Pressano all’ultimo respiro: è finale!

Pressano in finale. La favola giallonera continua dall’Estraforum di Prato, dove è andata inSilva elevazione scena la semifinale di ritorno tra Ambra e Pallamano Pressano. In una partita soffertissima, la più dura della stagione, i gialloneri riescono ad agguantare il pass per la finalissima a tempo scaduto. Davanti ad un pubblico rumorosissimo, con una splendida delegazione giallonera di 100 tifosi, inizia il match che vede subito Pressano in grande spolvero; con due reti a testa da parte di Silva e Dallago è la squadra ospite a bucare la rete di casa ed il punteggio schizza subito sul +2 fino al 4-6. Se l’attacco funziona è la difesa a soffrire: Pressano non risulta così lucido in fase difensiva ma Sampaolo argina quanto può e il risultato resta a favore dei gialloneri; in cattedra però dopo 12 minuti sale il portiere di casa Di Marcello che compie una serie di miracoli e lancia i compagni verso il break di 5-0 che ribalta tutto, 9-6. L’Ambra avanza grazie a Raupenas e dall’altra parte è solo Silva in attacco con le sue bombe (12 reti e miglior marcatore) a non far tracollare la squadra trentina. Qualche altra grande parata di Di Marcello esalta l’Ambra che allunga fin sul +5 grazie ad alcune reti baciate dalla fortuna. Negli ultimissimi minuti Pressano spreca e locali puniscono, tornando a +6 a pochissimo dal termine della prima frazione, con Bolognani che sulla sirena dei primi 30′ fissa il risultato sul 18-13; con l’inaspettato passivo di 5 reti Pressano torna negli spogliatoi e cerca di riordinare le idee e l’inizio di ripresa sembra poter ben presagire per i trentini. Con Alessandrini e Giongo, Pressano torna a -3 ma il secondo rigore sbagliato del match nega il -2. Di qui la partita avanza punto a punto, con l’Ambra che mantiene il +3: non mancano gli errori da parte di Pressano che trova ancora una volta la strada sbarrata in porta, difesa questa volta dal comunque abile secondo portiere Trinci. Sono tre reti di Silva al decimo della ripresa a tenere a galla Pressano che si porta sul 23-21 ma i gialloneri sprecano ancora una volta il -1. A metà ripresa è Raupenas a scaldare il braccio e i padroni di casa tornano sul +4 che non molleranno fino alla fine. I gialloneri ospiti però non mollano la presa e restano aggrappati alla partita: una doppietta di Walter Chistè a 9′ dalla fine riporta sotto Pressano ma i locali colpiscono ben presto in contropiede: ancora +4 per l’Ambra a 5′ dalla fine. Il gap maturato all’andata non basta più, considerato il minor numero di reti segnate fuori casa: obbligatorio perdere con meno di 4 reti di scarto. Negli ultimissimi minuti Alessandrini si vede sventolato il cartellino rosso per somma di esclusioni e Pressano è sull’orlo del tracollo ma con un colpo di reni Giongo e compagni restano aggrappati al -4: l’Ambra spreca il +5 a 40″ dalla fine e l’attacco successivo porge nelle mani giallonere il passaggio del turno. Ad 1″ dal termine è Dallago a procurarsi il rigore che potrebbe valere la finale: i 100 gialloneri scendono a bordocampo e tengono il fiato sospeso. Silva va sui 7 metri, finta e tira: rete! Esplode l’urlo pressanotto, è finale.

Raggiante Paulo Silva a fine match:”È stata una partita dura: abbiamo continuato il momento negativo del finale di andata e per qualche disattenzione abbiamo rischiato di buttare via la finale. Questo ci farà imparare a stare più attenti; nel complesso splendido passaggio del turno e ora testa tutta a Bolzano. Come dice il mio conterraneo Mourinho, le finali si giocano per vincere: noi ci proveremo!”

Mister Ghedin centra la sua prima finale della carriera:”L’emozione copre ogni analisi tecnica della partita. Abbiamo raggiunto un traguardo storico, incredibile: è il premio per una società che da tre anni fa grandi sforzi ed ora siamo qui, in finale, la prima del Pressano e la prima anche per me. Per quanto riguarda il match, abbiamo commesso parecchi errori ma sapevamo che l’esperienza non era dalla nostra parte; dobbiamo però sottolineare come questo obiettivo sia stato raggiunto senza Di Maggio, colonna portante della nostra squadra. Concludendo, voglio ringraziare infinitamente i nostri tifosi, tantissimi e calorosissimi anche oggi qui a Prato. Ora occhi puntati sulla finale: noi proveremo fino in fondo a giocarcela contro il Bolzano, la vera squadra da battere.”

11 Mag | h 18:00 
Ambra – Pressano 30-27 (p.t. 18-13)


Ambra: Ballini 1, Chiaramonti 3, Cipriani, Dei 4, Di Marcello A. 3, Di Marcello, Faggi 4, Maraldi 4, Raupenas 11, Trinci, De Stefano, Morini, Margheri, Naldoni. All: Roberto Morlacco

Pressano: Miori, Bolognani 1, Chisté W. 3, Dallago 4, Cappelletti, Da Silva 12, Giongo 4, Opalic 1, Sampaolo, D’Antino, Alessandrini 2, Pescador, Picello, Chisté D. All: Fabrizio Ghedin

Arbitri: Boscia – Pietraforte

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...