Pressano vince la battaglia del Palavis: Cassano al tappeto 24-23

Stabellini rigore vs CassanoVince e sorride la Pallamano Pressano CR Lavis che supera la capolista Cassano Magnago al Palavis con una prova di grande carattere e coglie la terza vittoria consecutiva dopo il turno di riposo. A Lavis è più di una battaglia in campo: tre rossi, tanto agonismo e tanto nervosismo fra le due squadre; a spuntarla nella confusione sono i gialloneri di Dumnic che, incerottati con Bertolez out tutta la stagione e Chistè limitato da un acciacco tirano fuori grinta e cuore infiniti e trionfano per 24-23 al termine di un incontro vietato ai deboli di cuore. Pronti, via e Pressano ingrana subito: la difesa di casa è rimaneggiata ma le buone soluzioni in attacco permettono ai gialloneri di bucare la porta di Ilic, con il punteggio che dice 5-1 dopo 10′. Lo strappo iniziale però inganna tutti: Cassano serra le file in difesa recupera fin sul 5-5 ed il match avanza punto a punto fino a degenerare. Inizia tutto al 20′, quando Stabellini lanciato in aria per un gol al volo subisce una grave e pericolosa trattenuta di Montesano: il terzino bolognese stramazza al suolo ma la coppia arbitrale non vede nulla e gli animi schizzano; sull’azione successiva, quasi per compensazione, Zorz viene squalificato per aver fermato Bolognani in contropiede. La partita perde controllo, la tensione è palpabile ed il gioco ne risente: passano pochi minuti ed i due capitani, Giongo e Montesano si beccano, arrivando al contatto; dopo un normale fallo i due cadono a terra e Montesano sferra due colpi in volto a Giongo: rosso diretto anche per l’ala destra amaranto. Episodi scellerati che poco hanno a che fare con la pallamano giocata e che in buona parte nascono dal nervosismo creatosi in campo. Per quanto riguarda il punteggio attacchi bloccati e match che avanza punto a punto fino alla fine del primo tempo, chiuso sull’11-11.

In avvio di ripresa un Pressano contato e stanco sembra cedere: Rokvic fa il funambolo da centrale e Cassano tocca il 13-16, proprio quando Di Maggio prende rosso per somma di esclusioni. Una doccia fredda per i gialloneri che schierano D’Antino e Franceschini ma non si perdono d’animo, serrano le file in difesa e attaccano con precisione recuperando tutto lo svantaggio. È un crescendo dei padroni di casa che segnano e si guadagnano quattro tiri dai sette metri con Chistè e Stabellini mattatori (quest’ultimo autore di 12 reti e decisamente migliore in campo). Proprio nel finale Pressano allunga addirittura fin sul 21-18 con la palla del +4 ma tutto sembra svanire nel finale quando Cassano con due contropiedi torna a -1: ancora una volta confusione in campo, fischi dubbi da ambo le parti e partita che gira come una trottola, finendo sui colori gialloneri. È Stabellini a sigillare la vittoria con il 24-22 a 30″ dalla fine, perfezionato da Decio nel 24-23 finale. Un vero capolavoro dei ragazzi di Dumnic che in piena difficoltà numerica, aggravata nel corso del match, ed in un incontro tesissimo sfoderano nervi saldi, un cuore immenso e colgono tre punti pesantissimi contro un’avversaria difficilissima come i lombardi di Kolec.

h 19:00 | Pressano – Cassano Magnago 24-23 (p.t. 10-10)

Pressano: Chistè W. 5, Bolognani, D’Antino, Di Maggio 2, Giongo 4, Franceschini, Sampaolo, Stabellini 12, Alessandrini 1, Mengon, D’Antino, Pescador, Bettini, Moser. All: Branko Dumnic

Cassano Magnago: Ilic, Scisci 3, Guazzi 4, Rokvic 4, Dorio, Milanovic 1, Decio, Corazzin, Zorz, La Mendola 1, Venturi 1, Montesano 3, Fantinato 2, Giannoccaro 4. All: Davide Kolec

Arbitri: Colombo – Fabbian

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...