Archivio mensile:marzo 2018

Pressano torna al Palavis: sfida al Cingoli

Giro di boa in vista per la Poule PlayOff Scudetto: la quinta giornata della seconda fase vedrà infatti terminare il girone d’andata fra le sei big del campionato e la Pallamano Pressano CR Lavis tornerà fra le mura amiche del Palavis per affrontare i marchigiani del Cingoli. Obiettivo superare in fretta la debacle di Bolzano dove una settimana fa i gialloneri uscirono sconfitti 31-16. Serve infatti un pronto riscatto per mantenere le posizioni di vertice in classifica ed avvicinarsi ulteriormente alla semifinale scudetto. Con un bilancio di 3 vittorie ed 1 sconfitta Pressano attende quindi la squadra cingolana che arriverà a Lavis con tutta l’intenzione di fare i primi punti della Poule. I ragazzi di Nando Nocelli infatti sono ancora a secco di risultati con quattro sconfitte in quattro gare ma ciò non deve ingannare, basti vedere l’intensità con cui Arcieri e compagni hanno lottato fino all’ultimo sabato scorso contro Fasano, uscendo sconfitti 37-38. Una squadra atletica ed affiatata, giovane e determinata a fare vittime illustri: i due gioielli azzurri Arcieri e Nocelli nonostante la giovane età guidano il team marchigiano composto pressochè nella propria totalità da atleti locali. Dall’altra parte del campo, sulla sponda trentina, un Pressano chiamato alla vittoria vuole farsi trovare pronto: troppo importanti i punti in casa per prendere sottogamba l’incontro. Giongo e compagni questo lo sanno e nonostante la probabile assenza di D’Antino (ferita al capo rimediata a Bolzano) cercheranno in ogni modo di raccogliere il bottino pieno. La squadra di Dumnic, dopo un periodo fittissimo di impegni, ha pagato lo stress ed ora ha avuto modo di ricaricare le batterie in vista di questo importante impegno. Fischio d’inizio al Palavis alle ore 19.00 affidato alla coppia Savarese-Calascibetta. Si ricorda che a causa delle operazioni di allestimento della Fiera della Lazzera, non saranno disponibili i parcheggi nelle vicinanze del Palavis.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano dall’apice all’abisso: a Bolzano sconfitta 31-16

Cade sonoramente la Pallamano Pressano CR Lavis che a Bolzano, sul campo dei Campioni d’Italia, viene brutalmente stoppata dai biancorossi per 31-16, divario più ampio degli ultimi nove anni. Inutile descrivere la pessima prestazione giallonera di fronte ad un Bolzano superlativo in tutti i fondamentali. In avvio è Pressano ad aprire le marcature con una doppietta di Senta che vale l’1-2 ma i gialloneri, dopo aver fallito l’1-3, escono letteralmente dal campo. Disuniti in attacco ed in difesa come mai visto, i ragazzi di Dumnic subiscono passivamente la furia di un Bolzano determinato a prendersi la rivincita della finale di Coppa Italia. È paralizzante il parziale di 7-0 che lancia Bolzano sull’8-2 con i gialloneri senza gol per 14′. Impossibile permettersi certi passaggi a vuoto sul campo dei tricolori: raggiunto un vantaggio consistente infatti Bolzano continua a martellare, incrementando con pazienza e pulizia fin sul 15-7 di fine primo tempo, testimone della serata totalmente negativa dei gialloneri. A condire il tutto anche la direzione arbitrale di Zendali e Riello che non incide sul risultato finale ma taglia le gambe a Pressano, continuamente penalizzato nel primo tempo e privato di Alessandrini dopo 15′ per un più che discutibile rosso diretto. Scoraggiati e pressati, i gialloneri nella ripresa continuano a subire e per Bolzano è facile accompagnare lo score fino al sessantesimo, incrementando fino al 31-16.

h 19:00 | Bozen – Pressano 31-16 (p.t. 15-7)
Bozen: Volarevic, Moretti 5, Sonnerer 1, Riccardi 4, Dapiran 8, Waldner, Kammerer, Stricker 1, Sporcic, Gufler 2, Pescador, Mbaye 3, Innerebner 1, Turkovic 6. All: Alessandro Fusina
Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Moser M, Bolognani, Chistè 2, D’Antino 1, Di Maggio 1, Fadanelli, Giongo 4, Sampaolo, Alessandrini 1, Folgheraiter, Senta 4, Moser N. All: Branko Dumnic
Arbitri: Zendali – Riello 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra