Rimonta da favola, Pressano batticuore fa sua la Supercoppa!

Pazza, tenace, inesauribile. Una Pallamano Pressano CR Lavis da infarto fa sua la Supercoppa italiana, conquistando il secondo titolo della propria storia al PalaPalumbo di Salerno. Un successo straordinario, clamoroso e più che mai emozionante per i gialloneri che hanno compiuto una vera e propria impresa. Portare a casa un titolo con una rimonta encomiabile sui Campioni d’Italia della Junior Fasano ha tutti i contorni di un capolavoro, confezionato dalla grinta trentina e dal genio tattico di mister Branko Dumnic. E dire che per 50 minuti su sessanta un Pressano non fra i migliori in stagione era stato costretto ad inseguire gli avversari, apparsi decisamente più in serata. Invece il cuore ha vinto, ha vinto la superiorità e la determinazione giallonera, che da 43 anni porta avanti la società, ora con due trofei in bacheca. Un sogno, dopo la Coppa Italia di febbraio, che diventa realtà e colora così di giallonero un 2018 da favola per la società della frazione di Lavis. Nel match è battaglia vera: Pressano tuttavia scende in campo con netto ritardo ed i primi minuti sono appannaggio della truppa di Ancona, decisamente più carica nell’avvio di gara. Formidabile il 5-1 per Fasano firmato Donoso che dopo 10′ condanna Pressano ad una gara in salita: i gialloneri scivolano anche a -5 e Notarangelo ha il contropiede di un funesto 8-2 ma Sampaolo para ed in casa Pressano le idee si ristabiliscono. Con una ritrovata difesa, i gialloneri rosicchiano rete su rete nonostante qualche ulteriore errore in attacco ed a 10′ dalla fine del primo tempo si compie una clamorosa rimonta, 8-8. Fasano si scompone, non riesce a reagire ma Pressano non affonda il colpo ed a fine primo tempo lo score dice 12-12, perfetta parità con i gialloneri abili a sventare un’inferiorità numerica. Quello che riserva il secondo tempo però è da pura follia: parte bene Pressano che subisce due reti ma ne piazza 3. Pazzesco Di Maggio, perfetto dai sette metri e preciso dall’ala, a trascinare i compagni sul 15-14 in favore giallonero ma Fasano non molla, getta il cuore oltre l’ostacolo e ribalta tutto. Due palloni persi banalmente concedono due contropiede ai pugliesi che si portano a condurre. Tutto da rifare per Pressano che sembrava poter portare il match sui propri binari ed invece si ritrova ad inseguire. Una doccia gelata per i trentini che a 10′ dal termine scivolano sotto anche di 2 reti, sul 21-19. Considerato il basso numero di reti la gara sembra compromessa ma proprio nel momento di difficoltà emerge il cuore di Pressano. Ancora Di Maggio buca Fovio, i gialloneri tornano sotto e pareggiano, 21-21. Ma con 3 inferiorità numeriche le cose si mettono davvero male per Pressano. Dumnic e la sua squadra tuttavia escono con gli interessi da una situazione critica: recuperano palla con due uomini in meno, Bolognani buca Fovio, poi Dallago mette il sigillo del 22-24 ad un minuto dal termine. L’ultimo giro di lancette è da cardiopalmo: Fasano conquista il rigore della speranza a 30″ dalla fine ma la traversa dice no a Knezevic. Finisce lì la gara, Pressano trionfa. Per la seconda volta. Raggiante mister Branko Dumnic, condottiero di un capolavoro:”Non era facile – esordisce il mister – giocare contro Fasano dopo aver vinto di 10 reti in casa. Siamo stati davvero bravi a non scomporci sul meno cinque dopo pochi minuti. Davvero stupenda – commenta – la reazione che ci ha portati all’8-8. Abbiamo saputo girare la partita psicologicamente e poi nel secondo tempo una grinta e determinazione pazzeschi ci hanno portato al trionfo. Giocare gli ultimi minuti in inferiorità numerica e vincere la partita non è cosa da pochi. Abbiamo confezionato un vero e proprio gioiello, il secondo titolo per questa società. Ringrazio i ragazzi – conclude – hanno meritato questo successo davvero fenomenale.”

Junior Fasano – Pressano 22-24 (p.t. 12-12)

Junior Fasano: Fovio, Messina 1, De Santis, Radovcic 2, Venturi, Corcione 2, Angiolini 3, Pugliese 1, Bargelli, Bronzo 2, Donoso 6, Knezevic 5, Notarangelo, Gallo, Palmisano, Vinci. All. Ancona

Pressano: Facchinelli, Dallago 5, Chistè, Bolognani 1, D’Antino 1, Di Maggio 8, Moser M., Giongo 4, Sampaolo, Alessandrini 4, Argentin, Folgheraiter, Moser N., Dedovic 1, Fadanelli, Mazzucchi. All. Dumnic

Arbitri: Cosenza-Schiavone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...