Archivio mensile:marzo 2018

Ancora un Grande Pressano: Fasano espugnata 19-25

Una cosa è certa: questo Pressano ci ha preso gusto. I gialloneri compiono un’altra impresa espugnando sonoramente il campo della Junior Fasano. Una palestra, quella fasanese, dove i biancazzurri avevano perso soltanto due volte negli ultimi 6 anni e soltanto contro Bolzano. Una partita magistrale quella giocata da Giongo e compagni che hanno dominato dall’inizio alla fine: sempre in vantaggio, la squadra di Dumnic ha confermato il proprio stato di grazia soprattutto difensivo, sorretta da un Sampaolo per il quale non si trovano più aggettivi. In attacco la pazienza e la precisione dei ragazzi trentini ha tagliato le gambe ad un Fasano stordito, quasi sorpreso dal momento della Pallamano Pressano CR Lavis. Un momento straordinario che vede quindi Pressano in vetta alla classifica della Poule PlayOff con grande merito: pesantissimi i due punti ottenuti in Puglia, considerato l’equilibrio del girone che porterà allo scudetto. Nel match parte subito bene la squadra trentina: Sampaolo para, la difesa regge in maniera esemplare e con grande pazienza in attacco i gialloneri si portano sullo 0-3 dopo 6 minuti. In breve tempo il pivot di casa Maione conquista 4 rigori ma Fasano ne segna soltanto due e Pressano resta avanti nello score, incrementando. Nonostante qualche tiro sbagliato Senta (6 reti e top scorer) e compagni allungano sul 2-6, lasciando Fasano con zero reti su azione dopo 17’. Una raffigurazione della grinta che la squadra ospite mette in campo: D’Antino (Nicolò, ala destra fasanese, fratello del giallonero Pascal) accorcia con due reti ma Pressano ne ha di più e scappa sul 4-10. Un momento positivo che si allenta tuttavia nel finale quando Fasano serra le file in difesa e dimezza lo svantaggio, 8-11 a metà partita. Nella ripresa ci si aspetta la reazione dei padroni di casa, tutt’altro che abituati a subire fra le mura amiche ma dall’altra parte c’è Valerio Sampaolo: il portiere giallonero decide che oggi (ieri, ndr) non passa nulla e gli attacchi fasanesi si infrangono contro la solida difesa giallonera. In attacco invece Pressano ingrana una buona marcia e con un Walter Chistè in spolvero e numerosi palloni recuperati la squadra trentina costruisce la propria vittoria spettacolare: rete su rete, con intelligenza, Pressano aumenta il divario vertiginosamente. Il pubblico di casa rumoreggia, attonito: i gialloneri toccano anche il +8 sul 15-23, accompagnando il match in pompa magna fino alla seconda sirena che scatena una nuova linfa di gioia fra le maglie trentine, consapevoli ora di potersi giocare carte importanti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano torna in Puglia: a Fasano la seconda di Poule PlayOff

A due settimane dalla gloriosa trasferta in Coppa Italia, la Pallamano Pressano CR Lavis torna a calcare i parquet di Puglia, questa volta per i PlayOff Scudetto. La seconda giornata d’andata della Poule vedrà infatti i gialloneri impegnati sul campo della Palestra “Zizzi” di Fasano dove ad attenderli ci sarà la formazione biancazzurra di Francesco Ancona, ferita dalle due sconfitte patite entrambe ad opera del Bolzano. Periodo difficile quello della squadra pugliese in termini di risultati: eliminati dalla Coppa Italia ai rigori ad opera degli altoatesini, una settimana fa Fovio e compagni hanno ceduto contro la squadra bolzanina anche nella prima uscita dei PlayOff giocata a Bolzano sabato scorso. Due stop consecutivi che riportano Fasano sul campo amico con tanta voglia di ritrovare la vittoria. Dall’altra parte del campo ci sarà un Pressano che gode di un buon momento, con un filotto di vittorie alle spalle che però non deve ingannare: sul parquet fasanese infatti servirà una prova superiore a quella messa in campo nella vittoria di sabato scorso con Bologna per provare a fare bottino sul campo meno battuto d’Italia. La palestra pugliese infatti è un vero e proprio fortino, espugnato soltanto da Bolzano negli ultimi 5 anni ed in sole due occasioni: con l’avvio della Poule PlayOff l’asticella si è alzata visibilmente ed occorrerà il miglior Pressano questo sabato per proseguire al meglio il cammino in campionato. I precedenti fra le due formazioni si contano sulle dita di una mano: quattro in campionato e due in Coppa Italia con quattro vittorie di Fasano, un pareggio ed una vittoria di Pressano. L’ultimo confronto risale a meno di un anno fa quando le due squadre si affrontarono in semifinale scudetto: dopo il 28-28 del Palavis, Fasano prevalse in casa con un netto 32-20. Quest’anno il contesto è differente ma sarà vietato sbagliare, sia in fase d’attacco che in difesa: proprio la fase difensiva dovrà essere quella mostrata durante tutta la stagione contro gli assi fasanesi Maione, Radovcic e Riccobelli, mentre in attacco Pressano dovrà vedersela col portierone Fovio fra i pali. In salute le due squadre, eccezion fatta per Bertolez che ha chiuso anzitempo la stagione dopo la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro nella finale di Coppa Italia: una tegola per Dumnic che potrà comunque contare su un team affiatato e competitivo. Il campo saprà dare l’ultima parola in una Poule equilibratissima che entra sempre più nel vivo: fischio d’inizio a Fasano alle ore 19.00, arbitra la coppia abruzzese Dionisi-Maccarone. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra