Archivi categoria: Giovanili

La Metallsider Mezzocorona trionfa al torneo Under 19 del Palavis

Una domenica di grande pallamano giovanile ha fatto da antipasto di lusso alla stagione agonistica Under 19 in arrivo. Al Palavis è andata in scena un prestigioso torneo dedicato alla categoria ed organizzato in toto dalla Pallamano Pressano CR Lavis che ha raccolto sul parquet lavisano le quattro formazioni regionali della categoria (Pressano, Mezzocorona, Merano e Bressanone) con la partecipazione d’eccellenza degli emiliani del Casalgrande vicecampioni d’Italia Under 17. Una manifestazione durata tutto l’arco della giornata, dove hanno trionfato i gialloverdi rotaliani della Metallsider Mezzocorona. Se due anni fa i giovani draghi si erano portati a casa il torneo Under 17, a distanza di due stagioni la generazione rotaliana si è confermata in grande spolvero: Pedron e compagnia hanno messo in campo un percorso impeccabile, vincendo tutte e quattro le partite del girone unico all’italiana allestito come formula del torneo. Dopo i successi più o meno ampi su Pressano, Casalgrande e Bressanone, decisiva è stata la vittoria all’ultimo secondo sul Merano per 19-18 che ha consegnato la coppa del primo posto alla squadra di Laera. Alle loro spalle l’altra trentina del Pressano ha “steccato” soltanto il primo match proprio contro i cugini del Mezzocorona (21-17 in favore dei rotaliani), per poi vincere tutte le altre sfide con margine nonostante qualche assenza di spicco. Un bilancio quindi positivo che fa ben sperare per le forze provinciali nel campionato regionale, in rotta verso le finali nazionali di categoria. Alla luce delle prestazioni di tutte le squadre si preannuncia così un campionato Under 19 emozionante ed equilibrato. In casa Pressano anche la soddisfazione per la perfetta organizzazione che ha funzionato a dovere, portando avanti la tradizione giovanile prestagionale sempre curata da Giorgio Chistè. Il percorso giovanile dei gialloneri proseguirà ora con un torneo Under 17 a Bressanone la prossima domenica, poi sarà apertura ufficiale dei campionati proprio con l’Under 17 in campo a Merano per l’esordio il 16 ottobre prossimo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Al Palavis torneo Under 19 d’eccellenza verso la stagione

In attesa del via ai campionati regionali giovanili, che partiranno dopo la metà di ottobre, al Palavis torna in scena il classico torneo prestagionale dedicato alla categoria Under 19. Come da tradizione, la società giallonera ha deciso di allestire una domenica interamente dedicata alla pallamano giovanile – la prima di una lunga serie durante tutto l’anno – ed accanto alla Serie A1 già inoltrata da un mese, si fanno sempre più spazio anche i team giovanili. Sul parquet lavisano anche quest’anno rooster d’eccellenza: sfuggita per un soffio la partecipazione dei Campioni d’Italia in carica del Cassano Magnago, in campo ci saranno oltre ai padroni di casa della Pallamano Pressano CR Lavis allenati da Alain Fadanelli – bronzo nazionale lo scorso anno sia in U19 che in U17 – anche i vicecampioni d’Italia del Merano, i favoriti della stagione del Bressanone, la Metallsider Mezzocorona e il team emiliano dello Spallanzani Casalgrande che lo scorso giugno ha disputato la finalissima scudetto Under 17. Un torneo quindi di alta qualità dove scenderanno in campo alcune delle squadre più accreditate per la vittoria finale del titolo italiano di stagione. Come avvenne lo scorso anno, quando a Lavis in ottobre sfilarono tutte le squadre meglio classificate al termine dell’anno, anche in questa occasione si potranno ammirare le gesta di molti dei talenti del futuro. Un torneo allestito interamente dalla Pallamano Pressano che ha organizzato anche un pranzo dedicato alle squadre. L’appuntamento, da sempre coltivato come punto di riferimento da Giorgio Chistè, sarà un ulteriore momento per ricordare la figura dello storico dirigente e fondatore giallonero, in attesa della commemorazione fra le mura del Palavis il prossimo sabato nel match di Serie A1 contro Conversano. Una domenica quindi con tanti significati e dal peso tecnico importante accompagnerà il primo appuntamento per la squadra di Alain Fadanelli. Prima gara alle ore 9.00, chiusura con premiazione fissata indicativamente per le ore 18.00 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano in lutto, scompare a 63 anni Giorgio Chistè

Un grande lutto ha colpito nel pomeriggio di sabato tutta la comunità di Pressano. È venuto a mancare all’età di 63 anni Giorgio Chistè, figura storica della Pallamano Pressano della quale ha rappresentato fin dagli albori una figura di importanza unica. Fondatore del club nel 1976, Chistè ha fatto da colonna portante del sodalizio per tutta la propria vita: da sempre in primissima linea prima dapprima come giocatore e successivamente come allenatore, assieme al presidente Giongo ha formato infine il binomio di riferimento della dirigenza societaria, conducendo la parte sportiva del club come direttore sportivo prima e durante il lungo processo di crescita della società negli ultimi 20 anni. Un processo che ha trovato nella mano di Chistè un impronta determinante e precisa: impegnato in molteplici ruoli nella comunità, ha sempre riposto nella pallamano il suo principale impegno e proprio sotto la sua guida di direttore sportivo la società ha conosciuto la scalata dalla Serie A2 ai vertici della Serie A1 fino alla conquista dei sei scudetti giovanili e, negli ultimi tempi, i trionfi senior in Coppa Italia e Supercoppa. Chistè si è spento consapevole di aver contribuito pesantemente alla creazione di una macchina brillante e recentemente vincente come la Pallamano Pressano d’oggi: consapevole della sua grandezza e del rispetto riposto nella sua persona, tutta la comunità piange la perdita di un vero e proprio riferimento. Il cordoglio da parte di tutta la società è affidato alle parole dell’amico e presidente Lamberto Giongo, con cui Chistè ha formato un binomio inossidabile alla guida del club, nella lettera allegata alla notizia della scomparsa.

“Caro Giorgio,

mai e poi mai avrei pensato di dover affrontare un così triste momento; la tua scomparsa ci lascia affranti e disorientati. La tua costante presenza ci ha abituati a non mettere mai in discussione il fatto che tu potessi essere tra di noi, assieme ai tuoi ragazzi, immerso fra piccoli e grandi atleti. Quelli che oggi piangono un esempio, un padre, un allenatore, un dirigente, un accompagnatore sempre presente, sempre pronto a dare con parsimonia ma anche con grande saggezza degli utili consigli sia per quanto riguardasse il momento sportivo ma anche e soprattutto per la vita quotidiana: ogni parola sempre volta ad una crescita fisica e morale di assoluto rilievo.

Raccontare la tua vita sportiva, associativa, il tuo attaccamento alla nostra comunità richiederebbe pagine e pagine di sacrifici, di sconfitte, di vittorie, di aneddoti, di momenti felici e di qualche arrabbiatura sempre tesa al miglioramento, ad imparare dagli errori, a cercare in ogni caso il lato positivo.

Giorgio, non voglio dilungarmi oltre in quanto so benissimo non essere nella tua indole la loquacità, ma ti supplico, conoscendo la tua immensa fede, di seguirci da lassù, di aiutarci. Sostienici e guidaci affinchè non si possa deteriorare quanto da te faticosamente costruito e progettato con tanto amore giorno dopo giorno, anno dopo anno, in mezzo ai colori gialloneri che tanto hai amato.

 

A nome di tutta la Pallamano Pressano

Da parte del tuo amico Lamberto

Ciao Giorgio” 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

La Pallamano Pressano torna da Misano con un gran bagaglio d’esperienza

Concluso il Festival della Pallamano di Misano Adriatico, la stagione 2018/2019 della Pallamano Pressano è ufficialmente finita. Anche i più giovani gialloneri hanno disputato la loro esperienza nazionale ed ora per le file giallonere una meritatissima pausa estiva dopo le fatiche della stagione. Due sono state le squadre presenti sulla riviera romagnola, l’Under 15 per le finali nazionali e l’Under 11 per il torneo promozionale. Una settimana intensa, fatta di un alto numero di gare che ha permesso ai gialloneri di sfidare le maggiori società italiane. A partire dall’Under 15 che, dotata di un team molto giovane, giungeva a Misano con l’obiettivo di portare a casa il maggior bagaglio d’esperienza possibile: obiettivo raggiunto per i ragazzi guidati per l’occasione da Francesco Devigili che hanno mostrato cose straordinarie alternate a qualche fisiologico scivolone. Alla fine i gialloneri si sono classificati al 12º posto su 16 partecipanti: il tutto grazie alla brillante vittoria all’esordio contro il Petrosino, a cui hanno fatto seguito le sconfitte contro le potenze di Tortona e Carpine, entrambe semifinaliste. Salvo il terzo posto nel girone, la partita migliore è stata quella degli ottavi scudetto contro il Palazzolo (poi terzo assoluto) dove Pressano ha condotto per più di metà partita. Esaurite le energie anche mentali, la manifestazione si è poi spenta per la truppa trentina che ha chiuso con 1 vittoria e 2 sconfitte. Divertimento puro invece per l’Under 11 di Flavia Michelon e Leonardo Dallabona: i piccolissimi gialloneri della formazione mista fra maschi e femmine hanno trascorso una settimana all’insegna della pallamano divertente e spontanea. Tante fatiche ma anche tante soddisfazioni, fra vittorie e sconfitte, che hanno reso i piccoli pallamanisti davvero orgogliosi: fra gli incontri con i campioni della Serie A1 e le sfide a squadre di tutta Italia, la Pallamano Pressano Under 11 è tornata a casa entusiasta del proprio percorso, con l’arrivederci al prossimo anno come sempre assicurato.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Due gialloneri all’European Open con la nazionale Under 17

Chiusa la prima serie di finali nazionali, dedicata ad Under 19 ed Under 17 tornano a tenere banco gli impegni delle nazionali: la selezione senior ha chiuso il proprio percorso di qualificazione ad Euro 2020 senza successo ma a testa altissima ed ora tocca ai più giovani. La nazionale Under 17, in vista degli Europei 2020 a cui – questa volta sì – è qualificata, disputerà la prestigiosa manifestazione dell’European Open alla Partille Cup in quel di Göteborg, in Svezia, il torneo più famoso al mondo. Assieme ad altre 23 nazionali quindi gli azzurrini giocheranno questo “europeo” non ufficiale ma che da anni ormai assume a tutti gli effetti le sembianze della manifestazione continentale. Per i ragazzi guidati da Riccardo Trillini e Boris Popovic raduno previsto già il 24 giugno prossimo, con 7 giorni di allenamenti e poi la kermesse in Svezia dall’1 al 5 luglio. Saranno due i gialloneri presenti in azzurro: si tratta di Nicola Fadanelli e Gabriele Sontacchi. I due, premiati anche alle finali nazionali di Cassano Magnago rispettivamente come miglior centrale e pivot della manifestazione nazionale, sono nel giro azzurro ormai da mesi e sono stati confermati nella lista preliminare di 20 atleti da cui verranno poi selezionati i 18 che andranno in Svezia. Non convocato il terzo giallonero nel giro azzurro, Jonas Walcher, nonostante l’ottimo smalto mostrato alle finali nazionali di categoria ed il premio individuale come miglior terzino sinistro ottenuto. Per il giallonero, sempre convocato dallo scorso anno con il gruppo del biennio 2002-2003 una pausa che servirà per conquistarsi nuovamente il posto in azzurro a partire dai prossimi impegni. La nazionale affronterà nel Preliminary Round le nazionali di Romania, Austria, Montenegro, Islanda ed Olanda: un banco di prova di altissimo livello che darà un giudizio sullo stato di forma del team azzurro.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano chiude terzo all’ultimo respiro le finali Under 17

Nel bene e nel male, è stata una pazza agrodolce giornata di pallamano giovanile. La Pallamano Pressano CR Lavis ha infatti conquistato il terzo posto alle finali nazionali Under 17, portando a casa il secondo bronzo in meno di una settimana dopo quello Under 19 ed altri 3 premi individuali che consacrano il vivaio trentino fra i migliori italiani. I gialloneri si confermano così nell’olimpo giovanile e lo fanno al termine di un’ultima giornata di finali nazionali memorabile: il grande sabato di pallamano si è aperto con la semifinale scudetto in mattinata. Gara tosta, spettacolare, tiratissima e combattuta fra Pressano e Casalgrande che non si sono risparmiate un colpo: con continui tira e molla i due sette in campo hanno lottato fino alla fine per conquistare il posto in finalissima. Dopo un primo tempo chiuso in perfetta parità sul 9-9 la ripresa è stata pirotecnica: Pressano ha sofferto in difesa ma, una volta raggiunte le due reti di vantaggio e fallito il +3, ha ceduto soprattutto in fase offensiva consentendo agli emiliani di portarsi sul 18-20 a 2’ dalla fine. Qui l’ultimo colpo di reni giallonero con il pareggio allo scadere che manda la sfida ai rigori: dai sette metri fatali i due errori di Pressano contro 1 di Casalgrande che conquista la finale. Tanta amarezza per la squadra di Fadanelli che però si è ben presto ristabilita in vista della finale 3/4 posto contro Merano. Qui lo spettacolo non è mancato: il derby regionale è appassionante ed a partire meglio sono i gialloneri, 4-1. Merano non ci sta, rimonta e passa a condurre: la partita si accende e diventa una finale. Senza esclusione di colpi i due team regionali lottano ma Merano ha una vena migliore e grazie a Nathan Gai (12 reti) allunga fin sul 17-12, prima che Pressano accorci sul 17-14 allo scadere del primo tempo. Proprio all’ultima azione viene squalificato l’asso giallonero Fadanelli per una manovra offensiva giudicata violenta dalla coppia arbitrale. Piove quindi sul bagnato ma Pressano decide di vincere: rimonta epocale, break giallonero di 2-7 e squadra di Fadanelli che torna avanti anche di 2 reti. La gara si infiamma, diventa incredibile e si chiude nel modo più pazzo: sul 31-31 dopo una lunga serie di botta e risposta un sontuoso Walcher, trascinatore con 11 reti, conquista un tiro franco a tempo scaduto e con un numero incredibile insacca. Pressano gioisce e dimentica la semifinale: arriva un terzo posto dolcissimo ed anche un’altra pioggia di premi individuali a fine premiazione. Nicola Fadanelli è miglior centrale italiano Under 17 bissando lo stesso premio in Under 19, Jonas Walcher è miglior terzino sinistro e Gabriele Sontacchi è miglior pivot: riconoscimento clamoroso per i ragazzi (anche in nazionale) e la società.

Mister Alain Fadanelli a fine manifestazione si dice soddisfatto per il percorso dei suoi ragazzi:”Non avevamo l’organico al cento percento e questo terzo posto ci soddisfa, anche se la sconfitta in semifinale brucia. Lo sport però è anche questo – continua il mister – e dobbiamo fare ammenda dei nostri errori. Sono orgoglioso per la reazione dei ragazzi che nel momento più difficile hanno mostrato un carattere incredibile: un bronzo conquistato così ci lascia il sorriso sulle labbra ed i premi individuali ci consacrano come squadra di ottima qualità. I risultati delle ultime settimane dopo quelli brillanti in regione – conclude Fadanelli – ci spingono a fare ancora di più e continuare a coltivare un gruppo promettente e coeso che ha dimostrato di poter lottare ad armi pari ai massimi livelli nazionali.”
Finali nazionali Under 17 – Semifinale scudetto
Casalgrande – Pressano 24-23 d.t.r (p.t. 9-9, s.t. 20-20)
Casalgrande: Prandi, Vignali, Cigarini, Ferrari 2, Fontana 5, Griffo, Galopin 4, Manelli, Toro 2, Rispoli, Lanzi, Prodi 5, Aldini 3, Paganelli 1, Strozzi 2, Maffei. All. Di Fazio
Pressano: Dabija, Fadanelli 5, Franceschi, Franceschini, Nones, Pavlovic 3, Pisoni 2, Puliè, Sontacchi 1, Stoppa, Tonon, Villotti 1, Walcher 11, Lubinati. All. Fadanelli
Arbitri: Onnis – Pepe
Finali nazionali Under 17 – Finale 3-4 posto
Merano – Pressano 31-32 (p.t. 17-14)
Merano: Urban, Tschurtschenthaler, Pratzner, Maurberger, Freund 2, Durnwalder 6, Lanthaler, Visentin, Gai 12, Mauroner 3, Stampfl 6, Duric 2, Conte, Korneychuk. All. Zoeschg

Pressano: Dabija, Fadanelli 4, Franceschi, Franceschini, Nones, Pavlovic 2, Pisoni 5, Puliè, Sontacchi 6, Stoppa, Tonon 1, Villotti 3, Walcher 11, Lubinati. All. Fadanelli

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano da Top4! Under 17 in semifinale scudetto

Una splendida Pallamano Pressano completa la brillante doppietta e centra la semifinale scudetto anche in Under 17. Dopo l’approdo in Top4 una settimana fa con l’Under 19, la truppa di Alain Fadanelli si è confermata ai vertici nazionali anche con la categoria minore, grazie ad un percorso ancora tutto da completare. In un venerdì di gare intenso e complicato, i gialloneri sono riusciti a gettare il cuore oltre l’ostacolo: in mattinata i gialloneri hanno conquistato il prezioso primo posto nel girone superando i padroni di casa del Crenna al termine di una battaglia intensa. Opachi e disuniti, i ragazzi trentini hanno sofferto inseguendo nel punteggio ma grazie ad un guizzo nel secondo tempo sono riusciti a scardinare la dura resistenza dei padroni di casa, portando a casa il match per 16-18. La prima piazza ha proiettato la squadra trentina ai quarti di finale contro il Modena dove Fadanelli e compagni hanno confezionato un mezzo capolavoro: primo tempo difficoltoso, dove gli emiliani gialloblù hanno condotto la partita ma mai sopra le 2 reti di vantaggio. Con continui botta e risposta la prima frazione è stata una battaglia all’ultimo colpo: il match avanza punto a punto e Pressano mantiene nella seconda parte di primo tempo un gap di 1 sola rete al massimo. Modena cerca di ribaltare tutto sul 12-13 sfruttando qualche amnesia difensiva dei gialloneri ma Pressano non demorde, torna a condurre e proprio sulla sirena subisce la rete del 14-14 firmata Serafini. Nel secondo tempo Pressano soffre le inferiorità numeriche in avvio, poi ingrana la marcia giusta: la difesa giallonera ingrana finalmente la marcia giusta (soli 7 i gol subiti nel secondo tempo, la metà del primo) ed in attacco la squadra di Pressano continua a macinare gioco. Il primo strappo arriva dopo 7’ della ripresa, firmato da Nicola Fadanelli che con 11 reti in partita è top scorer e protagonista del match. I gialloneri conducono 20-17 ed è immediato il timeout di Di Matteo ma non sortisce gli effetti sperati: la squadra di Fadanelli infatti continua a spingere ed ancora la coppia Fadanelli-Walcher completa il break di 6-0 che vale il 23-17 e spacca il match. Modena cede il passo, sfiancata dagli impegni di giornata, e Pressano può comandare con autorità gestendo gli ultimi minuti con grande esperienza fin sul 28-21 che chiude la partita. Il team trentino è quindi in semifinale scudetto dove incontrerà un’altra emiliana, il Casalgrande. Match alle ore 10.00, nel pomeriggio-sera le finalissime che assegneranno lo scudetto.

Quarti di finale scudetto – Under 17
Pressano-Modena 28-21 (p.t. 14-14)
Pressano: Dabija, Fadanelli 11, Franceschi, Franceschini, Nones, Pavlovic 3, Pisoni 2, Puliè, Sontacchi G. 1, Stoppa, Tonon, Villotti 3, Walcher 8, Lubinati. All. Fadanelli
Modena: Meletti, Martinelli 2, Serafini 2, Rossi, Boni, Vaccari 4, Scala 1, Pugliese 6, Hajfrej, Dallari 3, Soria 1, Spelta, Cavalera 2, Alietti. All. Di Matteo
Arbitri: Regalia-Greco

Ufficio Stampa Pallamano Pressano CR Lavis