Coronavirus, attività sospesa e rinviata Conversano-Pressano

Le misure per la prevenzione si abbattono sul mondo sportivo ed anche la pallamano si ferma. Dopo un weekend di Coppa Italia intenso a Siena, dove già si susseguivano le voci riferite ai casi di COVID-19 in Italia, è arrivata l’ufficialità. La Federazione Italiana Giuoco Handball ha disposto la sospensione di tutte le attività agonistiche di qualsiasi campionato nelle gare ove siano presenti squadre provenienti da Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli V.G., Alto Adige, Trentino, Emilia Romagna fino a domenica 1 marzo compresa. Salta di conseguenza il turno di campionato del prossimo sabato, quando i gialloneri avrebbero dovuto far visita alla capolista Conversano. Trasferta annullata ma non solo, perché tutta l’attività della Pallamano Pressano dovrà prendersi una pausa forzata. Il Comune di Lavis ha disposto infatti la chiusura di tutte le strutture sportive sul territorio comunale: niente allenamenti quindi dai più giovani fino alla prima squadra che si dovrà prendere una settimana di pausa forzata.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano a testa altissima, chiude quarto la Coppa Italia

Un quarto posto a testa altissima chiude la Final Eight di Coppa Italia della Pallamano Pressano che cede nella finale di consolazione al Cassano Magnago per 27-22. Un risultato che fa poco testo e che manda in archivio la kermesse 2020 per i colori gialloneri. Pressano si è confermata dunque fra le prime quattro squadre d’Italia ma torna in terra trentina masticando amaro per alcuni infortuni e per l’esito della semifinale che ha visto prevalere Siena. I ragazzi di Fusina si devono comunque dire soddisfatti per quanto dimostrato sul campo del Palaestra che li ha visti combattivi fino all’ultimo secondo. Scaricate tutte le energie emotive nella semifinale del sabato, i ragazzi capitanati da Giongo sono scesi in campo per il terzo e quarto posto con una formazione comprensibilmente rimaneggiata: largo spazio ai giovani, con tutto il sette di partenza rinnovato ad eccezione di Di Maggio all’ala destra. Dall’altra parte del campo ampio turnover anche per Cassano Magnago, con mister Kolec che fa riposare le bocche da fuoco: ne esce una partita vivace, piacevole e sempre equilibrata con i gialloneri avanti soltanto nel primo spicchio di gara, costretti poi ad inseguire l’avversario durante tutto il secondo tempo. Da segnalare la bella prova di Simone Facchinelli fra i pali, così come i minutaggi di Nicola Fadanelli, Gabriele Sontacchi e Marco Chistè assieme alle prestazioni offensive di Argentin e Folgheraiter. In grande spolvero, così come tutto il weekend, anche Nicola Moser che fra difesa ed attacco ha dimostrato ancora una volta il proprio apporto alla squadra. Alla fine del match abbracci fra le due squadre e la consapevolezza di poter esprimere un potenziale di grande livello. Ora per Pressano ci sarà una settimana di meritato riposo, volta a ricaricare le batterie ma la guardia dovrà restare altissima. Sabato infatti è in programma la trasferta di Conversano, contro la capolista desiderosa di riscatto dopo il bottino vuoto in Coppa. L’incognita Coronavirus però incombe sul possibile rinvio delle gare e sui relativi spostamenti della squadra all’interno della nazione. Dopo una Coppa Italia così dispendiosa, per Pressano sarà tempo di ristabilirsi con l’obiettivo di centrare i playoff scudetto e giocarsi poi tutte le carte nel mese di maggio: con 8 gare da disputare in Regular Season, il cammino verso le prime 8 della Serie A1 è ancora lungo.

Final Eight Coppa Italia – Finale 3/4 posto

Pressano – Cassano Magnago 22-27 (p.t. 10-14)
Pressano: Facchinelli, Dallago, Chistè 1, Dedovic, D’Antino 3, Di Maggio 1, Sontacchi, Fadanelli 4, Giongo, Nikocevic, Sampaolo, Alessandrini, Argentin 7, Folgheraiter 3, Moser 3. All. Fusina
Cassano Magnago: Ilic, Scisci, Fantinato 1, Moretti 5, Saitta 4, Monciardini, La Mendola 3, La Bruna 4, Cenci 3, Bassanese 1, Marzocchini, Dolic 2, Possamai 3, Dorio 1, Bortoli, Savini. All. Kolec
Arbitri: Cardone-Cardone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra

Semifinale con tanta amarezza, Pressano esce dalla Coppa Italia

Una semifinale negativa esclude la Pallamano Pressano CR Lavis dalla Final Eight di Coppa Italia in conclusione al PalaEstra di Siena. Nel penultimo atto, opposti ai padroni di casa senesi, ai ragazzi di Fusina non è bastata una grandissima prova soprattutto nel primo tempo per avere la meglio della squadra di casa, capace di rimontare uno svantaggio di 5 reti costruito da Nikocevic e compagni, per poi portarsi a casa l’accesso in finale. Senza Dedovic e Giongo, Pressano ha dovuto rivedere l’intero schema tattico ed i risultati in avvio di gara sono ottimi: subito 7-2 per la squadra trentina che grazie ad una difesa superlativa, coronata da un Sampaolo in gran forma, riesce a punire in contropiede. Esattamente come avvenuto nei quarti di finale, una volta conquistato un divario consistente, i gialloneri cominciano ad arrancare: numerose esclusioni ed altre decisioni della giovane coppia arbitrale Prandi-Ambrosetti contribuiscono alla tensione in partita e Pressano ne risente soprattutto sul campo. Siena torna infatti sotto con un netto break di 4-0 dal 12-7 in favore dei gialloneri fino al 12-11 che riapre definitivamente la partita. Il primo tempo va così chiudendosi sul 13-11 ed in avvio di ripresa Dallago fa +3 ma ben presto l’attacco giallonero va in blackout: due reti in 14 minuti, ancora una volta spesso in inferiorità, sono troppo poche per giocarsi la partita alla pari e Siena ribalta tutto. Presi alla sprovvista ed alle prese ancora una volta con alcuni “fischi” su cui recriminare, i trentini sono ora costretti ad inseguire ma non vanno oltre il 17-17 perché Kasa e compagni ricacciano indietro la truppa di Fusina sul 17-20 in favore di Siena. Il match sembra finito ma la difesa ricomincia a lavorare: fra tensione e proteste, costante di tutta la partita, il match si conclude con Pressano che non riesce a pareggiare. Postilla di fine match, il cartellino rosso a mister Fusina, provvedimento raro che inquadra bene l’andamento della gara. Per i gialloneri quindi finale per il 3-4 posto contro Cassano Magnago, partita che chiuderà questa kermesse decisamente negativa.

Final Eight di Coppa Italia – Semifinale

Siena – Pressano 22-20 (p.t. 11-13)
Siena: Leban, Borgianni 3, Bufoli, Vermigli, Amato, Pasini, Kasa 6, Bronzo 2, Radovcic 4, Yousefinezhad 2, Fovio, Nelson 1, Florio, Riccobelli 4, Dal Medico. All. Lisica
Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Chistè, Dedovic, D’Antino 2, Di Maggio 3, Sontacchi, Fadanelli, Giongo, Nikocevic 7, Sampaolo, Alessandrini, Argentin 3, Folgheraiter 1, Moser 1. All. Fusina
Arbitri: Prandi-Ambrosetti

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra

Pressano supera Fasano ai quarti: oggi semifinale con Siena

Una Pallamano Pressano buona quanto basta supera i pugliesi della Junior Fasano nei quarti di finale di Coppa Italia e vola fra le migliori 4 della manifestazione. Il punteggio finale recita 25-23 per i gialloneri trentini che per la quinta volta nella loro storia approdano in una semifinale di Coppa. Gara faticosa quella disputata al PalaEstra di Siena, teatro della manifestazione, dove la squadra di Fusina ha dovuto lottare oltremodo per assicurarsi il passaggio del turno: pesano sul conto finale anche gli infortuni a Giongo e Dedovic accorsi nel primo tempo e le cui entità dovranno essere valutate. Pressano sfiderà ora i padroni di casa della EGO Siena nella semifinale prevista oggi alle 20.30. In avvio di gara una buona difesa ed un attacco preciso in ottima percentuale valgono il 6-2 dopo 11’: tanti errori da una parte e dall’altra premiano comunque la squadra giallonera che sembra poter avanzare ulteriormente ma nella parte centrale del primo tempo ripresenta le lacune offensive ormai “standard” e, perdendo Giongo e Dedovic per infortunio, si vede ben presto recuperata da un Fasano trascinato letteralmente da Knezevic (9 reti e top scorer a fine gara). I biancazzurri di Ancona arrivano anche al pareggio sull’11-11, perfezionato nel 12-11 di fine primo tempo. Nella prima parte della ripresa un ispirato Nicola Moser trascina i suoi sul 16-13 ma Dallago e compagni non riescono a prendere una direzione precisa, anzi: Fasano rimonta e passa a condurre. La gara si fa intensa e combattuta: i gialloneri sono bravi a reagire e nel momento più caldo della partita sfruttano una difesa ritrovata per fare il break e chiudere la partita in proprio favore, amministrando negli ultimissimi minuti di gara. Conquistata la semifinale, ora ci sarà la sfida contro Siena: un match di altissimo livello dove i gialloneri dovranno gettare il cuore oltre l’ostacolo per cercare una clamorosa terza finale consecutiva di Coppa Italia dopo quelle di Conversano 2018 e Trieste 2019. Servirà una prestazione maiuscola anche al netto delle assenze ma la Final Eight ha ancora una volta dimostrato la propria imprevedibilità.

Final Eight Coppa Italia – Quarti di Finale

Pressano – Fasano 25-23 (p.t. 12-11)
Pressano: Facchinelli, Dallago 7, Chistè, Dedovic 1, D’Antino 1, Di Maggio 5, Sontacchi, Fadanelli, Giongo, Nikocevic 6, Sampaolo, Alessandrini 2, Argentin 1, Folgheraiter, Moser N. 2. All. Fusina
Fasano: Pavani, Grassi, De Santis, Angiolini 4, Angeloni, Colella, Pugliese 5, Palmisano, Notarangelo 2, Messina 1, Errico, Beharevic 1, Knezevic 9, Pignatelli 1, Bargelli. All. Ancona
Arbitri: Castagnino-Manuele

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra

Parte la Final Eight: ai quarti Pressano-Fasano

Un weekend di grande pallamano per assegnare il secondo titolo della stagione: prende il via nella splendida cornice della città di Siena la Final Eight di Coppa Italia. Da oggi – venerdì – fino a domenica le migliori otto squadre sul suolo nazionale si contenderanno la coccarda tricolore al PalaEstra: Bolzano e Siena attendono l’evento già da quest’estate, quando furono dichiarate qualificate d’ufficio rispettivamente in qualità di Campione d’Italia in carica e squadra organizzatrice. Conversano, Cassano, Bressanone, Fasano, Pressano e Trieste sono invece le altre 6 compagini che hanno staccato il pass lo scorso 15 dicembre nel playoff dove i gialloneri superarono la Raimond Sassari. Una kermesse affascinante, ricca di incognite e contenuti quella che si disputerà in terra toscana: primo incontro per la Pallamano Pressano saranno i quarti di finale contro la Junior Fasano, in programma alle ore 16.30 di un fitto pomeriggio di gare. Una sfida che vedrà opposte la 7^ e la 9^ forza della classifica in un match che entrambe le squadre giocheranno al massimo delle possibilità per addolcire una stagione fin qui non del tutto positiva. Come ogni anno accade in Final Eight, il match sarà una gara con una storia imprevedibile: inutile quindi sottolineare l’unico precedente di quest’anno fra le due formazioni, quando Pressano vinse in Puglia per 31-35. La determinazione di un Pressano in flessione incontrerà la spensieratezza di un Fasano giovane e senza pressioni. I gialloneri dovranno quindi concentrarsi soltanto sul match dei quarti di finale: la squadra vincitrice affronterà in semifinale la vincente di Siena-Trieste. Prima dell’esordio nella competizione dove Pressano ha conquistato la finale negli ultimi due anni, il capitano Alessio Giongo carica l’ambiente: “L’appuntamento della Coppa Italia ci è sempre stato particolarmente a cuore. Da quando è stata istituita la Final8, abbiamo raggiunto la finale tre volte, di cui l’ultima proprio lo scorso anno. Le edizioni passate ci hanno insegnato che il primo obiettivo a Siena sarà tenere alta la concentrazione sempre, ben prima dell’esordio. Quest’anno nei quarti di finale affronteremo il Fasano, nostra diretta inseguitrice in classifica: una squadra che sta crescendo di mese in mese, con cui dovremo dare del nostro meglio, ricca di individualità e di promettenti giovani che col passare delle giornate in campionato e il ritorno di Knezevic hanno alzato sempre più il proprio livello. Se supereremo il turno o meno dipenderà innanzitutto dalla nostra difesa: dovremo stare particolarmente attenti in fase difensiva ed essere abili ad esprimere un buon potenziale in attacco. Solo giocando al nostro meglio riusciremo a guadagnarci l’accesso alla semifinale”. Tutte le gare saranno trasmesse in live streaming sulla piattaforma Elevensports.it e Pallamano TV.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Alle porte della Coppa, Dedovic eletto miglior straniero 2019

Anche nella stagione 2019/2020 la Pallamano Pressano CR Lavis viene baciata dai FIGH Awards, i premi federali dedicati agli atleti ed alle atlete della pallamano italiana. Dopo anni ai vertici con il portierone Valerio Sampaolo e tutta la generazione giovanile a far incetta di premi ogni anno, un titolo inedito arriva in casa Pressano: è il premio come miglior straniero del 2019, assegnato al centrale giallonero Dinko Dedovic. L’atleta giallonero classe 1989 di nazionalità bosniaca, al suo secondo anno a Pressano, ha letteralmente sbaragliato la concorrenza del serbo Cutura, leader del Bressanone e dello svedese Jacob Nelson in forza al Siena. Dopo il voto di tutti gli allenatori di Serie A1 raccolti a dicembre, è stato il popolo del web a porre l’ultima parola per eleggere i beniamini della pallamano italiana. Un premio che conferma il sodalizio giallonero come ricco di qualità in rosa: a conferma anche il terzo posto nella classifica dei portieri ottenuto dal giallonero Valerio Sampaolo, stravinta dal brasiliano del Conversano Pedro Hermones, di gran lunga sopra al portiere bolzanino Mate Volarevic appena 21 voti sopra a Valerio Sampaolo. Per i colori di Pressano quindi un successo ed un podio a cui fa seguito anche la vittoria di Marco Mengon nel premio dedicato al miglior giovane italiano assoluto. Tanto Pressano dunque anche in questa nuova edizione dei FIGH Awards che verranno consegnati in occasione della Final Eight di Coppa Italia a Siena, ormai alle porte: da venerdì infatti al PalaEstra le 8 migliori squadre maschili e le 4 migliori squadre femminili si affronteranno per l’assegnazione delle due coccarde tricolori. Un maxi evento che concentrerà tutta l’attenzione della pallamano italiana, nel quale anche i colori gialloneri avranno il loro momento celebrativo. Per quanto riguarda le sfide sul campo, invece, la prima sfida giallonera per i quarti di finale sarà contro la Junior Fasano, venerdì alle 16.30.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano a picco: Bolzano passa al Palavis 19-33

Una serata decisamente negativa affonda la Pallamano Pressano CR Lavis che cede in casa al Loacker Bolzano col punteggio di 19-33. Uno score che non si vedeva da tempo fra le mura del Palavis, dove si è assistito per larghi tratti ad una gara a senso unico. Il netto stop si somma a quello di Gaeta di sette giorni prima e condanna ora i gialloneri alla settima posizione, con attenzione da rivolgere alle inseguitrici. Il primo minuto di gara è emblematico: due errori gialloneri in attacco, due reti bolzanine e subito inferiorità numerica per i padroni di casa che soffrono fin sul 2-5, prima di recuperare lo svantaggio. La partita, combattuta, si innervosisce con qualche decisione arbitrale incerta: ne fa le spese Dallago che viene cacciato anzitempo dopo appena 16 minuti di gioco. Una tegola importante per la squadra trentina che si ritrova nervosa, azzoppata e sotto 6-10. Con uno scatto d’orgoglio gli uomini di Fusina reagiscono e tornano sul 10-11 prima di spegnere definitivamente la luce: gli ultimi 8 minuti della prima frazione sono un calvario con zero gol segnati e 7 subiti con continui contropiede bolzanini a bucare Sampaolo. Il primo tempo è quindi una sentenza: 10-18 per Bolzano e partita in ghiaccio. Nella ripresa dopo un timido tentativo di rimonta sfumato con l’attacco fallito del -5 gli ospiti prendono il largo, avanzano nello score fino anche al +15 e chiudono la contesa sul 19-33. Ora per Pressano ci sono pochi giorni per leccarsi le ferite: da venerdì parte la Coppa Italia a Siena.

Pressano – Bolzano 19-33 (p.t. 10-18)

Pressano: Facchinelli, Dallago 2, Chistè, Dedovic, D’Antino 4, Di Maggio 2, Sontacchi G., Fadanelli 1, Sontacchi D., Giongo 2, Nikocevic 3, Sampaolo, Alessandrini 2, Argentin 1, Folgheraiter 1, Moser 1. All. Fusina

Bolzano: Starcevic 1, Sonnerer 4, Mehryrad 1, Gufler 3, Viehweider, Sporcic 1, Halilkovic 2, Martinati, Mathà 3, Arcieri 3, Gaeta 2, Innerebner 2, Turkovic 4, Udovicic 7, Volarevic. All. Dvorsek

Arbitri: Bocchieri-Scavone

Classifica:

Conversano 30, Bolzano 28, Cassano Magnago 27, Siena 26, Sassari 25, Bressanone 24, Pressano 17, Merano 16, Fasano 13, Fondi 11, Trieste 10, Appiano 10, Gaeta 10, Cologne 5.

I risultati:

Cassano – Conversano 29-24

Siena – Gaeta 31-20

Trieste – Fondi 29-23

Bressanone – Fasano 40-26

Merano – Cologne 26-23

Appiano – Sassari 24-26

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra