo al quarto posto la Süperlig turca. Centrale dalle grandi doti tecniche, Bozidar Nikocevic porta freschezza e velocità in attacco, oltre ad allungare in maniera determinante la rosa trentina, orfana ancora per qualche mese di Adriano Di Maggio. Poco più di 3 settimane separano i gialloneri dal via alla Serie A1 ma il nuovo volto montenegrino del club – che vestirà la maglia numero 19 – ha già le idee chiare:”Dalla mia esperienza italiana di Teramo – esordisce Nikocevic – ho continuato a seguire il campionato ed i miei ex compagni di squadra. Da quella stagione ad oggi il livello si è alzato ed ho detto ‘sì’ a Pressano perché la squadra mi ha sempre convinto, mi piace l’approccio del club e di mister Andreasic – continua – Farò parte di un gruppo tosto e grintoso, non vedo l’ora di integrarmi. Uno sguardo alla stagione? Abbiamo tantissime carte da giocarci fra campionato, Coppa Italia e Supercoppa ma ogni anno che passa c’è sempre più equilibrio ed è molto difficile fare pronostici. La cosa sicura – conclude – è che daremo il 100% e lotteremo fino alla fine per tutti gli obiettivi.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano cantiere aperto, tanti segnali dai primi test

Primo approccio con il campo in archivio per la Pallamano Pressano CR Lavis che nel pomeriggio di sabato ha ospitato al Palavis un buon triangolare di allenamento con le formazioni di Merano ed Appiano, entrambe come i gialloneri al via della Serie A1 2019/2020. Per la truppa di Neven Andreasic si è trattato della prima uscita sul 40×20 della stagione dopo poco più di 10 giorni di allenamento ma gli spunti in casa Pressano non sono mancati. Il lungo pomeriggio di pallamano si è concluso con una vittoria ed una sconfitta per il team trentino che ha dato l’impressione di essere un cantiere aperto: complici anche le 9 assenze fra cui Giongo, Di Maggio, D’Antino, Argentin ed i cugini Moser il sette in campo si è presentato rivoluzionato ma ciò non nasconde il molto lavoro ancora da svolgere ed i meccanismi da perfezionare. Positivo il primo approccio in giallonero di Nicola Rossi, così come lo spunto di Folgheraiter ben presente in entrambi i match ma in generale il livello del gruppo giallonero è apparso omogeneo ed in crescita. Chi è sembrato nella forma migliore è stato comunque un tonico Merano, vittorioso in entrambi gli incontri disputati (23-18 contro Pressano e 20-16 sull’Appiano) grazie ad buona amalgama e sintonia; il triangolare disputato su partite da 50 minuti si è poi concluso con l’ultima gara che ha visto Pressano prevalere sull’Appiano per 24-21. Con qualche assenza in ciascuna delle rose presenti, il triangolare è stato un buon test per vagliare lo stato di forma ed il potenziale dei nuovi innesti: sia Merano che Appiano hanno svelato le loro coppie di stranieri nuove di zecca, mentre Pressano è in fase di ultimazione per la scelta del secondo straniero. Complessivamente dunque al Palavis è andato in scena un mini torneo ricco di spunti sotto ogni punto di vista: la settimana in arrivo permetterà ora di oliare ulteriormente i meccanismi prima dei sette giorni che fra il 19 ed il 25 agosto vedranno Pressano impegnato in ben 3 amichevoli di grande spessore.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano in piena preparazione, si avvicinano le amichevoli

Con entusiasmo e grande spirito la Pallamano Pressano CR Lavis di Serie A1 ha mosso i primi passi nella preparazione verso la stagione 2019/2020. Dopo una prima settimana piena di allenamento il gruppo giallonero ha cominciato ad amalgamarsi sotto la nuova guida tecnica di Neven Andreasic, coadiuvato dal preparatore atletico Alessandro Consoli, in giallonero per la terza stagione consecutiva. Accanto ai senior anche l’Under 19 di Alain Fadanelli ha cominciato il lavoro di preparazione: la parte più esperta del club è quindi tutta al lavoro ed a partire da questa settimana il lavoro sul campo si tradurrà nelle prime amichevoli. Con cinque squadre su 14 provenienti dalla nostra regione, per i gialloneri ci sarà ampia possibilità di compiere ottimi test a partire da questo sabato quando al Palavis andrà in scena un brillante triangolare con Merano, all’inizio di un nuovo progetto e la neopromossa Appiano che con numerosissimi nuovi innesti si propone fra le più insidiose della Serie A1. Trascorso poi un Ferragosto di allenamenti, martedì 20 agosto sempre al Palavis sarà la volta di un test di lusso contro i Campioni d’Italia del Bolzano che a fine mese affronteranno il primo turno di EHF Cup. Seguiranno per Giongo e compagni un’altra amichevole giovedì 22 contro Bressanone ed il mini ritiro di Umago, in Croazia durante il weekend dove Pressano affronterà la squadra locale per saggiare definitivamente lo stato di avanzamento della forma. A chiudere il ciclo di amichevoli un secondo test a Bressanone il 30 agosto per poi tuffarsi nell’ultima settimana di allenamenti che porterà all’esordio in Serie A1 sabato 7 settembre. Un percorso stimolante dunque per la rosa trentina a cui manca ancora l’ultimo tassello, quello del secondo atleta non italiano: la società assieme allo staff tecnico sta visionando diversi giocatori ed a breve determinerà quale sarà quello più adatto al team giallonero, chiudendo così il rooster e proiettando definitivamente lo sguardo alla stagione in arrivo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Ecco i calendari: Pressano all’esordio al Palavis contro il Cassano

Prenderà il via come annunciato il prossimo 7 settembre la 51^ edizione del campionato di Serie A1 maschile di pallamano. Ai nastri di partenza per la nona stagione consecutiva ci sarà il sodalizio gallonerà della Pallamano Pressano CR Lavis che da vicecampione d’Italia ha già da settimane lanciato la sfida con un nuovo assetto tecnico. Dopo lunga attesa la FIGH ha finalmente svelato i calendari della stagione: 14 come previsto le squadre al via con Pressano che esordirà fra le mura amiche del Palavis contro il Cassano Magnago, semifinalista dello scorso anno e di nuovo in prima linea per l’assalto allo scudetto. Il primo fischio d’inizio è previsto per sabato 7 settembre alle ore 20.00, nuovo orario casalingo introdotto dalla società trentina. A seguire le due trasferte in serie contro Bressanone e soprattutto alla terza giornata sul campo del Siena, regina del mercato e pretendente al titolo. Si torna in casa il 28 settembre per sfidare Gaeta, poi arriverà un tris da urlo: in primis il rematch di lusso Bolzano-Pressano al 5 ottobre, per poi affrontare la doppietta pugliese Conversano (in casa) e Fasano (in trasferta) fra il 12 ed il 19 ottobre. Tre settimane di stop per dare ossigeno e si torna in campo per un novembre di fuoco: 5 partite in 20 giorni con Fondi, Sassari, Merano, Cologne ed Appiano nell’ordine; ultima giornata in programma a Trieste il 7 dicembre, poi toccherà al primo turno di Coppa Italia sabato 14 dicembre contro Sassari e domenica 22 dicembre si chiude il 2019 col botto con la Supercoppa a Bolzano. Da gennaio 2020 via al girone di ritorno a campi invertiti: Final Eight di Coppa Italia per le squadre qualificate fissata al PalaEstra di Siena dal 21 al 23 febbraio, mentre la Regular Season finirà il 18 aprile. Qui due settimane dedicate alla nazionale apriranno la strada ai PlayOff, da quest’anno dedicati alle prime 8 ed al via con i quarti di finale fra il 6 e 9 maggio.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra

Pressano e le 16 medaglie in 5 anni che hanno lanciato una favola

Non può essere un caso. Il percorso sportivo della Pallamano Pressano CR Lavis sta vivendo nelle ultime stagioni un periodo d’oro, fatto di successi e piazzamenti fra giovanili e senior che hanno portato la società trentina di diritto ai vertici nazionali della disciplina. Era il 5 luglio 2014 quando per la prima volta nella storia un giallonero sollevava un titolo nazionale: lo scudetto Under 14. Il tricolore più “modesto” in Italia sul piano agonistico ma in realtà il più importante: da lì una lunga serie di risultati che hanno permesso alla società giallonera di scalare le classifiche e portare a casa un totale di 16 piazzamenti ai vertici. Dieci provengono dalle gesta del settore giovanile: sei scudetti, un secondo posto e tre terzi posti nazionali spalmati su 5 stagioni; dalla Serie A1 gli altri 6: un secondo posto scudetto a cui si aggiunge quello del 2013, una coppa Italia vinta e due perse in finale, una Supercoppa italiana vinta ed una persa.

Una panoramica che il popolo giallonero della piccola frazione trentina osserva con orgoglio e stupore: “A vedere i numeri – commenta entusiasta il presidente Lamberto Giongo – facciamo fatica a crederci. Pochi o nessuno soltanto dieci anni fa avrebbero pensato ad un percorso sportivo fin qui così prolifico”. L’etica del lavoro, della “formica che lavora con pazienza e costanza” ha presentato i propri frutti “e quello che fa specie – sottolinea il presidente – è la distribuzione dei titoli o piazzamenti divisi equamente fra giovanili e senior. C’è chi fa man bassa solo in Serie A1 e chi invece domina soprattutto fra i giovani: noi siamo riusciti nell’impresa di portarci al vertice sia con il settore giovanile, sia con la squadra di Serie A1 nello stesso periodo.” Due generazioni diverse che sono riuscite a vincere contemporaneamente con la maglia della stessa società: ”Questo significa aver fatto le scelte giuste con il giusto materiale e soprattutto aver operato nella direzione corretta in due contesti profondamente diversi come quello senior e quello dei giovani. Per una società ‘operaia’ come la nostra non può esserci soddisfazione migliore del vedere tradotti in vittorie i sacrifici di tanti anni, assieme anche alla formazione di tanti talenti che ora militano all’estero ed in nazionale.

La strada però non è fatta soltanto di rose e fiori: ”Viviamo ogni giorno alla ricerca di sostegno per la nostra attività, cosa sempre più difficile di questi tempi per lo sport. Dietro ai successi ci sono anche moltissimi sacrifici ma noi lavoriamo a testa bassa fuori dal campo per poi vedere tradotto questo sforzo dai nostri atleti e tecnici sul campo.” Sedici piazzamenti in cinque anni, una media di oltre 3 a stagione: ”Verrebbe da dire che nel bene o nel male – conclude Giongo – a Pressano ogni stagione qualcosa si porta a casa ma forse l’errore più grande sarebbe proprio questo, sentirsi arrivati e troppo sicuri. Non bisogna mai fermare il processo di crescita: noi andremo avanti sempre con umiltà, consapevoli del nostro potenziale ma sicuri di poter continuare a migliorare in primis noi stessi; soltanto così potremo sognare di allungare ancora quella striscia di medaglie, sperando siano sempre ben divise in egual misura fra giovani e senior.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Nicola Rossi approda alla Pallamano Pressano

A poco meno di 3 settimane dal via alla preparazione per la stagione 2019/2020 – fissata per lunedì 29 luglio – comincia ad assumere una forma definitiva la rosa che la Pallamano Pressano CR Lavis presenterà al via della Serie A1 il prossimo 7 settembre. Con cadenza regolare il sodalizio giallonero presieduto da Lamberto Giongo sta inserendo tutti i tasselli in vista della prossima stagione: dopo aver cambiato la guida tecnica e confermato in blocco la rosa dell’anno passato – ad eccezione di Bolognani – la società trentina ufficializza il primo dei due innesti che completeranno il rooster del prossimo anno sportivo.

Si tratta di Nicola Rossi, proveniente dalla Pallamano Mezzocorona: il talentuoso classe 1997, dopo oltre 13 anni con la maglia gialloverde con cui è nato e cresciuto pallamanisticamente, passa in forze alla Pallamano Pressano. Un innesto che rinfresca la rosa giallonera e che rinforza il pacchetto tecnico a disposizione di mister Neven Andreasic. Di ruolo terzino destro di mano ma spesso utilizzato anche nella posizione di ala sinistra o centrale, Rossi è giocatore duttile e determinato: ha debuttato in Serie A d’Elite nella stagione 2011/2012 alla giovanissima età di 14 anni, si è poi affermato stagione dopo stagione come pilastro della Metallsider Mezzocorona. In grande spolvero nella stagione di Serie A1 2015/2016, Rossi si è affermato definitivamente negli ultimi due anni sportivi dove ha superato quota 100 presenze in massima serie e le 200 reti, con l’ultimo anno giocato in Serie A2 dove ha contribuito alla salvezza della propria squadra.

Nicola Rossi vestirà la maglia numero 23 e si è gia unito al gruppo: assieme agli storici gialloneri compagni di generazione Matteo e Nicola Moser, Marco Chistè e Simone Facchinelli, Rossi allarga ulteriormente il gruppo appena oltre i 20 anni pronto a fare il salto di qualità. “Sono molto felice di intraprendere questa mia nuova avventura – commenta Rossi – con la maglia di una squadra forte e piena di esperienza come la Pallamano Pressano. Mi metto in gioco al servizio della squadra consapevole del potenziale che questo gruppo possiede: voglio contribuire al massimo per poterci togliere delle belle soddisfazioni. Obiettivi personali? Migliorare continuamente come giocatore – conclude Rossi – imparare il più possibile e continuare a coltivare i sogni per farli diventare realtà, come giocare in nazionale e vincere i titoli con la maglia del club.”

La rosa della prima squadra giallonera è quindi pressochè completa ma come annunciato la società attende l’ufficialità per l’ingaggio di un acquisto di peso che possa rinforzare e completare definitivamente il rooster.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

La Pallamano Pressano torna da Misano con un gran bagaglio d’esperienza

Concluso il Festival della Pallamano di Misano Adriatico, la stagione 2018/2019 della Pallamano Pressano è ufficialmente finita. Anche i più giovani gialloneri hanno disputato la loro esperienza nazionale ed ora per le file giallonere una meritatissima pausa estiva dopo le fatiche della stagione. Due sono state le squadre presenti sulla riviera romagnola, l’Under 15 per le finali nazionali e l’Under 11 per il torneo promozionale. Una settimana intensa, fatta di un alto numero di gare che ha permesso ai gialloneri di sfidare le maggiori società italiane. A partire dall’Under 15 che, dotata di un team molto giovane, giungeva a Misano con l’obiettivo di portare a casa il maggior bagaglio d’esperienza possibile: obiettivo raggiunto per i ragazzi guidati per l’occasione da Francesco Devigili che hanno mostrato cose straordinarie alternate a qualche fisiologico scivolone. Alla fine i gialloneri si sono classificati al 12º posto su 16 partecipanti: il tutto grazie alla brillante vittoria all’esordio contro il Petrosino, a cui hanno fatto seguito le sconfitte contro le potenze di Tortona e Carpine, entrambe semifinaliste. Salvo il terzo posto nel girone, la partita migliore è stata quella degli ottavi scudetto contro il Palazzolo (poi terzo assoluto) dove Pressano ha condotto per più di metà partita. Esaurite le energie anche mentali, la manifestazione si è poi spenta per la truppa trentina che ha chiuso con 1 vittoria e 2 sconfitte. Divertimento puro invece per l’Under 11 di Flavia Michelon e Leonardo Dallabona: i piccolissimi gialloneri della formazione mista fra maschi e femmine hanno trascorso una settimana all’insegna della pallamano divertente e spontanea. Tante fatiche ma anche tante soddisfazioni, fra vittorie e sconfitte, che hanno reso i piccoli pallamanisti davvero orgogliosi: fra gli incontri con i campioni della Serie A1 e le sfide a squadre di tutta Italia, la Pallamano Pressano Under 11 è tornata a casa entusiasta del proprio percorso, con l’arrivederci al prossimo anno come sempre assicurato.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra