Archivio dell'autore: pallamanopressano

Le giovanili di Pressano in grande spolvero a metà stagione

Si avviano al giro di boa i campionati giovanili della pallamano regionale in Trentino AltoAdige: in casa Pallamano Pressano CR Lavis è tempo di tracciare un primo bilancio stagionale e come ormai avviene pressochè tutti gli anni il commento riguardo al cammino delle giovanili è ampiamente positivo. A partire dalla coppia Under 19 ed Under 17 che sta vivendo un’annata da ricordare: il nutrito gruppo giallonero diviso sulle due categorie ha compiuto fin qui un percorso immacolato, vincendo tutte le gare disputate. Netto e pulito il filotto dell’Under 19 che con 8 vittorie in 8 partite, a metà campionato sosta chiaramente in vetta alla classifica: a pesare sono soprattutto i due scontri diretti vinti sulla diretta e storica avversaria del Merano, distante 4 lunghezze in classifica. Allungo in graduatoria anche per l’Under 17 che infila 6 vittorie in 6 gare: di queste fanno parte le due vittorie in due gare contro Merano e l’importante sfida al vertice sul campo del Bressanone, vinta 29-33. Un successo che ha portato Pressano a +4 sulle dirette avversarie in vista della seconda metà di stagione. I gialloneri hanno dunque nelle loro mani il destino dei titoli regionali, obiettivi che renderebbero davvero dolce la stagione giovanile dei trentini in vista delle finali nazionali. Un plauso giunge anche per l’Under 15 che sosta al quarto posto in classifica in coabitazione con Mezzocorona: a farla da padrone nel campionato più lungo di tutti quelli giovanili è il Merano, primo a punteggio pieno, seguito a ruota da Bressanone ed Innsbruck; a 6 punti la coppia trentina vuole provare a ricucire il distacco nella seconda metà di stagione. A chiudere il quadro dei campionati giovanili è l’Under 13 che si trova anch’essa in vetta alla classifica assieme a Merano e Bolzano: un trio delle meraviglie che sta facendo corsa a sé in un campionato che si deciderà curando i minimi dettagli negli scontri diretti. A metà dell’opera dunque le giovanili 2018/2019 di Pressano si confermano sempre all’avanguardia regionale ma non solo: in arrivo gli impegni in nazionale per alcuni atleti e le sfide fuori dal confine regionale che cercheranno di confermare i colori gialloneri ancora ai vertici italiani.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, a marzo la Coppa Italia partirà contro il Fondi

L’ultima giornata di andata del campionato di Serie A1 maschile giocata sabato scorso ha sancito il giro di boa per la massima serie nazionale dell’handball. Come da regolamento, le posizioni in classifica al termine dell’andata hanno anche definito il tabellone della Final Eight di Coppa Italia che si disputerà al PalaChiarbola di Trieste dall’1 al 3 marzo. Il tempio della pallamano italiana ospiterà quindi le migliori otto squadre: la Pallamano Pressano CR Lavis, detentrice del trofeo, si è qualificata già lo scorso dicembre ed approderà alla manifestazione come terza in classifica alle spalle di Bolzano e Cassano Magnago. Un tabellone insidioso da tutte le parti, che saprà ricalcare il grande equilibrio visto in campionato: ci sarà spazio per conferme e sorprese, così come fu a sorpresa il trionfo giallonero dello scorso anno a Conversano. La 34^ edizione della manifestazione partirà venerdì 1 marzo e per Pressano ai quarti di finale ci sarà l’HC Banca Popolare di Fondi, sesta in graduatoria. Pirotecnica la parte sinistra del tabellone che offrirà due derby attesissimi e più che mai accesi: in campo infatti si riproporranno le sfide Bolzano(1^) contro Bressanone (8^) e Conversano (4^) contro Fasano (5^). Due piatti forti serviti già al primo giorno che sapranno accendere fin dal primissimo minuto la kermesse: nella parte sinistra della competizione, quella dove stazionano anche i gialloneri, spazio ai match fra Pressano (3^) e Fondi (6^) e fra i padroni di casa del Trieste (7^) opposti ai lombardi del Cassano Magnago (2^). Pochi i conti da fare: sebbene la corazzata Bolzano e le protagoniste pugliesi siano tutte dall’altro lato del tabellone esattamente come avvenne lo scorso anno, servirà come in ogni Final Eight un mix di esperienza e fortuna per andare più in là possibile. Ad attendere Giongo e compagni ci sarà quindi la compagine del Fondi di mister Giacinto De Santis, squadra che ha mostrato compattezza e qualità meritando ampiamente il sesto posto in classifica: si riproporrà dunque il quarto di finale del 2014, quando Pressano sconfisse proprio Fondi nella prima gara della Final Eight; altro precedente in Coppa Italia fra Fondi e Pressano nel 2017, nella semifinale per i piazzamenti dove prevalsero ancora una volta i gialloneri ai rigori. Spettacolo, tradizione, storia e grande pallamano attendono quindi gli appassionati dall’1 al 3 marzo sul parquet di Chiarbola, a caccia della coccarda tricolore attualmente sul petto dei gialloneri trentini.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Bologna espugnata, Pressano ancora terzo

Comincia con una vittoria il 2019 della Pallamano Pressano CR Lavis che ha ripreso il cammino nel campionato di Serie A1 allo stesso modo in cui si era fermato lo scorso dicembre. I gialloneri hanno infatti conquistato i due punti sul campo del Bologna United ultimo in classifica con una gara amministrata e ben orchestrata per tutti i sessanta minuti di gioco. Il successo incamerato dalla squadra trentina porta così a 19 le lunghezze in classifica e mantiene  Pressano al terzo posto. Una chiusura di girone d’andata positiva quindi per i colori gialloneri che mantengono il trend positivo in vista delle durissime sfide in arrivo, a partire dal big match contro la capolista Bolzano in programma sabato in terra altoatesina. L’avvio di gara in quel di Bologna è targato Pressano: tre sette metri di D’Antino conquistati da Alessandrini consentono ai gialloneri di portarsi sull’1-3, grazie anche e soprattutto alle parate di un Sampaolo monumentale nella prima frazione di gioco. È il portiere giallonero a dare ossigeno ad un attacco spento che colleziona solo 7 reti nei primi 15’: il 2-7 del primo “quarto” di gara dà comunque fiducia alla squadra di Dumnic che tuttavia appena si scompone subisce le iniziative di Garau e compagni che infilano un 3-0 e portano tutto sul 5-7. Subito lo sfogo felsineo, gli ospiti tornano ad accelerare ma la gara resta sempre apertissima e sono due soluzioni di Folgheraiter nel finale di frazione a tenere avanti Pressano sul 9-12 di metà gara. Nella ripresa Pressano riprende in mano il pallino del gioco e placa i ritmi del match, conducendo in sicurezza. La difesa continua a lavorare a dovere e l’attacco si scioglie grazie anche alle iniziative di un Argentin in serata (6 reti come D’Antino) che toglie le castagne dal fuoco e permette a Pressano di mantenere saldamente in mano il controllo della gara. Un Bologna senza speranze comincia a mollare la presa e per i gialloneri è facile raggiungere il +9 sul 16-25 che chiude di fatto la contesa. Un successo rotondo quindi per la squadra di Dumnic che ha fatto il proprio dovere raccogliendo altri due punti in trasferta, elemento chiave dell’equilibratissimo campionato di Serie A1. Pur senza stupire, Giongo e compagnia sono stati abili a non sottovalutare l’incontro, dimostrando la propria superiorità. Definiti anche gli incroci della Final Eight di Coppa Italia: Pressano affronterà il Fondi nei quarti di finale, venerdì 1 marzo 2019 a Trieste.

Bologna United – Pressano 22-28 (p.t. 9-12)

Bologna United: Leban, Bonassi 2, Nardo 2, Garau 6, Pasini, Savini 7, Rossi, Racalbuto, Tedesco, Mula 1, Zaltron, Norfo, Martini, Riccardi 3, Cimatti, Hari 1. All. Cocchi

Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Chistè M. 1, Bolognani 2, Dedovic 2, D’Antino 6, Di Maggio 2, Fadanelli, Giongo 2, Sampaolo, Alessandrini 1, Argentin 6, Folgheraiter 3, Moser N. All. Dumnic

Arbitri: Corioni-Falvo

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano riprende la Serie A1 da Bologna

Riparte il campionato di Serie A1 della Pallamano Pressano CR Lavis che si tuffa nel 2019 agonistico a tre settimane dal trionfo in Supercoppa. Con il secondo trofeo aggiunto alla bacheca societaria, i gialloneri di Dumnic si affacciano così alla seconda metà di stagione e lo fanno in una delicata posizione di classifica. Attualmente al terzo posto in graduatoria, a meno uno dal Cassano Magnago secondo ed in coabitazione con i pugliesi del Conversano, Giongo e compagni sono chiamati ad avere pronti riflessi e prestazioni da subito convincenti per non scivolare fuori dalla zona PlayOff. Il primo appuntamento in programma per il nuovo anno coincide con l’ultima giornata di andata, la 13^, che vedrà Pressano far visita al Bologna United, attualmente ultimo in classifica. Sarà un turno di campionato molto delicato, in quanto verranno definite le qualificate e gli accoppiamenti della Final Eight di Coppa Italia. La Pallamano Pressano è quindi chiamata al successo, nell’ottica di aggiungere due punti alla propria classifica e chiudere l’andata nella miglior posizione di classifica possibile. Di fronte ai gialloneri ci sarà un Bologna ferito e deluso da una prima metà di campionato decisamente negativa: solo 1 la vittoria in 12 incontri per la formazione felsinea che vuole cominciare il 2019 alla carica ed attende i gialloneri con tutta l’intenzione di mostrare gli artigli. I gialloneri trentini non dovranno quindi commettere l’errore di abbassare la guardia: servirà il Pressano tonico e tenace visto negli ultimi 2 mesi del 2018, per riprendere il filo del discorso da dove Giongo e compagni lo avevano lasciato, considerando anche che i prossimi due impegni opporranno i gialloneri alle prime due della classe, Bolzano e Cassano. Al PalaSavena, tornato ad ospitare le gare del team bolognese, sarà quindi sfida aperta fra il giovane Bologna United ed un Pressano che deve cogliere la chance dei due punti con abilità e determinazione. Fischio d’inizio della gara fissato alle ore 20.30, arbitrano i sig. Corioni e Falvo. La gara sarà trasmessa come da tradizione in live streaming sulla piattaforma federale PallamanoTV. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Valerio Sampaolo miglior portiere 2018, Dedovic secondo fra gli stranieri

Sono stati resi noti da parte della Federazione Italiana Giuoco Handball gli esiti della 6^ edizione dei FIGH Awards, i premi individuali della pallamano italiana assegnati tramite i voti dei tecnici di Serie A1 maschile. C’è tanta Pallamano Pressano fra i premiati: su tutti Valerio Sampaolo, nominato per il secondo anno consecutivo (3º premio assoluto) miglior portiere della Serie A1 nel 2018. Il portierone marchigiano, ormai trentino d’adozione, ha superato con 38 punti la concorrenza di Mate Volarevic, estremo difensore croato del Bolzano (30 punti) e Vito Fovio, portiere azzurro della Junior Fasano (20 punti). Un premio che consacra la stagione formidabile di Sampaolo in maglia giallonera: protagonista di grandi risultati in Serie A1 e soprattutto delle vittorie in Coppa Italia e Supercoppa, il portiere di Pressano è da anni una colonna portante della squadra trentina. Fra gli stranieri ecco il nome anche di Dinko Dedovic, bosniaco giallonero che ha vissuto il 2018 per metà con la maglia del Conversano, per poi passare in estate a Pressano. Dedovic con 21 punti si è piazzato al secondo posto nella classifica del premio come miglior straniero del 2018, vinta dal brasiliano Andre Leal -lo scorso anno Campione d’Italia con Fasano ed attualmente in forza al Fondi – per sole 4 lunghezze (25 punti). Terzo posto per lo spagnolo Sergio Crespo del Bressanone (16 punti). Due risultati quindi prestigiosi che confermano le qualità della rosa trentina. Per il sesto anno su sei edizioni dei FIGH Awards la Pallamano Pressano è riuscita a piazzare almeno un proprio giocatore fra i migliori: per quanto riguarda il premio come miglior italiano, è il fenomeno bolzanino Dean Turkovic a trionfare, mentre il premio come miglior giovane se lo aggiudica il classe 2000 siracusano in forza al Fasano, Umberto Bronzo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Rimonta da favola, Pressano batticuore fa sua la Supercoppa!

Pazza, tenace, inesauribile. Una Pallamano Pressano CR Lavis da infarto fa sua la Supercoppa italiana, conquistando il secondo titolo della propria storia al PalaPalumbo di Salerno. Un successo straordinario, clamoroso e più che mai emozionante per i gialloneri che hanno compiuto una vera e propria impresa. Portare a casa un titolo con una rimonta encomiabile sui Campioni d’Italia della Junior Fasano ha tutti i contorni di un capolavoro, confezionato dalla grinta trentina e dal genio tattico di mister Branko Dumnic. E dire che per 50 minuti su sessanta un Pressano non fra i migliori in stagione era stato costretto ad inseguire gli avversari, apparsi decisamente più in serata. Invece il cuore ha vinto, ha vinto la superiorità e la determinazione giallonera, che da 43 anni porta avanti la società, ora con due trofei in bacheca. Un sogno, dopo la Coppa Italia di febbraio, che diventa realtà e colora così di giallonero un 2018 da favola per la società della frazione di Lavis. Nel match è battaglia vera: Pressano tuttavia scende in campo con netto ritardo ed i primi minuti sono appannaggio della truppa di Ancona, decisamente più carica nell’avvio di gara. Formidabile il 5-1 per Fasano firmato Donoso che dopo 10′ condanna Pressano ad una gara in salita: i gialloneri scivolano anche a -5 e Notarangelo ha il contropiede di un funesto 8-2 ma Sampaolo para ed in casa Pressano le idee si ristabiliscono. Con una ritrovata difesa, i gialloneri rosicchiano rete su rete nonostante qualche ulteriore errore in attacco ed a 10′ dalla fine del primo tempo si compie una clamorosa rimonta, 8-8. Fasano si scompone, non riesce a reagire ma Pressano non affonda il colpo ed a fine primo tempo lo score dice 12-12, perfetta parità con i gialloneri abili a sventare un’inferiorità numerica. Quello che riserva il secondo tempo però è da pura follia: parte bene Pressano che subisce due reti ma ne piazza 3. Pazzesco Di Maggio, perfetto dai sette metri e preciso dall’ala, a trascinare i compagni sul 15-14 in favore giallonero ma Fasano non molla, getta il cuore oltre l’ostacolo e ribalta tutto. Due palloni persi banalmente concedono due contropiede ai pugliesi che si portano a condurre. Tutto da rifare per Pressano che sembrava poter portare il match sui propri binari ed invece si ritrova ad inseguire. Una doccia gelata per i trentini che a 10′ dal termine scivolano sotto anche di 2 reti, sul 21-19. Considerato il basso numero di reti la gara sembra compromessa ma proprio nel momento di difficoltà emerge il cuore di Pressano. Ancora Di Maggio buca Fovio, i gialloneri tornano sotto e pareggiano, 21-21. Ma con 3 inferiorità numeriche le cose si mettono davvero male per Pressano. Dumnic e la sua squadra tuttavia escono con gli interessi da una situazione critica: recuperano palla con due uomini in meno, Bolognani buca Fovio, poi Dallago mette il sigillo del 22-24 ad un minuto dal termine. L’ultimo giro di lancette è da cardiopalmo: Fasano conquista il rigore della speranza a 30″ dalla fine ma la traversa dice no a Knezevic. Finisce lì la gara, Pressano trionfa. Per la seconda volta. Raggiante mister Branko Dumnic, condottiero di un capolavoro:”Non era facile – esordisce il mister – giocare contro Fasano dopo aver vinto di 10 reti in casa. Siamo stati davvero bravi a non scomporci sul meno cinque dopo pochi minuti. Davvero stupenda – commenta – la reazione che ci ha portati all’8-8. Abbiamo saputo girare la partita psicologicamente e poi nel secondo tempo una grinta e determinazione pazzeschi ci hanno portato al trionfo. Giocare gli ultimi minuti in inferiorità numerica e vincere la partita non è cosa da pochi. Abbiamo confezionato un vero e proprio gioiello, il secondo titolo per questa società. Ringrazio i ragazzi – conclude – hanno meritato questo successo davvero fenomenale.”

Junior Fasano – Pressano 22-24 (p.t. 12-12)

Junior Fasano: Fovio, Messina 1, De Santis, Radovcic 2, Venturi, Corcione 2, Angiolini 3, Pugliese 1, Bargelli, Bronzo 2, Donoso 6, Knezevic 5, Notarangelo, Gallo, Palmisano, Vinci. All. Ancona

Pressano: Facchinelli, Dallago 5, Chistè, Bolognani 1, D’Antino 1, Di Maggio 8, Moser M., Giongo 4, Sampaolo, Alessandrini 4, Argentin, Folgheraiter, Moser N., Dedovic 1, Fadanelli, Mazzucchi. All. Dumnic

Arbitri: Cosenza-Schiavone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano a caccia della Supercoppa: in campo contro Fasano

È giunta l’ora di assegnare il primo trofeo stagionale. L’annata sportiva 2018/2019 entra nel vivo, si accende ad un passo dal Natale e lo fa con il “Supercoppa Day” che ormai da mesi rappresenta il punto di riferimento per la chiusura del 2018 della pallamano italiana. Annunciato lo scorso 24 giugno, il grande evento che assegnerà la Supercoppa maschile e femminile al Pala Palumbo di Salerno è arrivato e per la Pallamano Pressano CR Lavis si tratta di un’occasione importantissima per la storia del club. I gialloneri sono infatti già in terra campana in qualità di vincitori della Coppa Italia 2018 per affrontare i Campioni d’Italia in carica della Junior Fasano. Una sfida che concentrerà tutte le attenzioni della pallamano italiana, grazie anche alla copertura televisiva in diretta garantita da Sportitalia che trasmetterà sia il match femminile che quello maschile. Sarà quindi una domenica di pallamano, dove i gialloneri cercheranno di portare a casa il secondo titolo della propria storia: di fronte ci sarà una Junior Fasano in ripresa dopo un avvio di stagione opaco; i pugliesi cercheranno di scacciare tutte le note negative di questi primi mesi portando a casa il trofeo. Tanta determinazione dunque e tanti retroscena accompagnano la vigilia di Supercoppa per le due squadre: in campo la qualità sarà massima e le due squadre potranno contare su tutti gli effettivi a disposizione. In primis la sfida a distanza fra Vito Fovio e Valerio Sampaolo, i due estremi difensori italiani di punta della Serie A1, veri mostri sacri; così come sarà battaglia fra Adriano Di Maggio ed Umberto Bronzo, il “vecchio” ed il nuovo fra i mancini azzurri. Per poi contare tutte le altre stelle che animeranno un match che si preannuncia più che combattuto ed equilibrato. L’attesa è dunque terminata, le due squadre sono pronte a darsi battaglia e capitan Alessio Giongo suona la carica in casa Pressano:”Giocarsi il primo trofeo della stagione è un qualcosa di molto prestigioso e stimolante per la nostra squadra – commenta il capitano – Sarà per noi la seconda Supercoppa dopo quella persa nel 2015 a Bolzano, un’occasione quindi che non capita affatto di frequente. L’obiettivo è quello di giocare al nostro meglio, dare tutto per non avere rimpianti: sappiamo di aver di fronte una delle squadre più attrezzate e non per nulla si tratta dei Campioni d’Italia del Fasano; prevedo una gara combattuta, equilibrata ed appassionante per tutto il pubblico.”

Il fischio d’inizio del match è fissato per le ore 19.00 in diretta TV su Sportitalia: la direzione di gara è affidata agli esperti fischietti siciliani Giuseppe Cosenza e Davide Schiavone.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra