Rimonta da batticuore: Pressano supera di misura il Merano

Pressano – Merano 24-23 (p.t. 9-13)

Pressano: Facchinelli, Dallago 1, Chistè, Moser M. 1, Bolognani 3, Dedovic 3, D’Antino 9, Di Maggio 2, Sontacchi, Fadanelli, Giongo 3, Sampaolo, Alessandrini, Argentin 1, Folgheraiter 1, Moser N. All. Dumnic

Merano: Prantner 3, Sljepcevic, Gufler 2, Suhonjic 6, Brantsch, Raffl, Starcevic 4, Freund, Martinati, Rottensteiner, Glisic, Trojer Hofer 2, Stricker La., Stricker A. 1, Stricker Lu. 5, Campestrini. All. Gagovic

Arbitri: Carrino-Pellegrino

Pazza rimonta della Pallamano Pressano CR Lavis che con un rocambolesco finale di partita supera i Diavoli Neri del Merano al Palavis col punteggio di 24-23. Una vera follia la partita giocata dai gialloneri, sotto anche di 6 reti e quasi condannati alla brutale sconfitta casalinga: ma Pressano ha cuore, ha grinta e nell’ultimo spicchio di match proprio questi ingredienti hanno fatto la differenza. Una gara che sembrava ormai compromessa, una sconfitta che avrebbe bruciato in casa dopo la grande prestazione offerta contro Fasano: nulla di tutto questo, i gialloneri hanno saputo ribaltare tutto e proprio all’ultimo minuto il primo vantaggio del match ha regalato il successo liberatorio ai padroni di casa. Avvio di gara difficoltoso per Pressano che mette il naso avanti sull’1-0 ma solo per pochi secondi: è un Merano in grande forma infatti a prendere in mano le redini del match. Grazie ad un Suhonjic in grande spolvero ed alle parate di Raffl (13 nel solo primo tempo), gli ospiti meranesi dimostrano ben presto di non meritare la posizione in classifica e bucano un Pressano molle, spento e sorpreso. La forbice va aumentando fra i due sette in campo: i padroni di casa non riescono a trovare il filo del discorso in attacco ed in difesa concedono troppo ai tiratori altoatesini. Merano va così a condurre anche di 4 reti e potrebbe andare anche oltre ma dal lato trentino c’è un D’Antino che non molla un centimetro e tiene a galla i suoi in attacco. Nella ripresa le cose non solo non cambiano, bensì peggiorano. Merano continua a difendere con grande abilità ed in attacco si sveglia Stricker, abile a bucare Sampaolo in diverse occasioni. I gialloneri sembrano cedere sul 10-16 ma ancora D’Antino suona la carica e con qualche contropiede i locali si riportano sotto 14-16. Sembra il momento di girare la partita ma Merano non ci sta, continua a difendere bene sostenuto da un grande Raffl e torna avanti di 5 reti sul 17-22. I minuti passano e Pressano si sente quasi condannato: le partite tuttavia non finiscono fino alla seconda sirena ed a stravolgere il povero attacco di casa ci pensa capitan Giongo. Ai box da 3 settimane, il 34enne di casa entra in campo con determinazione, scuote la difesa e pesca tre perle in attacco che riportano sotto i gialloneri fino al ribaltone sul 24-23 firmato Dedovic a 40” dal termine. È il gol partita, è festa giallonera.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...