Pressano, che prova di cuore! Ambra battuta nell’andata di semifinale

È un Pressano raggiante quello che esce dall’andata della semifinale scudetto. La PallamanoSilva elevazione Pressano CR Lavis ha infatti superato gli avversari toscani dell’Ambra col punteggio di 35-31 in una partita combattuta ma gestita sempre dai gialloneri. Prepartita con tante incognite sia per il valore dell’avversario, sia per verificare l’efficacia delle soluzioni di gioco che mister Ghedin ha studiato in settimana vista l’assenza di Di Maggio. Avvio favorevole ai gialloneri con le due squadre che devono ingranare: gli attacchi pungono e Pressano si porta subito avanti di due reti, pur subendo qualche iniziativa del centrale ospite Maraldi; dal lato di casa però c’è un Silva (8 gol e top scorer dei gialloneri) ispirato che, assieme a Dallago (7 gol), mantiene il punteggio avanti in favore di Pressano. A metà primo tempo una leggera flessione della difesa di casa permette all’ala toscana Gianni Dei di colpire fino al primo vantaggio ospite. Le certezze di Pressano vacillano ma l’attacco giallonero continua ad essere efficace e piano piano Giongo e compagni tornano avanti nello score fino ad accelerare proprio sul finire di primo tempo; dopo aver sciupato il +4 al ventesimo, sulla sirena dei 30 minuti Bolognani insacca il 18-15 della prima frazione che inquadra bene il primo tempo. Nella ripresa la musica non cambia: Pressano resta devastante in attacco e, pur subendo lo straniero Raupenas (12 reti e miglior marcatore dell’incontro) in fase difensiva, allunga nel punteggio. Ancora una volta con Paulo Silva e con qualche contropiede, Pressano sfrutta le parate di un ritrovato Sampaolo per colpire in avanti fino a toccare il +5. Di qui i padroni di casa sbagliano qualche pallone in attacco e l’Ambra riesce ad impattare, mantenendosi sempre a distanza di 5 reti. Con un colpo di reni però Pressano riesce a trovare una difesa energica e raggiunge il +7 sul 33-26, ottenendo anche il pallone del +8; sono ancora i palloni sciupati però a frenare la corsa dei gialloneri. L’Ambra infatti riesce a trovare gli spazi in attacco e comincia una lenta rimonta che culmina con lo 0-3 allo scadere dei 60 minuti che lascia un po’ l’amaro in bocca ai locali; finisce 35-31 con lo strapieno Palasport di Mezzocorona ad applaudire le due squadre, autrici di una partita divertente sotto le telecamere RAI per la diretta su RaiSport2. Ad uscire con gioia dalla partita sono ovviamente i gialloneri che hanno dimostrato di saper superare la grande difficoltà Di Maggio e hanno dominato l’incontro grazie ad una prova che ha unito grinta, cuore e qualità; c’è purtroppo un pizzico di amarezza per quel divario che poteva tranquillamente essere maggiore ma questo diventerà elemento a favore per il ritorno, in programma sabato 11 maggio all’Estraforum di Prato. Lì i gialloneri dovranno ripetere la prestazione messa in campo ieri per raggiungere il sogno chiamato finale scudetto, con un vantaggio di 4 reti sulle spalle tutt’altro che indifferente.

Contento a tre quarti Alessio Alessandrini, pivot di casa autore di 6 reti:”È stata una partita dura, combattuta; noi l’abbiamo gestita bene e siamo felici per l’esito. Resta però il rammarico per quel +7 che non siamo riusciti a mantenere; usciamo da questa sfida consapevoli delle nostre potenzialità e fiduciosi in vista del ritorno che sarà tutt’altro che facile.

Convinto e soddisfatto mister Fabrizio Ghedin a fine match:”Abbiamo sicuramente messo in campo una prestazione generosa dove abbiamo creato tanto di buono, senza escludere però qualche errore; i gol e la velocità non sono mancati e proprio l’alto numero di reti subite non ci esalta. Il risultato è un po’ più stretto di quello che poteva essere per quanto visto dagli ultimi 5 minuti del primo tempo in poi ma non ci disperiamo: abbiamo dimostrato di potercela fare e a Prato partiremo con 4 reti di vantaggio; questo ovviamente non ci tranquillizza perchè anche al ritorno sarà una battaglia che dovremo sostenere fino al sessantesimo. La finale infatti è ancora tutta da conquistare ma sappiamo di avere le carte in regola per farcela.

3 Maggio | h 19:30

Pressano – Ambra 35-31 (p.t. 18-15)

Pressano: Sampaolo, Pescador, Bolognani 5, Chisté W. 2, Chisté D, D’Antino, Giongo 7, Dallago 7, Miori, Picello, Cappelletti, Alessandrini 6, Da Silva 8, Opalic. All: Fabrizio Ghedin

Ambra: Di Marcello P, Morini, Di Marcello A. 3, De Stefano 4, Cipriani, Dei 4, Raupenas 12, Maraldi 6, Trinci, Ballini, Mannori, Naldoni, Faggi 1, Chiaramonti 1. All: Roberto Morlacco

Arbitri: Di Domenico – Fornasier

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...